Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2007
× Editore Rizzoli <casa editrice>
× Editore Longanesi <casa editrice>
× Editore Mondadori <casa editrice>
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2010
× Editore Edizioni E/o <Roma>

Trovati 11 documenti.

Mostra parametri
West side Transilvania
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Marks, John <1963->

West side Transilvania / John Marks ; traduzione dall'inglese di Nello Giugliano

Roma : E/O, 2010

Abstract: Una giovane reporter americana arriva in Romania per un'intervista con Ion Torgu, misteriosa figura di spicco della malavita nell'Europa dell'Est. Giunta sui monti della Transilvania si accorge però che il suo non sarà un semplice viaggio di lavoro, e l'incontro con Torgu la segnerà irrimediabilmente. Perché Torgu è un vampiro. Ma la provenienza transilvana è l'unica caratteristica che ha in comune con le creature rese celebri dalla penna di Bram Stoker e poi da tanti altri film e libri. Niente più zanne acuminate, ma denti neri e gengive marce; niente assalti notturni, ma omicidi rozzi e brutali con un coltello e un secchio per raccogliere il sangue. Il vampiro di John Marks non è una creatura ultraterrena, la sua è più che altro una condizione spirituale, un rapporto morbosamente intimo con la sofferenza che nel corso dei millenni l'uomo ha causato a sé stesso. Beve il sangue delle sue vittime per dissetare i morti che gli parlano nella testa, che gli raccontano storie atroci di massacri, guerre e genocidi. Immortale, rivive di continuo le morti altrui. E quale luogo può chiamarlo a sé con più forza della New York ancora segnata dall'enorme cicatrice dell'11 settembre? Una lunga e sofferente riflessione sulla condizione umana. Un mosaico narrativo, dove l'orrore e la paura sono esplorate nel loro aspetto e impatto psichico e dove il mostro è una creatura gravata dal fardello di una lunga litania di nomi: le innumerevoli città, i paesi e i villaggi in cui l'uomo ha versato il sangue dell'uomo.

La libreria del buon romanzo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cosse', Laurence

La libreria del buon romanzo / Laurence Cosse' ; traduzione dal francese di Alberto Bracci Testasecca

Roma : Edizioni e/o, [2010]

Abstract: Un misantropo appassionato di Stendhal, nascosto in un villaggio della Savoia, viene misteriosamente rapito e abbandonato in una foresta. Una bella signora bionda, esperta guidatrice, perde il controllo dell'auto e finisce fuori strada. Intanto in Bretagna un uomo che ogni giorno faceva la sua passeggiata in riva al mare incontra due sconosciuti che lo terrorizzano. Ma il lettore capisce presto che questo non è un classico romanzo poliziesco. Gli aggressori non sono né agenti segreti né trafficanti. Non aggrediscono dei duri ma delle persone miti. Ce l'hanno in particolare con un libraio ribelle, con una malinconica ereditiera e con la libreria che i due hanno creato senza mai pensare che potesse suscitare tanto odio. Chi, tra gli appassionati della letteratura, non ha mai sognato di aprire una libreria ideale dove si vendessero solo i libri più amati? Lanciandosi nell'avventura, Francesca e Ivan, i due librai, sapevano che non sarebbe stato facile. Come scegliere i libri? Come far quadrare i conti? Ma ciò che non avevano previsto era il successo. Un successo che però scatena una sorprendente sfilza di invidie e aggressioni.

