Trovati 20237 documenti.

Mostra parametri
Mistica ebraica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mistica ebraica : testi della tradizione segreta del giudaismo dal III al XVIII secolo / a cura di Giulio Busi ed Elena Loewenthal ; introduzione di Giulio Busi

6. ed.

Einaudi, 2021

Abstract: La creazione, il rito, la tradizione, l'alfabeto come conoscenza mistica, l'alchimia delle lettere e il mistero dei numeri, il golem, il male e l'albero della vita: questa antologia è stata pensata per consentire al lettore di conoscere le testimonianze dirette di una delle tradizioni esoteriche di maggiore profondità simbolica. Accanto ai grandi classici si trovano alcuni scritti meno noti; le diciotto opere tradotte sono collegate tra loro da una comunanza di motivi e di rimandi interni, tanto da poter essere pensate come un curriculum di studi cabbalistici..

L'ultima immagine
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hillman, James <1926-2011> - Ronchey, Silvia <1958->

L'ultima immagine / James Hillman, Silvia Ronchey

Rizzoli, 2021

Abstract: Questo libro postumo racchiude l'estremo pensiero di James Hillman. Non è solo la summa e l'ultimo approdo della riflessione sull'immagine, che fin dall'inizio sostanzia la sua idea di anima e tutta la sua psicologia. È anche il testamento, etico e politico, che uno dei massimi pensatori del Novecento ha voluto strenuamente concludere sul letto di morte, restando pensante sino alla soglia finale dell'intelletto, dell'introspezione, della biologia stessa. Vi ha depositato l'ultima immagine, appunto, di sé e del suo sistema psicologico e filosofico. Fin dal pensiero del suo maestro Jung – ma anche del platonismo antico e rinascimentale o dell'islam sufi di Corbin ‒ l'immagine è la materia di cui è fatta l'anima individuale. È allora proprio curando il nostro modo di guardare un'immagine che Hillman ci consegna una nuova terapia dei mali che oggi sempre più affliggono l'anima collettiva. Una via verde, immanente alla psiche, per salvare la Terra dalla catastrofe ecologica. Un ritorno alla "Grecia psichica", al suo principio di laicità, di "inappartenenza", di tolleranza, contro ogni fondamentalismo. Una riscoperta del "genio femminile", l'importanza del nuovo e antico potere della donna, del suo ruolo nella composizione dei conflitti psichici, e quindi politici, dinanzi alla "caduta" della civiltà occidentale e alla crisi endemica delle sue economie. È nel settembre 2008, lo stesso mese e anno del crollo di Wall Street, che si svolge il "primo tempo" di questo dialogo con Silvia Ronchey, ispirato dalle immagini dei mosaici di Ravenna. Il suo "secondo tempo", consumato in punto di morte nell'ottobre 2011, esattamente dieci anni fa, affida all'umanità del terzo millennio un insegnamento reso con la tenacia e la determinazione di un moderno Socrate, a testimoniare quella verità che si scorge ed esprime solo imparando a fermare lo sguardo, per cercare dentro ogni immagine l'ultima immagine.

Appunti sul dolore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Adichie, Chimamanda Ngozi <1977->

