Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi De Giovanni, Maurizio <1958->
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2013
× Materiale Registrazioni non musicali
× Data 2012
× Editore Giulio Einaudi editore <Torino>

Trovati 10 documenti.

Mostra parametri
Le solitudini dell'anima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Le solitudini dell'anima / Maurizio De Giovanni ; prefazione di Paola Egiziano

[Milano] : Rizzoli, 2017

Abstract: Una nuova antologia dall'autore del commissario Ricciardi. Storie incisive, misteriose, nere ma anche piene di humour, dove la trama e la maestria nella creazione di personaggi unici si mescola a temi forti, di strettissima attualità. Si va dalla riflessione sul potere di "Un mestiere come un altro" al tema dell'immigrazione in "Fastidio", da storie di amore e dolore come "Tu, e il nuovo anno" e "Ti voglio bene" a racconti più squisitamente legati a Napoli, come "Respirando in discesa" e "La Saponata ai Quartieri Spagnoli", fino a vicende decisamente divertenti e umoristiche come "Robin Food" e "Le beffe della cena". Non mancano storie noir e misteriose, come "II purificatore" e "La piazza nascosta". Prefazione di Paola Egiziano.

I guardiani
0 1 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

I guardiani / Maurizio De Giovanni

[Milano] : Rizzoli, 2017

Abstract: Napoli non è una città come le altre. Napoli non è neppure una città sola. Perché sotto quella che conosciamo ce n'è una sotterranea, nascosta agli occhi del mondo, con il buio al posto della luce. Marco Di Giacomo l'aveva intuito, un tempo, quando era un brillante antropologo e aveva un talento unico nell'individuare collegamenti invisibili tra le cose. Poi qualcosa non ha funzionato e ora, ad appena quarant'anni, non è altro che un professore universitario collerico e introverso, con un solo amico, il suo impacciato ma utilissimo assistente Brazo Moscati. Considerati folli per le loro accanite ricerche sui culti antichi, i due sono costante oggetto dell'ironia di colleghi e studenti. Perciò nessuno si meraviglia quando il direttore del loro dipartimento li spedisce a fare da balie a una giornalista tedesca venuta in Italia per scrivere un pezzo sensazionalistico sui luoghi simbolo dell'esoterismo. Per liberarsi della seccatura, Marco chiede aiuto a sua nipote Lisi, ricercatrice anche più geniale dello zio ma con una preoccupante passione per le teorie complottiste. I quattro s'imbatteranno in una lunga catena di reati e strani eventi, scoprendosi parte di un disegno che potrebbe coinvolgere l'intera umanità. Soltanto Maurizio de Giovanni poteva scrivere questo romanzo, che nasce dalla conoscenza profonda di una città e della sua gente ma si spinge molto più lontano, mettendo in discussione tutte le categorie, comprese quelle letterarie, per inseguire una verità che forse avevamo davanti da sempre e non abbiamo mai voluto vedere. E questo è l'inizio. Solo l'inizio.

Buio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Buio : per i bastardi di Pizzofalcone / Maurizio De Giovanni

[Roma] : La biblioteca di Repubblica-L'Espresso, 2016

Abstract: Nel tepore ingannevole di un maggio malato, il raccogliticcio gruppo di investigatori comandato da Gigi Palma si trova a fronteggiare un crimine terribile: un bambino di dieci anni, nipote di un ricco imprenditore, è stato rapito. Le indagini procedono a tentoni, mentre il buio si impadronisce lentamente dei cuori e delle anime e la morsa di una crisi di cui nessuno intravede l'uscita stravolge le vite di tanti, spegnendo i sentimenti più profondi. Anche un banale furto in un appartamento può nascondere le peggiori sorprese. I Bastardi dovranno essere più uniti che mai, per trovare insieme la forza di sporgersi su un abisso di menzogne e rancori dove non balena alcuna luce. Intanto, nel commissariato più chiacchierato della città, i rapporti di lavoro e quelli personali si complicano, e il vecchio Pisanelli prosegue la sua battaglia solitaria contro un serial killer alla cui esistenza nessuno vuole credere.