Il dossier Gerusalemme
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stone, Joel

Il dossier Gerusalemme / Joel Stone ; traduzione dall'inglese di Nello Giugliano

Roma : Edizioni e/o, [2010]

Abstract: In una Gerusalemme teatro del continuo conflitto tra arabi ed ebrei si aggira Levin, un ex agente dei servizi segreti israeliani. Ormai incapace di trovare la propria collocazione in una città fatta di schieramenti e fazioni, Levin ritrova la vita quando un amico gli chiede di indagare sulla moglie. Seguendo Deborah per le vie della città sacra, Levin ci accompagna per i vicoli tortuosi dei propri dilemmi esistenziali, della difficile convivenza anche ideologica con gli attacchi dei kamikaze e con le violente ritorsioni delle forze israeliane. E quando il presunto amante della donna cade vittima di quello che sulle prime pareva l'ennesimo attentato terrorista di matrice araba ecco che per Levin si presenta un altro momento di ambiguità, un nuovo motivo di indecisione. Continuerà a indagare sulla misteriosa e sensuale Deborah, ma sarà al contempo da lei assunto per far luce su quest'ultimo delitto.

Danza macabra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Heinichen, Veit <1957->

Danza macabra / Veit Heinichen ; traduzione dal tedesco di Maria Paola Romeo ed Elena Tonazzo/Grandi & associati

Roma : Edizioni e/o, 2010

Abstract: A Trieste esplode una bomba, ma la polizia se ne accorge solo dopo che la notìzia è già stata diffusa. Una faccenda inammissibile per il commissario Proteo Laurenti, il quale non sospetta che i Drakic, suoi nemici giurati, siano tornati in città per perseguire i propri intenti criminosi. Viktor e Tatjana Drakic però hanno soprattutto un desiderio: vendicarsi di Laurenti una volta per tutte. Le società del benessere producono valanghe di scorie. Che farne? La risposta arriva da un'azienda specializzata nello smaltimento dei rifiuti che conduce i propri affari negli uffici del consolato di un piccolo quanto sconosciuto paese dell'Est. Non c'è alcun dubbio: con la spazzatura si guadagna, soprattutto se si è in grado di sfruttare le leggi a proprio vantaggio. Quando però in uno di quegli uffici viene trovata una giovane massacrata di botte il caso finisce sul tavolo di Laurenti. Nel corso delle indagini il commissario si imbatte in affari criminosi di enorme portata; tuttavia il nesso con il consolato, ma soprattutto con i Drakic, all'inizio gli sfugge. I criminali hanno dunque tutto il tempo per tramare alle spalle dell'odiato Laurenti e organizzare il suo assassinio.

Tredici ore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Meyer, Deon <1958->

Tredici ore / Deon Meyer ; traduzione dall'inglese di Claudia Valeria Letizia

Roma : E/o, 2010

Abstract: È l'alba e una ragazza corre a perdifiato su per la montagna che domina la splendida baia di Città del Capo. Cerca di sfuggire a un misterioso gruppo di inseguitori che durante la notte hanno brutalmente ucciso la sua amica, ma non sa dove andare né a chi chiedere aiuto. A qualche ora di distanza viene scoperto l'omicidio di un noto discografico, trovato morto in casa sua accanto alla moglie ubriaca. L'ispettore Bennie Griessel viene chiamato a coordinare entrambe le indagini, portate avanti da una generazione nuova di tutori dell'ordine che rispecchia la mescolanza di etnie del paese. Ma l'impresa è ardua per il navigato poliziotto, combattuto fra alcolismo, guai in famiglia, conflitti professionali, imperativi politici e l'impellenza di trovare la ragazza prima che sia troppo tardi. Il tempo fugge e Griessel ha solo tredici ore... Deon Meyer ritrae una vicenda che ci mostra i diversi volti del nuovo Sudafrica, un paese in cui la razza e il colore della pelle continuano a regolare rapporti sociali ed economici e in cui accanto al fantasmagorico scenario dei mondiali di calcio esiste una realtà dura fatta di povertà, aspri contrasti e speranze struggenti per chi cerca ancora in questa terra promessa un futuro migliore, costi quel che costi.