Appunti sul dolore / Chimamanda Ngozi Adichie ; traduzione di Susanna Basso

Einaudi, 2021

Abstract: La morte improvvisa dell'amatissimo padre nel giugno 2020, in piena pandemia, getta Chimamanda Ngozi Adichie in uno stato di rabbiosa prostrazione. Le consuete parole della consolazione la irritano, il formalismo dei riti la esaspera, il dolore la dilania. Ma i suoi pensieri e le sue sensazioni, l'analisi dei diversi modi di affrontare il lutto, quello nigeriano e quello occidentale, diventano occasione per una lucida e penetrante meditazione sulle cose ultime, oltre che un canto d'amore per colui che per primo le ha insegnato a non temere il giudizio degli uomini. «Adichie è maestra nell'invenzione di mondi. I trenta frammenti di questo testo consegnano al lettore una prospettiva diversa, unita alla certezza che quanto verrà in seguito avrà la forza di una creazione originale» («The New York Times Book Review»). Cosa significa morire in tempo di pandemia? Può significare che la notizia, addirittura l'immagine di un padre senza vita, arrivi tramite una call su Zoom; se si vive in continenti diversi e il lockdown inchioda il mondo intero alla propria abitazione, può significare anche attendere spasmodicamente la riapertura degli aeroporti per poter raggiungere la città natia e celebrare finalmente l'indispensabile rito del funerale. La Chimamanda che apprende della morte improvvisa del padre per una malattia silente è la bambina inconsolabile del suo amatissimo papà, ma è anche la donna che vive a cavallo di due mondi, con le loro enormi differenze nell'avvicinare le fasi più salienti dell'esistenza umana; è la scrittrice che medita sul senso dei rituali; è la femminista che vorrebbe sottrarre la madre a quelli più umilianti, ma al contempo si rende conto del loro potere catartico. Il lutto è violento e fisico, è un ladro che strappa via i ricordi lasciando paura e furia. Eppure porta con sé un monito che in qualche modo spinge avanti: «Una voce nuova si fa strada nella mia scrittura, carica della vicinanza che avverto con la morte, della consapevolezza capillare e acutissima della mia stessa caducità. Un'urgenza nuova. Un senso di incombente precarietà. Devo scrivere tutto adesso, perché chissà quanto tempo mi resta».

Pensieri diversi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wittgenstein, Ludwig <1889-1951>

Pensieri diversi / Ludwig Wittgenstein ; a cura di Georg Henrik von Wright con la collaborazione di Heikki Nyman ; edizione italiana a cura di Michele Ranchetti

Adelphi, 2021

Abstract: "Nessuno può pensare un pensiero per me, così come nessuno all'infuori di me può mettermi il cappello sulla testa". "Niente è così difficile come non ingannare sé stessi". "Ho detto una volta e forse con ragione: la civiltà passata diventerà un mucchio di rovine e alla $ne un mucchio di cenere, ma sulla cenere aleggeranno spiriti". Questa raccolta di pensieri e annotazioni di varia natura appartiene al lascito manoscritto di Wittgenstein e rappresenta non già una fase della sua ricerca filosofica, ma una sorta di traversata aforistica di tutta la sua vita (il primo pensiero è del 1914, l'ultimo del 1951, anno della sua morte). Qui Wittgenstein, con maggior evidenza che altrove, parla innanzitutto a sé stesso, interrogandosi su ciò che il suo pensiero spesso presupponeva senza nominarlo: la sua visione della società che lo circondava, della musica, della letteratura, del cristianesimo, dell'ebraismo, della scienza

Il potere delle emozioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Taran, Randy

Il potere delle emozioni : comprenderle e abbracciarle per migliorare la propria vita / Randy Taran ; traduzione di Isabella Polli

HarperCollins, 2021

Abstract: Negli ultimi anni, dopo la cosiddetta "scienza della felicità" e la psicologia positiva, è sorto un notevole interesse per tutta la gamma delle emozioni umane, comprese quelle negative. Perché anche loro hanno qualcosa da offrire, se capiamo come imparare da esse. Vi è mai capitato di provare una serie di emozioni confuse e difficili da definire, che vi hanno fatto sentire smarriti o fuori posto? Ebbene, se proprio questi sentimenti diventassero la bussola che ci guida all'equilibrio interiore? Se gli strumenti per trasformarle in positivo fossero già dentro di noi? Se anche i sentimenti più scomodi in realtà ci mandassero messaggi per dirci che qualcosa non va, per proteggerci e per spingerci ad andare avanti? "Il potere delle emozioni" ci mostra come la paura possa spingerci a diventare coraggiosi, il senso di colpa sia in grado di aiutarci a fare chiarezza nei nostri valori e la rabbia ci permetta di creare intorno a noi dei confini salutari. Ma soprattutto, è una guida per aprirsi alla ricchezza della propria vita emotiva.

