Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2007
× Editore Longanesi <casa editrice>
× Soggetto Horror <genere fiction>
× Soggetto Scomparsa
Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Editrice Nord <Milano>
× Nomi Dompè, Mara <traduttrice>

Trovati 4 documenti.

Mostra parametri
La camera del cielo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Reeves-Stevens, Judith - Reeves-Steven, Garfield

La camera del cielo : romanzo / Judith & Garfield Reeves-Stevens ; traduzione di Mara Dompè

[Milano] : Nord, 2011

Abstract: Florian MacClary l'ha trovata. Nelle profondità dell'oceano Pacifico, è nascosta una camera interamente decorata con le costellazioni celesti e che, al centro, ha un tavolo di pietra su cui sono incisi dodici simboli enigmatici. Ma il destino di Florian e della sua squadra è segnato: caduti in trappola, vengono uccisi da uno spietato assassino, che s'impadronisce anche di un reperto unico... David Weir ha pochi mesi di vita. Nel corso delle sue ricerche presso il Laboratorio d'identificazione del DNA, gestito dall'esercito americano, ha rintracciato gruppi d'individui apparentemente normali, ma che presentano una sconcertante anomalia: una sequenza genetica sconosciuta che li porta a morire prima dei 27 anni d'età. David ha 26 anni ed è uno di loro... Jessica MacClary è sconvolta. Nel quartier generale della fondazione della sua famiglia, sotto una volta ricoperta di stelle, la ragazza apprende che sarà lei a proseguire la missione di sua zia Florian. Ciò significa che diventerà una dei Dodici Difensori e che sarà la custode di un segreto antichissimo... Dai ghiacci dell'Artico alle capitali europee, dai mari del Sud ai casinò di Atlantic City, Jessica e David saranno costretti ad allearsi in una disperata corsa contro il tempo per annullare la condanna codificata nel DNA del giovane scienziato e svelare un mistero che risale all'origine stessa della civiltà umana.

L'osservatore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Thilliez, Franck

L'osservatore : romanzo / Franck Thilliez ; traduzione di Mara Dompe

Milano: Nord, 2011

Abstract: Ludovic ancora non riesce a credere alla propria fortuna: decine di vecchie pellicole, alcune risalenti all'epoca del muto, comprate per una manciata di euro. Emozionato, si precipita nella sua saletta di proiezione e fa partire una bobina senza etichetta: e se fosse il capolavoro perduto di un grande regista? Invece sullo schermo compaiono una macchia nerastra e, in alto a destra, un cerchio bianco. Poi inizia il film. Dopo alcuni istanti, Ludovic si alza, fa qualche passo, inciampa, cade a terra. Non ci vede più. E diventato cieco. Nel cuore della notte, Lucie Henebelle riceve la telefonata di un uomo che non sente da anni: è il suo ex fidanzato Ludovic che, disperato, ha chiamato un numero a caso della rubrica. Lucie si precipita da lui per accompagnarlo in ospedale poi, assecondando il suo istinto di poliziotta, decide d'indagare sull'accaduto e, per prima cosa, fa analizzare il film maledetto a un esperto, scoprendo che è pieno di violentissime immagini subliminali. Dopo pochi giorni, però, l'uomo viene barbaramente ucciso: l'assassino gli ha tagliato le mani, cavato gli occhi e messo in bocca il biglietto da visita di Lucie... Nel frattempo, nel Nord della Francia, il commissario Francie Sharko è alle prese con una serie di orribili delitti: in un cantiere, sono stati ritrovati ben cinque cadaveri, con le mani tagliate e senza occhi. Un modus operandi che secondo l'Interpol, è identico a quello di alcuni omicidi avvenuti al Cairo sedici anni prima.

Il talismano della Villette
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Izner, Claude

Il talismano della Villette : romanzo / Claude Izner ; traduzione di Mara Dompe

[Milano] : Nord, 2011

Abstract: Parigi, febbraio 1894. È l'inverno più freddo del secolo e la città è sepolta sotto una spessa coltre di neve. Anche nella libreria Elzévir, al numero 18 di rue des Saints-Pères, l'atmosfera è glaciale. Non per colpa del clima, bensì per l'inatteso arrivo di Maurice Laumier, pittore, donnaiolo ed ex rivale in amore di Victor Legris. Questa volta, però, Maurice è venuto per chiedere aiuto: tre settimane prima, una sua cara amica è svanita nel nulla e ormai lui teme il peggio. Smanioso di gettarsi in una nuova avventura, Victor mette subito da parte i vecchi rancori e, quando il cadavere della donna viene scoperto nei pressi del dazio della Villette, si reca immediatamente sul luogo del delitto. Ed è proprio in quel quartiere popolare, girovagando fra i laboratori delle sartine e i locali insanguinati dell'enorme mattatoio di rue de Fiandre, che il libraio-investigatore s'imbatte nell'unico testimone dell'omicidio. Purtroppo i suoi ricordi sono annebbiati dall'alcol, tuttavia l'uomo gli consegna un medaglione con inciso un liocorno nero, trovato accanto alla vittima. Seguendo la pista di quello strano gioiello, Victor lascia quindi i bassifondi di Parigi per immergersi nei riti di una misteriosa società occulta, un ambiente tanto raffinato quanto pericoloso, dove gli iniziati sono disposti a tutto pur di custodire i loro segreti: perfino a uccidere...

Il rilegatore di Batignolles
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Izner, Claude

Il rilegatore di Batignolles : romanzo / Claude Izner ; traduzione di Maria Dompe'

Milano : Nord, [2010]

Abstract: Parigi, giugno 1893. Victor Legris l'ha solennemente promesso a Tasa, la sua fidanzata: basta con le indagini pericolose, basta indossare i panni di Sherlock Holmes, basta correre per tutta Parigi alla ricerca di qualche spietato assassino... D'ora in poi, sarà tutto casa e libreria. Ma la pace non si trova sugli scaffali della Libreria Elzévir, al numero 18 di rue de Saints-Pères, anche perché, da qualche giorno, la città intera è irrequieta: mentre l'ombra insanguinata della Comune sembra incancellabile, viene approvata una legge che limita la libertà di stampa e al Moulin Rouge, durante una festa studentesca, un'affascinante modella improvvisa uno strip-tease, cui fanno seguito una denuncia e una serie di scontri tra gli studenti dell'Accademia di Belle Arti e la polizia. In più, la gente è turbata dall'omicidio di uno smaltatore e dalla scomparsa di un tipografo, due misteri uniti dal fatto che, su entrambe le scene dei crimini, è stato trovato un enigmatico messaggio in cui si parla di un leopardo... Victor scalpita, però ci vuole un altro delitto per fargli rompere la promessa: la morte di un caro amico, il rilegatore Pierre Andrésy, nell'incendio del suo laboratorio. La caccia allora può cominciare ma, come sempre, avrà un esito del tutto imprevedibile.