Fotofinish
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Topin, Tito <1932->

Fotofinish / Tito Topin ; traduzione dal francese di Maruzza Loria

Roma : E/o, 2010

Abstract: Chi era André? Un fascista membro di un gruppo che vuole salvare il protettorato a tutti i costi o un comunista partigiano della causa di liberazione del Marocco? Un seducente eroe dell'ombra o un vigliacco mitomane? Il figlio di un eroico aviatore caduto alla fine della Seconda guerra mondiale o piuttosto di un vivo, ma miserabile funzionario coloniale? Al termine di un'indagine che ricostruisce la vita trepidante di un gruppo di amici abitati da passioni amorose e politiche, Valentine e Christian troveranno la verità atroce e dolorosa della vita di André, che è anche quella della loro vita. I due atterrano a Casablanca, dove non erano più tornati da quarant'anni. Stanno insieme da sempre, ma si capisce subito che il grande amore della vita di Valentine è stato André, del cui misterioso suicidio cercano di capire le cause. Incontrano uno alla volta alcuni uomini e donne, che hanno conosciuto André e con cui hanno diviso la loro giovinezza sul finire del protettorato francese in Marocco. Dietro la verità ambigua che cercano di ricostruire emerge il ritratto struggente di una generazione divisa tra dolce vita coloniale, ansie di ribellione, suggestioni esistenzialiste e confronto con la fine di un mondo.

La maledizione del dio del fiume
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Konaté, Moussa

La maledizione del dio del fiume / Moussa Konate ; traduzione dal francese di Valeria Malatesta

Roma : Edizioni e/o, [2010]

Abstract: In Mali, nel villaggio di Kokri lungo le rive del fiume Niger, vivono i pescatori di etnia boxo, profondi conoscitori del mondo acquatico e dei suoi misteri. Un giorno, durante la stagione secca, una tempesta sconvolge la loro vita lasciandosi dietro, al mattino, i corpi senza vita del capovillaggio e della sua sposa. Il commissario Habib e il suo fedele ispettore Sosso vengono incaricati di scoprire la causa di quelle morti inquietanti. Per i boxo, legati alle antichissime tradizioni della loro terra, la spiegazione è priva di misteri: Maa il Lamantino, il dio delle acque, si è vendicato. Figlio del continente nero, formatosi alla scuola dei bianchi, il commissario Habib dovrà condurre l'inchiesta destreggiandosi fra antiche credenze e incalzanti sospetti, l'Islam e l'animismo, la necessità di ascoltare gli anziani del villaggio e il bisogno di trovare le prove per giungere alla soluzione del caso. L'indagine però non sarà soltanto la ricerca della verità, ma una vera e propria avventura, affascinante e coinvolgente, scandita dal ritmo epico di concezioni ancestrali.

La rivolta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aurousseau, Nan

La rivolta / Nan Aurousseau ; traduzione dal francese di Emanuelle Caillat

Roma : Edizioni e/o, [2010]

Abstract: Per le scale rimbombava come un'eco la voce di un educatore a cui si impediva di intervenire: Non picchiateli! Non picchiateli!. I rivoltosi avevano resistito tutto il giorno. La squadra antisommossa era riuscita a domarli solo dopo il crepuscolo, sotto un nutrito lancio di lacrimogeni. Nella sezione ordinaria i ragazzi avevano spaccato tutto e alcuni avevano bruciato le celle per solidarietà con i ribelli. Le guardie erano intervenute ai vari piani e c'erano andate giù pesante. Una cinquantina di detenuti si era ritrovata in isolamento, e i trenta più agguerriti che avevano resistito fino all'ultimo erano stati spediti nella sezione disciplinare degli adulti, blocco 3. L'educatore, l'unico dell'Unità Educativa in servizio quel giorno, non poteva fare più niente per loro. Eppure aveva sudato sette camicie durante la rivolta. Era riuscito a raggiungere i ribelli sul tetto nella speranza di farli ragionare. Ma erano tutti fuori di testa. Erano andati allegramente al massacro. Roba da pazzi. La rivolta è un noir implacabile, aspro ma profondamente umano. Nan Aurousseau ci fa penetrare in un universo carcerario ultraviolento dove la brutalità, la disperazione e il tormento incontrano il miracolo del riscatto. L'inferno della detenzione visto dagli occhi di chi l'ha vissuto sulla propria pelle.