Rumore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kahneman, Daniel <1934-> - Sunstein, Cass R. <1954-> - Sibony, Olivier <docente di strategia>

Rumore : un difetto del ragionamento umano / Daniel Kahneman, Olivier Sibony, Cass R. Sunstein ; traduzione di Eleonora Gallitelli

UTET, 2021

Abstract: Due medici che danno due diagnosi diverse allo stesso paziente sulla base degli stessi esami. O due giudici che assegnano pene diverse a colpevoli dello stesso reato. O, addirittura, lo stesso manager che prende una decisione diversa a seconda del momento della giornata. Non dovrebbe accadere, ma accade. A tutti è capitato di trovarsi in situazioni in cui la realtà è ben diversa dalla teoria e decisioni che dovrebbero essere guidate da criteri oggettivi sembrano, invece, casuali. E la colpa è del rumore. Daniel Kahneman, premio Nobel per l’Economia e autore del bestseller mondiale Pensieri lenti e veloci, ha studiato per anni con Olivier Sibony e Cass R. Sunstein questo difetto del funzionamento mentale e in questo libro dimostra come ovunque si eserciti il giudizio umano – nella sanità pubblica come nelle aule di giustizia, nelle strategie aziendali come nelle decisioni quotidiane di tutti noi – lì si trovi il rumore, a sviare il ragionamento e causare errori. Una ricerca accurata, un libro ricchissimo di idee che svela un fenomeno onnipresente ma finora largamente ignorato e consente ai suoi lettori di riconoscere e controllare l’influenza che il rumore esercita su tutte le loro decisioni, previsioni e valutazioni.

Nelle tempeste del futuro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Trabucchi, Pietro <1963->

Nelle tempeste del futuro : le capacità mentali che il futuro ci richiede narrate attraverso il cervello di superatleti ed esploratori / Pietro Trabucchi ; con un contributo di Federico Fubini

Corbaccio, 2021

Abstract: Viviamo in un mondo ipercomplesso, caratterizzato da sempre maggiore incertezza e da un continuo mutamento. In questo contesto la pandemia è semplicemente l'ultimo atto della crisi innescata dal cambiamento globale. Crisi che riguarda le nostre certezze, le nostre abitudini e i nostri modelli mentali. Da qui non torneremo indietro; al contrario, dovremo imparare a convivere con questo mondo instabile, acquisendo nuove competenze psicologiche e cambiando il nostro mindset. Pietro Trabucchi, psicologo che da decenni si occupa di resilienza, motivazione e gestione dello stress e che lavora con atleti che si preparano a sfide straordinarie, focalizza in questo suo nuovo libro alcune delle capacità mentali che saranno fondamentali per il futuro. Imparare a tollerare l'incertezza crescente, rimanendo focalizzati e motivati. Saper pensare in modo autonomo e critico distinguendo il reale dall'irrealtà, il mondo delle «fake news» da quello delle informazioni vere. Saper governare le nostre parti impulsive e iperemotive che la società attuale invece stimola continuamente. Percepire con chiarezza i propri limiti, accettandoli come punto di partenza e non come vincolo schiacciante. Con l'esempio di alcuni «superatleti», di militari appartenenti alle forze speciali, di alpinisti ed esploratori di punta, e appoggiandosi a una solidissima letteratura scientifica, Trabucchi spiega in che modo queste qualità si possano e si debbano apprendere, sviluppare e allenare. E, con il contributo di Federico Fubini, giornalista e editorialista di economia, si interroga sui motivi che rendono la società italiana per certi versi meno propensa di altre a favorire un cambiamento di mentalità e su come riuscire a superare le resistenze attraverso un lavoro individuale e collettivo.