Il senso del dolore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Il senso del dolore : l'inverno del commissario Ricciardi / Maurizio De Giovanni

Roma : Fandango, 2011

Abstract: Considerato ormai a ragione il Camilleri napoletano, De Giovanni ci regala una tetralogia delle stagioni e quindi cominciate con l’inverno. Tanto dopo non potrete resistere e leggerete anche gli altri. Napoli, marzo 1931, mentre un inverno particolarmente rigido tiene la città stretta in una morsa di gelo, il grande tenore Arnaldo Vezzi viene trovato cadavere nel suo camerino al Teatro San Carlo prima della rappresentazione de "I Pagliacci", la gola squarciata da un frammento acuminato dello specchio andato in pezzi. Artista di fama mondiale, amico del Duce, uomo egoista e meschino: a ricostruire la personalità della vittima e a risolvere il caso è chiamato il commissario Luigi Alfredo Ricciardi, in forza alla Squadra Mobile della Regia Questura di Napoli.

La condanna del sangue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

La condanna del sangue : la primavera del commissario Ricciardi / Maurizio De Giovanni

Roma : Fandango, 2011

Abstract: La seconda avventura del commissario Ricciardi, l'uomo che possiede il dono (o la condanna) di sentire le ultime parole pronunciate da chi muore di morte violenta, quello che lui chiama il Fatto. Napoli, aprile 1931. Il vento di primavera si annuncia nella notte di una giornata fredda e cupa e rimescola il sangue nelle vene di donne e uomini persi nei loro pensieri ma uniti dall'attesa del giorno che arriverà. Non è così per tutti: in un appartamento del popolare rione Sanità un'anziana donna, Carmela Calise, verrà trovata morta il giorno dopo, ridotta a un mucchio di ossa e sangue, barbaramente colpita a bastonate. Accorso sul luogo del delitto insieme al fedele brigadiere Maione, il commissario Ricciardi interroga la gente del palazzo e, nonostante il clima di omertà, scopre la doppia attività di Carmela, cartomante e usuraia. Al centro della vicenda è il decrepito appartamento dove la cartomante riceveva i suoi clienti, per predire in modo ingannevole il loro futuro o per garantirglielo, prestando denaro. Sono parecchi quelli che avrebbero avuto un motivo per ucciderla - strozzati dai debiti, succubi delle sue menzogne, delusi o disperati.

Il posto di ognuno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Il posto di ognuno : l'estate del commissario Ricciardi / Maurizio De Giovanni

Roma : Fandango, 2011

Abstract: La vita libresca del commissario Ricciardi si è ormai dispiegata per tutte le stagioni, ma abbiamo pensato di proporvi l'estate per rimanere in tema con la stagione del Festival. Ancora una volta De Giovanni ci coinvolge con le indagini del commissario Ricciardi, che, come sempre, ci accompagna nei vicoli della Napoli degli anni '30. Ancora una volta saranno le ultime parole pronunciate dalle vittime a scuotere il suo animo e a fargli seguire la pista giusta, sempre con un'aura di mistero che lo circonda.

Il giorno dei morti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Il giorno dei morti : l'autunno del commissario Ricciardi / Maurizio De Giovanni