Safari di sangue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Meyer, Deon <1958->

Safari di sangue / Deon Meyer ; traduzione dall'inglese di Claudia Valeria Letizia

Roma : Edizioni e/o, [2010]

Abstract: Per scoprire il mistero della scomparsa del fratello, avvenuta vent'anni prima, e delle recenti aggressioni contro di lei, Emma Le Roux ingaggia una guardia del corpo, il taciturno Lemmer, un uomo d'azione dal passato indecifrabile che l'accompagna attraverso il Sudafrica in un viaggio costellato da pericoli inattesi. Il fratello di Emma lavorava per la difesa della natura e degli animali al parco nazionale Kruger quando scomparve nel corso di misteriose manovre militari ai tempi dell'apartheid. Per ritrovarlo, sua sorella e il suo bodyguard Lemmer si addentrano in una fitta rete di segreti militari, conflitti razziali, interessi turistici, bracconieri di elefanti.

Amsterdam
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tex, Charles den <1952->

Amsterdam : la rete uccide / Charles den Tex ; traduzione dal nederlandese di David Santoro

Roma : E/O, 2010

Abstract: Amsterdam: Michael Bellicher lavora per una delle più grandi agenzie di consulenza del mondo. Tutto ciò che desidera sembra a portata di mano. Finché un giorno, dopo cinque anni, rivede il fratello. L'incontro, sorprendente e di cui il lettore scoprirà le circostanze solo più avanti, mette in questione la sua stessa identità. Michael crolla e viene licenziato. Per non farsi buttar fuori, una notte si nasconde nella mensa dell'impresa, e diventa per caso testimone di qualcosa che non avrebbe mai dovuto vedere. Da quel momento è braccato dalla polizia e da personaggi misteriosi quanto spietati. Ovunque si rifugi incappa nello sfuggente signor Miller, che sembra sapere tutto di lui. Attraverso il controllo del web una misteriosa organizzazione spia le vite di milioni di persone e ogni mossa dello stesso Michael braccato per le vie di Amsterdam. La pervasività della tecnologia dell'informazione, la solitudine dell'individuo e la fragilità dell'identità personale sono i temi che affiorano in questo thriller dell'era Internet e che den Tex racconta con una scrittura secca e coinvolgente.

Donne a perdere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pulixi, Piergiorgio <1982-> - Ledda, Michele <1970-> - Auriemma, Ciro <1975-> - Troffa, Renato <1976->

Donne a perdere : tre romanzi sabot / prefazione di Massimo Carlotto

Roma : Edizioni e/o, [2010]

Abstract: La scelta di riunire in un unico volume ben tre romanzi di autori diversi nasce dal desiderio di rivendicare e festeggiare un percorso di formazione e scrittura collettiva avviato da Massimo Carlotto con Perdas de Fogu. Scelta facilitata anche dal tema comune: donne a perdere... Nel caso di Soluzioni finanziarie di Michele Ledda il destino di una prostituta d'alto bordo si intreccia con quello di un direttore di banca dal passato oscuro, di un imprenditore con problemi di liquidità e di un colletto bianco legato alla criminalità organizzata. In Sette giorni di maestrale di Ciro Auriemma e Renato Troffa un uomo e una donna, entrambi ostaggio di una doppia vita spesa tra night e club molto particolari, vengono risucchiati in una spirale morbosa che li porterà negli splendori festaioli di una Costa Smeralda sempre più perfetta lavatrice del denaro sporco della criminalità organizzata. Miriana, protagonista di Un amore sporco di Piergiorgio Pulixi, è albanese, bellissima, ma è una schiava sessuale. Marcello, infermiere e cliente casuale, se ne innamora perdutamente. Un noir che svela i meccanismi criminali che sfruttano la schiavitù sessuale di giovani donne dell'Est europeo.