Don Puglisi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sonseri, Marco <1975-> - Pagani, Riccardo <fumettista>

Don Puglisi / Marco Sonseri, Riccardo Pagani

ReNoir Comics, 2021

Abstract: Per don Pino Puglisi essere prete voleva dire davvero coniugare fede e impegno sociale. Sapeva che con l'impegno, la cultura della legalità e la socialità si potevano curare le ferite inferte dalla mafia alla sua Sicilia. La sua opera di evangelizzazione ha colpito nel segno, portando speranza anche nel quartiere Brancaccio di Palermo, cosa che Cosa Nostra non poteva accettare: il 15 settembre 1993, giorno del suo 56° compleanno, i fratelli Graviano lo uccidono davanti all'uscio di casa. Puglisi muore sul colpo, ma i suoi insegnamenti e il suo esempio rimangono vivi ancora oggi.

Bambino sicuro, bambino felice
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Raynaud, Anne <psichiatra>

Bambino sicuro, bambino felice / Anne Raynaud

Red!, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Avete scelto un approccio educativo dolce e benevolente per rispondere ai bisogni del vostro bambino... ma le difficoltà della vita quotidiana fanno insorgere in voi mille dubbi? Sonno disturbato, allattamento complicato, pianti inconsolabili, ansia da separazione, crisi di collera, ecc. Che cosa fare quando tutto appare diverso da come lo si è immaginato? E se vi concentraste su un unico aspetto importante: offrire un ambiente sicuro per il vostro bambino? È in effetti la teoria di Anne Raynaud, psichiatra infantile e autrice di questo libro. In quest'opera, troverete tanti esempi di situazioni quotidiane, molti consigli per superare i momenti di difficoltà con l'attenzione costante a costruire e rinforzare il legame di attaccamento con il vostro bambino, che rappresenta la base fondamentale per la formazione della sicurezza di sé che lo accompagnerà per tutta la vita.

Parole di conforto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Haig, Matt <1975->

Parole di conforto / Matt Haig ; traduzione dall'inglese di Elisa Banfi

E/o, 2021

Abstract: Come Matt Haig confida nell'introduzione, scrivere lo aiuta a mettere le cose in prospettiva, a vederle da un'angolazione diversa o semplicemente a «sfogarsi». È il primo dei molti consigli che dà ai suoi lettori – ricercare sempre la bellezza, anche quando certi stati d'animo non permettono di apprezzarla fino in fondo, perché tiene per mano la speranza; concedersi di non puntare sempre alla perfezione, perché non è di questo mondo; e sono consigli sinceri e spassionati, maturati con l'esperienza personale. Il lettore non deve aspettarsi la panacea, inesistenti soluzioni universalmente applicabili. Le parole – scritte, lette, ascoltate, pensate – diventano strumento di conforto, un modo per avvicinarsi agli altri e anche a se stessi, per conoscersi meglio e trovare il proprio modo personale di stare meglio. Parole di conforto è un libro da leggere e rileggere.

Libera
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Doyle, Glennon <1976->

Libera : smetti di compiacere gli altri, comincia a vivere davvero / Glennon Doyle ; traduzione di Silvia Albesano

Mondadori, 2021

Abstract: Ogni giorno noi donne combattiamo per essere buone e brave: come compagne, madri, lavoratrici e amiche. E invece di farci sentire vive, questa lotta quotidiana ci svuota, ci distrugge e ci ingabbia. Osserviamo la nostra vita e pensiamo: ma non doveva essere meglio di così? Però spesso, invece di guardarci dentro, facciamo finta di niente. Per molti anni anche Glennon Doyle ha negato a se stessa questo disagio finché ha deciso di ascoltare la voce della ragazza piena di voglia di vivere che era sempre stata, che le diceva di ignorare tutte le aspettative che il mondo caricava sulle sue spalle. Così Doyle ha smesso di essere buona e brava e si è liberata, ha smesso di compiacere gli altri e ha iniziato a vivere. Libera è al tempo stesso un intimo memoir e un libro motivazionale che ispira, coinvolge, intenerisce e ci sprona a vivere.

