Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2007
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Londra
× Lingue Italiano
× Nomi Morpurgo, Marina <1958->
× Paese Italia
× Data 2013

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
Agatha Raisin e il mago di Evesham
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Beaton, M. C. <1936->

Agatha Raisin e il mago di Evesham / M. C. Beaton ; traduzione di Marina Morpurgo

Milano : Astoria, 2013

Abstract: Anche per Agatha è arrivato il momento da tante temuto: sono spuntati i primi capelli grigi. Dopo aver provato a risolvere il problema in modo casalingo, sbucando dal bagno con i capelli sfumati di un atroce color viola, Agatha decide di provare quello che le signore locali definiscono il mago, e cioè John, il parrucchiere di Evesham. L'uomo oltre a essere bravo è anche di gran fascino, e Agatha si abbandona, come solo lei sa fare, a qualche sogno a occhi aperti: lei nelle braccia del Mago, James che la vede e finalmente capisce... Torna quindi con una certa frequenza a Evesham, anche perché mai era stata così ben pettinata, ma prima che qualcosa si possa realizzare, il parrucchiere, durante una messa in piega, cade a terra e muore, avvelenato. I sogni d'amore di Agatha nuovamente s'infrangono. Chi sarà il colpevole?

Agatha Raisin e la sorgente della morte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Beaton, M. C. <1936->

Agatha Raisin e la sorgente della morte / M. C. Beaton ; traduzione di Marina Morpurgo

Milano : Astoria, 2013

Abstract: Delusa per l'ennesima volta da James, che a Cipro l'ha addirittura abbandonata, Agatha torna a casa depressa e apatica. Cerca di distrarsi partecipando alle riunioni delle Dame di Carsely, ma anche lì non trova nulla che la interessi. Si dibatte, infatti, della proposta che l'azienda idrica appena fondata ha fatto al consiglio comunale di Ancombe, un villaggio vicino, e cioè di prelevare giornalmente l'acqua della sorgente del posto, dietro pagamento. Nel consiglio ci sono due schieramenti opposti, chi pensa sia bene accettare, perché il comune incassa dei soldi e non si fa del male a nessuno, e chi sostiene che sarebbe un'indegna commercializzazione di un bene comune... Agatha trova tutto ciò piuttosto noioso, fino a quando, su richiesta del suo vecchio amico-nemico Roy Silver, decide di curare il lancio dell'azienda idrica. E appena presa la decisione, s'imbatte nel corpo del presidente del consiglio comunale proprio sotto la sorgente. Era piuttosto anziano, il morto: è scivolato e ha battuto la testa o qualcuno lo ha ucciso? Agatha si mette a investigare: riuscirà a ottenere l'aiuto di James e a riprendere in tal modo la loro relazione?

Agatha Raisin e la turista terribile
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Beaton, M. C. <1936->

Agatha Raisin e la turista terribile / M. C. Beaton ; traduzione di Marina Morpurgo

Milano : Astoria, 2013

Abstract: Devastata dal fallito matrimonio con James, Agatha davvero non sa più cosa fare. E, come spesso le succede, decide per il peggio. Segue James a Cipro, dove il marito mancato è andato per cercare di riprendersi dalla vergogna e dallo smacco subito. Arrivata in albergo e non trovando James, Agatha si concede una gita in barca e lì conosce un gruppo mal assortito di turisti inglesi. Tre, due uomini e una donna, erano tipici esponenti delle classi alte, con abiti costosi e voci raglianti. Appartenevano a quello strato sociale che ha adottato tutti i modi peggiori dell'aristocrazia, e nessuno di quelli migliori. In modo assolutamente incomprensibile, il gruppetto fa amicizia con un altro trio, due uomini e una donna, che sono l'esatto opposto. Provenienti dalle classi popolari, si sono arricchiti durante gli anni della Thatcher, e potrebbero comprarsi in un boccone il trio che li guardava con tanto disprezzo. Agatha segue con un certo stupore l'evolversi dei rapporti tra questi personaggi così diversi tra loro e, non trovando James, li frequenta per un po'. Fino a quando una del gruppo non viene assassinata...