Roma : Fandango, 2010

Abstract: Il commissario Ricciardi è protagonista indiscusso della scena criminale della Napoli degli anni Trenta, capace di risolvere ogni caso con tali abilità e precisione da sconcertare colleghi e istituzioni. Ma questa sua capacità si dice sia innaturale, dettata addirittura dal demonio. E piace a pochi. Perché Ricciardi vede i morti e ne coglie l'ultimo pensiero, interrotto a metà da una morte violenta. Un'abilità divinatoria, quasi magica. Eppure a volte neanche questi mezzi sembrano bastare di fronte al mistero di certi crimini. È iniziato un autunno piovoso, Napoli è sotto una coltre di nuvole e nebbia. Nella settimana dei Morti viene trovato il cadavere di un bambino. Si chiama Matteo, Tettè per tutti. Uno dei tanti scugnizzi che vivono di espedienti nei vicoli della città. A prima vista, sembra morto di stenti, ma presto si scoprirà che forse la morte è stata causata da altro. Ricciardi indaga, ma le condizioni non sono facili. Le autorità fermano ogni tipo di inchiesta perché sta per arrivare in città Benito Mussolini. Al commissario toccherà indagare in modo clandestino, e soprattutto senza poter contare su alcuno dei suoi indizi perché sul luogo del delitto stavolta non vede né sente niente. A questo punto un interrogativo: ha esaurito il suo dono, la sua condanna, oppure il bambino non è stato ucciso lì?

Il posto di ognuno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Il posto di ognuno : l'estate del commissario Ricciardi / Maurizio De Giovanni

Roma : Fandango, 2009

Abstract: La vita libresca del commissario Ricciardi si è ormai dispiegata per tutte le stagioni, ma abbiamo pensato di proporvi l'estate per rimanere in tema con la stagione del Festival. Ancora una volta De Giovanni ci coinvolge con le indagini del commissario Ricciardi, che, come sempre, ci accompagna nei vicoli della Napoli degli anni '30. Ancora una volta saranno le ultime parole pronunciate dalle vittime a scuotere il suo animo e a fargli seguire la pista giusta, sempre con un'aura di mistero che lo circonda.

La condanna del sangue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

La condanna del sangue : la primavera del commissario Ricciardi / Maurizio De Giovanni

Roma : Fandango, 2008

Abstract: La seconda avventura del commissario Ricciardi, l'uomo che possiede il dono (o la condanna) di sentire le ultime parole pronunciate da chi muore di morte violenta, quello che lui chiama il Fatto. Napoli, aprile 1931. Il vento di primavera si annuncia nella notte di una giornata fredda e cupa e rimescola il sangue nelle vene di donne e uomini persi nei loro pensieri ma uniti dall'attesa del giorno che arriverà. Non è così per tutti: in un appartamento del popolare rione Sanità un'anziana donna, Carmela Calise, verrà trovata morta il giorno dopo, ridotta a un mucchio di ossa e sangue, barbaramente colpita a bastonate. Accorso sul luogo del delitto insieme al fedele brigadiere Maione, il commissario Ricciardi interroga la gente del palazzo e, nonostante il clima di omertà, scopre la doppia attività di Carmela, cartomante e usuraia. Al centro della vicenda è il decrepito appartamento dove la cartomante riceveva i suoi clienti, per predire in modo ingannevole il loro futuro o per garantirglielo, prestando denaro. Sono parecchi quelli che avrebbero avuto un motivo per ucciderla - strozzati dai debiti, succubi delle sue menzogne, delusi o disperati.

Il senso del dolore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Il senso del dolore : l'inverno del commissario Ricciardi / Maurizio De Giovanni

Roma : Fandango, 2007

Abstract: Considerato ormai a ragione il Camilleri napoletano, De Giovanni ci regala una tetralogia delle stagioni e quindi cominciate con l’inverno. Tanto dopo non potrete resistere e leggerete anche gli altri. Napoli, marzo 1931, mentre un inverno particolarmente rigido tiene la città stretta in una morsa di gelo, il grande tenore Arnaldo Vezzi viene trovato cadavere nel suo camerino al Teatro San Carlo prima della rappresentazione de "I Pagliacci", la gola squarciata da un frammento acuminato dello specchio andato in pezzi. Artista di fama mondiale, amico del Duce, uomo egoista e meschino: a ricostruire la personalità della vittima e a risolvere il caso è chiamato il commissario Luigi Alfredo Ricciardi, in forza alla Squadra Mobile della Regia Questura di Napoli.