Il grido di Giobbe
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Recalcati, Massimo <1959->

Il grido di Giobbe / Massimo Recalcati

Einaudi, 2021

Abstract: Il corpo di Giobbe e la sua anima sono lacerati dal male; «nudo e rasato», ricoperto di piaghe, cade nella cenere. La preghiera può prendere solo la forma acuta del grido rivolto a Dio: «perché a me? perché l'ingiustizia di tutto questo dolore?» Il male che si accanisce contro Giobbe non può piú essere concepito come una punizione, poiché egli non ha commesso alcun delitto; non può piú essere una vendetta, poiché egli non ha colpito nessuno. Nel trovarsi esposto alla violenza insensata della sofferenza Giobbe si trova immerso in una esperienza intraducibile. Resta solo il grido rivolto a Dio come il modo piú radicale della domanda. La stessa che egli porta nell’etimo del suo nome: Giobbe significa nella lingua ebraica «dov’è il padre?» Domanda che sovrasta ogni possibile risposta. «Il dolore di Giobbe – come scrive Recalcati – non può essere ricondotto all’ordine del senso perché nessuna teologia, come nessuna altra forma di sapere, è in grado di spiegarne l’eccesso». Il grido di Giobbe accade quando le parole sono costrette al silenzio, spezzate dal trauma del male. Esso non è indice di rassegnazione ma di lotta e di resistenza. Dopo La notte del Getsemani e Il gesto di Caino, con Il grido di Giobbe continua l’intenso e sorprendente viaggio di Massimo Recalcati lettore della Bibbia, impegnato a rintracciare l’eredità piú profonda del pensiero psicoanalitico che si concluderà, a breve, con un’ampia e attesa opera.

Psicologia generale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Feldman, Robert S. <1947->

Psicologia generale / Robert S. Feldman, Guido Amoretti, Maria Rita Ciceri

4. ed.

McGraw-Hill, 2021

Abstract: La quarta edizione italiana del manuale di Psicologia generale di Robert S. Feldman (giunto alla sua quattordicesima edizione americana) si presenta aggiornata nei riferimenti bibliografici e in alcuni contenuti, conservando la struttura e l’adattamento ai programmi di insegnamento tradizionalmente erogati nelle Università italiane. L’introduzione di nuovi approfondimenti, affidati a giovani studiosi emergenti, e di temi attuali come l’emergenza COVID-19 e la didattica a distanza, da un lato testimoniano l’attenzione a contestualizzare le teorie illustrate nel manuale, dall’altro confermano lo sforzo di rendere possibile, per il lettore, la presa di contatto con i risultati di ricercatori tanto d’oltreoceano quanto europei, superando il limite della manualistica statunitense che tende a riferirsi solo ai lavori degli psicologi americani. La consueta disponibilità di supporti online sia per gli studenti sia per i docenti completa l’offerta di questa nuova edizione. Grazie ai rilievi costruttivi prodotti dal gruppo di revisori a cui viene regolarmente richiesto di esprimere un parere sul testo, questa edizione appare migliorata e attuale, e certamente in grado di continuare ad essere adottata, come manuale di base, nei corsi di laurea triennali in Psicologia e per gli insegnamenti di Psicologia generale attivati in diversi corsi di laurea negli ambiti delle Scienze della Formazione e delle Scienze Sociali.

