Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2007
× Editore Rizzoli <casa editrice>
× Genere Novelle, racconti brevi
× Nomi Simenon, Georges <1903-1989>
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2010

Trovati 431 documenti.

Mostra parametri
Panico
0 0 0
Materiale linguistico moderno

McCloy, Helen

Panico / Helen McCloy

Milano : Polillo, 2010

Abstract: Con l'improvvisa morte dello zio Felix, avvenuta di notte per una violenta crisi cardiaca, la giovane Alison Tracey non solo ha perso il suo unico punto di riferimento nella vita, ma anche la fonte dei suoi redditi e la casa dove vive a New York. Nonostante facesse da segretaria allo zio, non immaginava che la situazione finanziaria della famiglia fosse così critica e, soprattutto, era all'oscuro della sua passione per la decrittazione dei codici. Così quando il colonnello Armstrong dell'Intelligence si presenta a casa per ritirare un fascicolo segreto sostenendo che zio Felix stava elaborando un cifrario militare inattaccabile, Alison non ha idea di come aiutarlo. Ricorda solo di aver visto uno strano foglio, pieno di lettere apparentemente alla rinfusa, e di averlo gettato nel cestino poco prima. Ma ora quel foglio è scomparso. Su consiglio del cugino Ronnie, Alison decide di cambiare aria e trasferirsi per qualche tempo nel vecchio cottage di montagna nel quale era solita passare l'estate. Nella completa solitudine di quel luogo isolato, e con la sola compagnia del suo vecchio cane, la ragazza cerca di riprendersi dal lutto e di riflettere sul futuro. Ma tutt'a un tratto il misterioso foglio ricompare nella tasca della sua vestaglia. E nel silenzio irreale della notte, strani e insistenti rumori si sentono al di là della porta...

Gli occhi del deserto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ferraris, Zoë <1972->

Gli occhi del deserto / Zoe Ferraris

Milano : Piemme , 2010

Abstract: [Segnalato da Biblioteca di San Giorgio]

La lenta fine di Luciana B.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Martinez, Guillermo <1962->

La lenta fine di Luciana B. : romanzo / Guillermo Martinez ; traduzione di Jole Da Rin

Milano : Mondadori, 2010

Abstract: Sono passati dieci anni da quando lo scrittore e io narrante ha visto per l'ultima volta Luciana B., allora seducente studentessa universitaria poco più che ventenne. L'aveva assunta per un mese come dattilograta perché, essendosi fratturato un polso, lo aiutasse nella stesura di uno dei suoi primi romanzi, e aveva finito con l'innamorarsene. La loro intesa però si era interrotta sul nascere, e Luciana era tornata al normale lavoro di segretaria personale di un giallista di successo di nome Kloster, con cui si manteneva agli studi. Ora Luciana torna prepotentemente nella vita dell'io narrante per chiedergli a sua volta aiuto, sapendo che lui è l'unico che può crederle. Non resta più niente della bella e allegra ragazza di un tempo. Oggi lei è una donna disperata e precocemente sfiorita. Ha visto morire i suoi cari uno dopo l'altro in circostanze apparentemente accidentali: il fidanzato, i genitori, il fratello. Ma è convinta che dietro la regolarità metodica dei decessi si nasconda un piano omicida, che proprio Kloster avrebbe messo in atto per vendicarsi del rifiuto che lei ha opposto alle sue morbose pretese sessuali. Il timore di Luciana è di essere la prossima della lista, insieme alla sorella minore. Perciò vive nel terrore, scrutando ogni ombra e ogni persona che attraversi il suo cammino. E solo ossessione la sua, oppure Kloster ha davvero ideato la più diabolica delle vendette?

