Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2007
× Data 2013
× Editore Edizioni Ambiente <Milano>
× Nomi Verdon, John <1942->
Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Colitto, Alfredo <1958->
× Soggetto Droghe <traffico>

Trovati 4 documenti.

Mostra parametri
Il cartello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Winslow, Don <1953->

Il cartello / Don Winslow ; traduzione di Alfredo Colitto

Torino : Einaudi, 2015

Abstract: Adán Barrera, capo del cartello della droga più potente del mondo, è rinchiuso in un carcere di San Diego in isolamento. Art Keller, l'agente della Dea che lo ha arrestato dopo avergli ucciso il fratello e lo zio, vive nascosto in un monastero del New Mexico, dove fa l'apicoltore e cerca di dimenticare una vita di menzogne e false identità. Quando Barrera riesce a farsi trasferire in un carcere messicano e a riprendere le redini del cartello, la guerra della droga riparte con una brutalità senza precedenti. Anche Keller è costretto a tornare in azione immergendosi in un mondo nel quale onesti e corrotti, vittime e assassini, si trovano dall'una e dall'altra parte della frontiera.

Le belve
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Winslow, Don <1953->

Le belve / Don Winslow ; traduzione di Alfredo Colitto

Torino : Einaudi, 2015

Abstract: Due amici inseparabili, signori della marijuana a San Diego, contro i cartelli messicani, che vogliono assoggettarli o estrometterli dal mercato. Ben è un genio delle economie di scala, Chon un prodigio di forza fisica e addestramento militare. Soprattutto, Ben e Chon sono amici per la pelle, e hanno creato un piccolo regno coltivando e smerciando un prodotto speciale: la miglior marijuana degli Stati Uniti. Quando i cartelli messicani li minacciano, prima mandando loro un video nel quale mostrano la sorte riservata a chi non si conforma alla loro volontà, poi prendendo di mira Ophelia, la ragazza che entrambi amano, ai due amici non resta che entrare in campo aperto, e prepararsi a una battaglia senza esclusione di colpi. Perfettamente consapevoli che in gioco non è solo la loro impresa commerciale, ma la loro stessa vita.

I re del mondo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Winslow, Don <1953->

I re del mondo / Don Winslow ; traduzione di Alfredo Colitto

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Ben e Chon, gli eroi de Le belve, hanno avviato da non molto il loro business: coltivare e diffondere ad ampio raggio la miglior marijuana di tutta la California. Ma qualcuno non è disposto a lasciar loro mano libera, senza mantenere il controllo e incassare una percentuale sui loro traffici. Finché si tratta di combattere con gli sbirri corrotti che si sono fatti avanti per riscuotere la tangente, Ben e Chon possono anche cavarsela con pochi danni. Ma il gioco dietro il ricatto è molto più ampio, e coinvolge nomi insospettabili: un'intera cricca di surfisti e hippy che si sono stancati di predicare pace e amore e hanno deciso di accumulare denaro nel modo più efficace e rapido che esista al mondo: il traffico di stupefacenti. Una cricca in affari da più di trent'anni, di cui fanno parte anche i genitori di Ben e Chon, e che ha per capo Doc Halliday, re del surf, convertito alla cocaina e legato a doppio filo con i narcos messicani...

Le belve
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Winslow, Don <1953->

Le belve / Don Winslow ; traduzione di Alfredo Colitto

Torino : Einaudi, 2011

Abstract: Due amici inseparabili, signori della marijuana a San Diego, contro i cartelli messicani, che vogliono assoggettarli o estrometterli dal mercato. Ben è un genio delle economie di scala, Chon un prodigio di forza fisica e addestramento militare. Soprattutto, Ben e Chon sono amici per la pelle, e hanno creato un piccolo regno coltivando e smerciando un prodotto speciale: la miglior marijuana degli Stati Uniti. Quando i cartelli messicani li minacciano, prima mandando loro un video nel quale mostrano la sorte riservata a chi non si conforma alla loro volontà, poi prendendo di mira Ophelia, la ragazza che entrambi amano, ai due amici non resta che entrare in campo aperto, e prepararsi a una battaglia senza esclusione di colpi. Perfettamente consapevoli che in gioco non è solo la loro impresa commerciale, ma la loro stessa vita.