Qohelet
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zagrebelsky, Gustavo <1943->

Qohelet : la domanda / Gustavo Zagrebelsky

Il Mulino, 2021

Abstract: In certi momenti vien voglia di mandarlo al diavolo, dal quale egli forse proviene; in altri, di tenercelo stretto come un compagno di viaggio che instilla dalla soglia della nostra coscienza il tormento e la suggestione del nulla Che cosa sono queste «vanità delle vanità» di cui ci parla il Qohelet? Un messaggio di disperazione o un appello alla libertà? Per millenni questo enigmatico libro della Bibbia è stato interpretato come un'eccezione, anzi una contraddizione o uno scandalo nel messianismo ebraico e cristiano, il quale insegna a non disperare, poiché la storia ha un senso che ci condurrà alla «pienezza dei tempi». Ma nel frattempo dobbiamo forse annichilirci, impazzire di disperazione e riempire le nostre giornate con la ricerca di vani, insensati e fuggitivi piaceri, per non farci annientare dalla consapevolezza della nullità delle nostre vite? Meglio allora per l'uomo non esser mai nati: è questo che dobbiamo concludere? Ma perché dovremmo condannare come illusoria l'azione rivolta a costruire, nella vita individuale e in quella collettiva, qualcosa che vano non sia? Una lettura controcorrente che cerca di vedere un poco più chiaro nella potente poesia di questo testo apocalittico.

Psicologia dell'albero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Crivelli, Renato <1958-> - Zannoni, Francesca <1967->

Psicologia dell'albero : simboli, archetipi e modelli clinici tra psicologia e grafologia / Renato Crivelli, Francesca Zannoni ; prefazione di Daniela Serrati

La Vita felice, 2021

Abstract: L’albero è solitamente rappresentato come un simbolo archetipico, o addirittura un’emanazione molto vicina dello stesso archetipo. Per le culture preelleniche il culto dell’albero era molto importante e presupponeva un complesso insieme di riti necessari a favorire lo sviluppo della vegetazione; gli uomini, infatti, affascinati dalla potenza del tronco e dalla maestosità della chioma, ne hanno fatto spesso sede di entità divine e ultraterrene, attribuendovi elementi di sacralità. Tuttavia, nel significato simbolico più comune, non è l’albero reale a diventare oggetto di culto, ma le sue rappresentazioni, ovvero le sue raffigurazioni; in particolare, quello a foglie caduche, interpretando il mistero cosmico della vita e della morte, rappresenta la vita nella sua evoluzione e nel suo rinnovamento perpetuo. Per l’importanza ambientale nello scambio ossigeno-anidride carbonica, l’albero incarna il collegamento fra tre livelli cosmici: il cielo, la terra e gli inferi. Il livello sotterraneo è rappresentato dalle radici che penetrano e scandagliano la profondità, quello terrestre dal tronco e dai rami, e infine quello celeste, ovvero la verticalità che cerca la luce, in ascensione verso il cielo.» Questo testo, interessante e completo, è quello che mancava nel panorama dei libri dedicati all’interpretazione del “test dell’albero”. Gli autori, Francesca Zannoni e Renato Crivelli, sono riusciti perfettamente nell’intento di unire le loro specifiche competenze (psicopedagogista clinica nonché abile grafologa lei, psicologo-psicoterapeuta lui) per dare vita a un libro che, in forma chiara e dettagliata, ripercorre alcuni punti cardine della psicologia (gli archetipi, i simboli, l’analogia) per arrivare a far comprendere, anche ai non addetti, l’importanza del disegno dell’albero nello studio del vissuto emotivo e relazionale di ciascuno di noi. [...] Il testo cattura subito il lettore fin dai ringraziamenti che, con fare lieve e sorridente, vengono rivolti a quell’indispensabile e insostituibile strumento grafico che è la matita. [...]. Il libro è un testo scritto da due autori di spessore i quali, senza diventare eccessivamente “impegnati”, ci conducono attraverso la storia della grafologia, i dettami psicologici di esimi autori, i casi clinici che, «partendo da presupposti teorici e da una oggettiva rilevazione dei vari elementi», vengono poi trattati e spiegati con puntuali e precise delucidazioni, a voler sviscerare sempre più quegli aspetti che possono svelare tratti di personalità e comportamenti specifici di ognuno di noi.