Hanno preferito le tenebre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Monda, Antonio <1962->

Hanno preferito le tenebre : dodici storie del male / Antonio Monda

Milano : Mondadori, 2010

Abstract: Perché preferiamo il male? Esiste davvero una forza oscura e misteriosa capace di esercitare sull'animo umano una potenza tanto irragionevole da farci compiere i gesti più efferati, le violenze più perfide? Sin dall'inizio della storia, gli uomini e le donne hanno schiacciato, umiliato e ucciso il prossimo. Lo hanno fatto per accrescere il proprio potere, per appropriarsi di qualcosa o di qualcuno che non avevano, per sentirsi più forti, per sentirsi migliori. La luce è venuta al mondo ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie è scritto nel passo del Vangelo di Giovanni da cui trae origine il titolo di questo libro. In dodici racconti, Antonio Monda compie un viaggio nell'universo terribile ed enigmatico del male: dall'omicidio irrisolto di Elizabeth Short - la celebre Dalia Nera - al massacro di Bel Air perpetrato dalla banda di Charles Satana Manson, dal mistero von Bulow ai grandi casi di cronaca che hanno ispirato celebri romanzi e film. Atmosfere inquietanti, storie nere che mostrano un'aberrante logica criminale; altre che, invece, non ne possiedono alcuna; intrighi e segreti che non hanno mai avuto soluzione, ma se è vero che le storie inspiegabili procurano maggiore sgomento, è ancor più vero che ogni atto di violenza rivela la fragilità e la fallacia di chi ritiene che la natura dell'essere umano sia esclusivamente e imprescindibilmente positiva.

Nessuna identita'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La Plante, Lynda <1943->

Nessuna identita' / Lynda La Plante

Milano : Garzanti, 2010

Abstract: Londra, un covo di spacciatori nella periferia più malfamata. Il cadavere è steso bocconi sul pavimento sudicio, in mezzo a rifiuti e vetri rotti. Potrebbe sembrare il solito regolamento di conti fra piccoli criminali, ma c'è qualcosa che non quadra e Anna Travis lo capisce subito, appena arriva sul luogo del delitto. La vittima è vestita con estrema eleganza, un'eleganza che stona in mezzo a quello squallore. E quando viene confermata l'identità del morto, Anna ne ha la prova: si tratta di Frank Brandon, un ex poliziotto che ha lavorato con lei in varie occasioni. Perché un uomo dalla reputazione integerrima come la sua ha fatto una fine del genere in un ambiente tanto degradato? Anna si butta a capofitto nell'indagine. Scoprire il prima possibile la verità le farà guadagnare la stima dell'ispettrice capo Carol Cunningham, suo nuovo superiore, una donna severa e inflessibile che la guarda con sospetto e mette in dubbio il suo operato; ma soprattutto la aiuterà a non pensare più a James Langton, suo ex capo ed ex amante, un uomo che riesce ancora a turbarla profondamente, a causa di un torbido e inconfessabile segreto di cui Anna è l'unica depositaria. Ma quello che Anna non sa è che sta per imbattersi in un caso che potrebbe essere molto più grande di lei.

Spade & Archer
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gores, Joe <1931-2011>

Spade & Archer / Joe Gores ; traduzione di Roberto Agostini

Milano : Mondadori, 2010

Abstract: Quando Sam Spade viene coinvolto nel caso del falcone maltese sappiamo cosa aspettarci: corruzione, donne astute e manipolatrici, un groviglio di conflitti irrisolti. Sappiamo che il suo ultimo socio, Archer, era un figlio di puttana; che Spade ha avuto una relazione con sua moglie Iva; che Effie Perine, la sua segretaria, è l'unica figura innocente della sua vita. Ciò che non sappiamo è come Spade sia diventato quello che è. Ora Spade & Archer completa il quadro. 1921. Dopo aver lasciato la Continental, Spade avvia una sua agenzia di investigazioni a San Francisco, e ben presto i clienti bussano alla sua porta. I sette anni successivi lo vedono alle prese con delinquenti da fronte del porto, persone scomparse, morti misteriose, frodi bancarie e contrabbandieri d'oro. Eventi che, in qualche caso, nascondono collegamenti inquietanti. Spade sceglie Miles Archer come suo socio, nonostante gli abbia rubato la ragazza e l'abbia sposata mentre lui era al fronte durante la Prima guerra mondiale. Si ritroverà legato a un delinquente che non ha mai rinunciato a fargliela pagare per aver mandato a monte quello che sarebbe stato il colpo perfetto. E si innamorerà, anche se le cose non andranno per il meglio. In questo prequel del Falcone maltese, Joe Gores proietta il lettore nell'atmosfera brumosa e sinistra della San Francisco ai tempi del proibizionismo, delle prime dure lotte sindacali, funestata da gangster incalliti e senza pietà.

