Community » Forum » Recensioni

Vola Golondrina
4 1 0
Guccini, Francesco <1940-> - Macchiavelli, Loriano <1934->

Vola Golondrina

Giunti, 2023

Abstract: Montefosco, paese dell'Appennino Tosco-Emiliano, pochi giorni prima delle elezioni del 18 aprile 1948. Il silenzio notturno è rotto dal rumore di una moto lanciata lungo la strada principale, mentre il suo guidatore canta a squarciagola con un accento straniero. Questo episodio si ripete per diverse notti, fino a che in una casa abbandonata viene trovato il cadavere di un uomo ucciso barbaramente, accanto alla sua motocicletta, una vecchia Guzzi GT 17 con sidecar. Bologna, 1972: in maggio le elezioni decreteranno l'inaspettato successo del Movimento sociale italiano- Destra nazionale. La giovanissima giornalista Penelope Rocchi, detta Lope, deve tornare a Montefosco, dove è nata, per scrivere un pezzo su Ardito Richeldi, candidato nelle liste del MSI e coinvolto in uno scandalo legato al finanziamento di gruppi neofascisti. Ardito è stato ucciso dai colpi di una Ruby, pistola degli anni '30 di fabbricazione spagnola ormai sparita dalla circolazione. Spagna, 1936. Allo scoppio della guerra civile il comunista italiano Pedro e l'anarchico Bakunin – fuggiti dalle persecuzioni fasciste attraverso la Francia – si sono uniti alle Brigate Internazionali: è qui che Pedro ha incontrato la militante Golondrina, se ne è innamorato e con lei ha dato vita alla piccola Maria… C'è un filo rosso che unisce questi personaggi e le loro storie: toccherà a Lope Rocchi trovarlo, stringerlo tra le dita, riavvolgerlo fino a far luce su ogni evento. Perché solo le donne e gli uomini che sanno fare i conti con i fantasmi del passato sono davvero liberi.

Moderators: Valentina Tosi

43 Visite, 1 Messaggi

Pochi giorni prima delle elezioni politiche dell´aprile 1948 a Montefosco, paesino dell´Appennino Tosco-Emiliano c´è una moto che a notte inoltrata attraversa la strada principale con il pilota che canta a squarciagola; la cosa continua fino a quando in una casa abbandonata viene ritrovata la due ruote, anzi tre poiché si tratta di un sidecar, con accanto il cadavere di un uomo con il volto orribilmente sfigurato. Passano diversi anni e si arriva al maggio del 1972, mese in cui si terranno elezioni politiche che riveleranno il successo, inatteso, del Movimento Sociale Italiano; si scopre un altro morto ammazzato, tale Ardito Richeldi, candidato missino e coinvolto in uno scandalo collegato a finanziamenti a gruppi eversivi di destra. Per quanto i due delitti possano sembrare non collegati, piano piano con l´evolversi dell´indagine condotta da una giornalista alle prime armi, si scoprirà che invece lo sono.
La coppia Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli continua a sfornare gialli ambientati sull´Appennino Tosco -Emiliano, questa volta con la particolarità che la narrazione dell´indagine non riguarda un maresciallo dei carabinieri (c´è, ma in pratica non fa niente per venirne a capo, timoroso anche di chissà quali risvolti), ma una giovane giornalista, nativa di Montefosco. Non avrà l´esperienza di un detective, ma di sicuro ha tenacia e quando scopre una traccia si può star sicuri che non l´abbandona più.
Fra l´altro questo Vola golondrina ha la caratteristica non solo di frequenti ritorni dal presente ad anni precedenti, ma anche dell´ambientazione, a tratti a Montefosco, a tratti in Spagna durante la guerra civile, e non è un caso quel Golondrina, un termine spagnolo che significa rondinella e che è il soprannome di una bella rivoluzionaria.
Se a volte la trama può presentare qualche scompenso, se magari induce il lettore a farsi un´idea sbagliata, poi alla fine, come in tutti i gialli che si rispettano, vengono sciolti nodi che parevano inestricabili. Fin qua niente di strano, un percorso obbligato a cui non vengono meno gli autori e in linea con le altre prove precedenti; tuttavia qui c´è qualcosa di diverso, un´appassionata storia d´amore e di amicizia, nel turbinio della guerra, e una profonda umanità espressa dalla giornalista quando avrà una risposta a tutte le sue domande.
Vola golondrina è bello ed è qualcosa di più di una semplice lettura passatempo.

  • «
  • 1
  • »

943 Messaggi in 910 Discussioni di 127 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online