Niksen
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lavrijsen, Annette <1981->

Niksen : l'arte di non fare niente per vivere slow / Annette Lavrijsen

Slow Food, 2021

Abstract: Niksen letteralmente significa non fare niente. È riscoprire il piacere delle piccole pause. È semplice da inserire nella tua giornata ed essenziale per prenderti cura di te stesse. Ti aiuta a rallentare e a vivere bene, prendendo spunto dagli olandesi. Immaginate un mondo in cui smettete di provare a ottimizzare ogni istante e dedicate il tempo alle cose che contano davvero. In breve, di tanto in tanto, vi concedete il lusso di non fare niente. Questo è il niksen, il potere della pausa, la risposta che ci arriva dall'Olanda a quasi tutti i problemi della vita. Se vi prendete regolarmente del tempo per permettere al vostro corpo e alla vostra mente di riposare e ricaricarsi, è probabile che alla fine diventerete persone più felici, genitori più rilassati, lavoratori più efficienti, amici migliori. Inserire momenti di pausa nelle nostre frenetiche giornate è quello che ci permetterà di avere un ritmo di vita più adeguato ai nostri bisogni profondi. Dobbiamo iniziare a dire di no e soprattutto a ricordare che il tempo non è denaro, il tempo è nostro. Questo libro vi condurrà passo passo verso uno stile di vita capace di migliorare le vostre giornate e le vostre relazioni mettendo prima di tutto voi al centro.

Mindfulness per bimbi (e genitori)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Moderato, Paolo <1950-> - Pergolizzi, Francesca <psicologa e psicoterapeuta>

Mindfulness per bimbi (e genitori) : consigli e attività per portare calma e consapevolezza nella tua famiglia / Paolo Moderato, Francesca Pergolizzi

Mondadori, 2021

Abstract: Consigli e attività per portare calma e consapevolezza nella tua famiglia. Oggi sempre più bambini sono ansiosi, insicuri, aggressivi. Devono stare al passo del mondo veloce in cui sono immersi, soprattutto del mondo digitale, con il risultato di essere sempre meno in contatto con se stessi e con l'ambiente circostante. Ciò influisce sulla loro capacità di rimanere attenti e concentrati a lungo, e sulla gestione di emozioni quali frustrazione, rabbia, ansia e paura. Una risorsa preziosa per affrontare lo stress a cui noi e i nostri figli siamo costantemente sottoposti è la pratica della mindfulness, come ci spiegano Paolo Moderato e Francesca Pergolizzi che da anni la studiano e la insegnano. Una pratica che si può spiegare e apprendere: basta trovare del tempo per noi e avere un po' di costanza. Mindfulness per bimbi (e genitori) illustra alcune delle attività più semplici ed efficaci che genitori e figli possono svolgere, da soli o insieme, per rallentare il ritmo e nutrire calma e consapevolezza. Pratiche come l'abbraccio e l'ascolto consapevole, il respiro a stella, il gioco delle emozioni dentro le bolle, sono semplici esercizi che insegnano a stare in contatto con il proprio corpo, i propri pensieri e le proprie emozioni, e a gestire i momenti di difficoltà. Possono diventare routine salutari che aiutano la serenità e la concentrazione e possono essere adottate anche dagli insegnanti a cui è dedicato il capitolo finale. Acquisire una nuova consapevolezza di ciò che siamo qui e ora ci permetterà di dare valore alle piccole esperienze quotidiane e alle interazioni che ogni giorno si costruiscono all'interno della famiglia e della classe, trasformando la relazione tra noi e i nostri bimbi in un dono reciproco e preziosissimo.