Il passeggero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jacobsen, Steffen

Il passeggero / Steffen Jacobsen ; traduzione di Eva Kampmann

Milano : Kowalski, [2010]

Abstract: Due caprioli assistono, per una volta da spettatori, a una ben strana battuta di caccia: Jacob Nellemann, brillante pubblicitario, cade a terra colpito a morte da una freccia. La vittima era in visita nella tenuta dell'amico di sempre, il ricco armatore - ed ex capitano delle forze speciali - Axel Nobel. Ma perché l'arma del delitto è stata manomessa? Perché la punta della freccia è sparita? Quanto l'amicizia tra i due era realmente solida? A Copenaghen l'ispettore capo Philipsen preferirebbe dedicarsi agli amati soldatini inglesi piuttosto che affrontare queste domande, ma deve affidarsi ancora una volta al commissario Robin Hansen, il traditore che ha scelto un comodo part-time per dedicarsi alla seconda moglie e alla sua nuova famiglia allargata. Hansen, del resto, si godrebbe volentieri gli ultimi scampoli delle vacanze ma accetta l'incarico. La sua indagine sconfina presto ben oltre la tesi dell'incidente di caccia e trasforma possibilità remote in probabilità evidenti, portandolo lontano, fin sull'Isola degli Orsi, nelle Svalbard, dove Nellemann e Nobel erano naufragati due anni prima in circostanze misteriose. In Norvegia Hansen viene catapultato in una realtà surreale e affascinante, abitata da uomini che osservano il cielo e studiano i misteri dei venti mentre il mare, piano piano, riporta a galla i pezzi di una storia che qualcuno vorrebbe tenere segreta.

Palpebre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Canova, Gianni <1954->

Palpebre / Gianni Canova

Milano : Garzanti, 2010

Abstract: A volte per cambiare un destino basta uno sguardo. Uno sguardo come quello che Giovanni Vigo posa su una donna giovane e troppo bella. Uno sguardo che lo spinge a seguirla in uno dei bagni dell'Università Statale di Milano, dove lei entra con un uomo. È così che Giovanni Vigo, studioso delle pene che Dante infligge alle anime dei peccatori nel Purgatorio, si trova a essere l'unico testimone di un omicidio che non lascia tracce. Quel delitto diventa un'ossessione, soprattutto quando viene ritrovato il cadavere dell'uomo, orrendamente mutilato. Per rintracciare Mia, la giovane donna sfuggente e misteriosa, Vigo chiede aiuto all'amico Simmel, cronista di nera. Ben presto Vigo e Simmel si trovano alle prese con una pericolosa organizzazione, che promette di soddisfare le richieste più estreme.