Il segreto di mio figlio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Salzano Acutis, Antonia

Il segreto di mio figlio : perchè Carlo Acutis è considerato un santo / Antonia Salzano Acutis ; con Paolo Rodari

Piemme, 2021

Abstract: In tanti mi chiedono quale sia il segreto nascosto dietro la figura di mio figlio Carlo, che in pochi anni ha saputo conquistare l'amicizia e l'affetto di una moltitudine di persone che nella preghiera chiedono la sua intercessione. Perché un semplice ragazzino, morto a quindici anni, è invocato in tutto il mondo? Perché la Chiesa lo ha proclamato beato? Quale, insomma, il "mistero di luce" che lo accompagna? Tanti hanno voluto raccontare Carlo, ma non è semplice riuscire a cogliere l'individualità di una persona se non si è entrati in relazione diretta con lui. Se è vero che "l'essenziale è invisibile agli occhi e non si vede bene che con il cuore", come madre di Carlo ho voluto provare a scrivere un libro con il cuore, per aiutare i suoi tanti devoti a conoscerlo e ad amarlo. Un fortissimo e innato senso religioso portava mio figlio ad aprirsi agli altri, in particolare agli ultimi, ai poveri e ai deboli. Carlo ha vissuto sempre proteso verso Dio. Diceva che "la conversione è un processo di sottrazione: meno io per lasciare spazio a Dio". Come un faro in una notte buia, ha squarciato e illuminato le tenebre che mi tenevano prigioniera e mi ha indicato un cammino in chiave di eternità. L'Infinito era la sua meta, non il finito. Gesù era il centro della sua vita. Sono questi i tesori che provo qui a svelare, i tesori di Carlo, il suo segreto.

Biografia di Gesù
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ravasi, Gianfranco <1942->

Biografia di Gesù : secondo i Vangeli / Gianfranco Ravasi

Raffaello Cortina, 2021

Abstract: Gianfranco Ravasi elabora il profilo di Gesù seguendo alcuni lineamenti fondamentali. Innanzitutto la sua vita pubblica nel villaggio di Nazaret, le sue parole che si raggruppano spesso in narrazioni paraboliche, le sue mani che operano gesti sorprendenti, catalogati sotto la categoria “miracoli”. Poi l’atto supremo, quello della sua morte per esecuzione capitale avallata dal potere romano. Ma è proprio quando è calato il sipario sulla vicenda terrena di Gesù che si apre un’altra faccia della sua vita, una discriminante inedita, definita come “risurrezione”. Per attingerla è necessario un altro canale descrittivo, affidato sostanzialmente a una conoscenza trascendente, quella che è denominata come “la fede pasquale”

Vincere l'ansia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Morelli, Raffaele <1948->

Vincere l'ansia / Raffaele Morelli

Mondadori, 2021

Abstract: «Questo libro offre un percorso di cura dell'ansia attraverso una serie di lezioni e di esercizi pratici. Alla base di tutto c'è un modo nuovo di guardare a questo disagio: l'ansia non è un sintomo da mandare via, ma la voce del profondo che ha bisogno di essere accolta e ascoltata. Arrendersi, farsi amica l'ansia, è una tappa decisiva per la guarigione. Solo così facendo non le permetteremo di rovinarci la vita. Guai invece a trattarla come un nemico, perché si finisce per esasperarla e cronicizzarla. Gli esercizi consigliati in queste pagine, che utilizzo abitualmente con i miei pazienti, servono a chiamare in campo quei meccanismi di autoguarigione che sono profondamente inscritti nella natura di ciascuno di noi. Si possono praticare anche più volte al giorno, basta solo chiudere gli occhi e portare la consapevolezza sul mondo delle immagini, delle fantasie, di quelle energie che sono sempre più lontane dalla nostra vita psichica cosciente. Ognuno può trovare le immagini che sente più appropriate alla sua interiorità e scoprirà il loro potere inaspettato. Le immagini sono i veri psicofarmaci. L'ansia è un richiamo, a volte disperato, della nostra interiorità soffocata dall'Io, dai pensieri, dalle convenzioni esterne, dalle nostre identificazioni. Quando la sentiamo arrivare, anziché scacciarla, accogliamola, ascoltiamo quello che ha da dirci. Vuole ricordarci a cosa siamo destinati, condurci verso il nostro vero tesoro. Dopo aver svolto il suo compito, da vera amica, svanirà.»