Veritas
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mintz, Patrizia

Veritas / Patrizia Mintz

Milano : Piemme, c2010

Abstract: Un giorno come tanti altri, quello, per il vice questore Michele Arlia, sulla cinquantina, napoletano trapiantato nella capitale e, soprattutto, decisamente lontano dallo stereotipo del poliziotto atletico e senza cervello. Come ogni mattina è alla sua scrivania, con la pipa in bocca, spenta, purtroppo, la giacca già macchiata alle dieci e il cigolio della sedia a ricordargli che è ora di perdere almeno uno dei suoi centoquaranta chili. E poi, quella maledetta telefonata: a San Clemente una turista americana ha denunciato la scomparsa del marito durante una visita guidata e il caso ricade sotto la giurisdizione di Arlia. Più scocciato all'idea di dover lasciare le comodità dell'ufficio che preoccupato dal caso - ordinaria amministrazione - il vice questore raggiunge il luogo della sparizione. Ad attenderlo, un'atroce scoperta: all'interno della nicchia ricavata in una parete giace l'uomo scomparso. Il corpo pare essere stato oggetto di un sadico rituale: evirato, con una ferita profonda sotto la scapola destra, le narici completamente ustionate. Per Arlia sarà il primo di una serie di omicidi che prevedono tutti questa stessa procedura. Solo la sua passione per la storia dell'arte e per l'archeologia lo porterà a capire che i delitti sono legati all'antico culto di Mithra e che i luoghi di sepoltura costituiscono un disegno ben preciso che collega i sotterranei romani. La sua è una lotta contro il tempo e contro un assassino che pare volerlo coinvolgere in un gioco perverso.

Adamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dekker, Ted

Adamo / Ted Dekker ; traduzione di Annamaria Raffo

Milano : Mondadori, 2010

Abstract: Daniel Clark, profiler e agente speciale dell'FBI, lavora da oltre un anno al caso più difficile della sua vita: Eva. Un serial killer che uccide una donna al mese, a ogni luna nuova, secondo un allucinante rituale frutto di una mente estremamente lucida e organizzata, sconvolta da manie religiose. Le vittime non subiscono alcuna violenza, né fisica né sessuale; la morte subentra lentamente per una malattia sconosciuta dal decorso del tutto simile alla meningite. Ma chi è Eva? Nonostante l'accurato profilo tracciato da Daniel, per l'FBI la sua identità resta il più impenetrabile dei misteri. Poi una notte Eva cambia le carte in tavola, la vittima prescelta questa volta è un uomo. Eva vuole il suo primo Adamo, e sceglie Daniel. Per un breve, terribile istante, il profiler riesce a vedere il volto dell'assassino, poi uno sparo e il buio. Tecnicamente morto, come per miracolo Daniel viene rianimato. Al risveglio, però, non ricorda nulla della sparatoria, il volto di Eva si è inabissato nella sua mente e da quel momento la vita di Daniel diventa un vero inferno, scandito da feroci attacchi di panico, da incubi che non danno tregua e dal disperato desiderio di far riemergere dalle profondità del suo cervello le immagini di quella notte. Proprio quando l'agente è allo stremo delle forze, Eva compie la più sorprendente delle mosse, costringendo Daniel a rimettere in discussione le proprie convinzioni sulla vita e sulla morte, sul bene e sul male.

Vampire Trinity. Skarlet
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Emson, Thomas

Vampire Trinity. Skarlet : romanzo / Thomas Emson

Roma : Newton Compton, 2010

Abstract: Skarlet, una pillola rossa, con una K impressa sopra: è così che l'incubo ha inizio. Chi la ingoia muore, apparentemente, per risvegliarsi dopo 48 ore esatte, assetato di sangue, trasformato in vampiro. Jake Lawton, ex soldato, si trova incastrato in un diabolico piano per creare una legione di vampiri e sovvertire l'ordine dello Stato. Ricercato dalla polizia che lo accusa di aver venduto la pillola rossa, dovrà combattere contro il crescente esercito di sanguinari. Per lui e i suoi pochi alleati (una giornalista, un piccolo spacciatore e un antropologo) il pericolo assumerà diverse forme: dai poliziotti corrotti ai media che diffondono il terrore, ai vampiri che infestano le strade. Ma qualcosa di ben più terribile si nasconde nel sottosuolo, qualcosa che attende di risorgere per regnare in una città di schiavi umani: una Trinità di demoni vampiri.