Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Omicidi seriali
× Data 2011
× Editore Piemme <casa editrice>
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi De Giovanni, Maurizio <1958->
× Nomi Paetro, Maxine <1946->
× Editore Castelvecchi <casa editrice>

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
L'uomo di paglia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Connelly, Michael <1956->

L'uomo di paglia / Michael Connelly ; traduzione di Stefano Tettamanti e Giuliana Traverso

Milano : PIemme, 2011

Abstract: Due settimane. Questo è quanto rimane a Jack McEvoy da trascorrere alla sua scrivania nella redazione del Los Angeles Times. La crisi della carta stampata in un'epoca in cui l'informazione viaggia su internet, non risparmia neanche un reporter di nera che, dodici anni prima, si era guadagnato la celebrità svelando al mondo l'identità del Poeta, un serial killer che firmava i suoi omicidi con i versi di Edgar Allan Poe. E anche se è abituato a scrivere di morte, McEvoy non ha intenzione di andarsene con un elogio funebre di se stesso: il suo ultimo articolo dovrà essere qualcosa di memorabile. La sua occasione si chiama Alonzo Winslow, un giovane spacciatore nero in galera per aver strangolato una donna bianca, chiudendone poi il cadavere nel bagagliaio della macchina. Una confessione estorta dalla polizia, un caso chiuso sbrigativamente, una storia che odora di discriminazione lontano un miglio. Con queste premesse, non è difficile rimettere in discussione l'esito delle indagini. Quando poi dalle sue ricerche emerge inaspettatamente un collegamento con un omicidio avvenuto anni prima a Las Vegas, nella sua mente si affaccia il pensiero di avere di nuovo a che fare con un serial killer. E McEvoy sa che non può essere da solo ad affrontare questa sfida, ma che, come dodici anni prima, ha bisogno dell'aiuto di Rachel Walling, profiler dell'FBI. Quello che invece non sa, è che da quando questa storia è iniziata, qualcuno sta seguendo ogni sua mossa. Qualcuno che serpeggia nel web con abilità...

L'enigmista
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Verdon, John <1942->

L'enigmista / John Verdon ; traduzione di Alfredo Colitto

Milano : Piemme, 2011

Abstract: Pensa a un numero da uno a mille. Il primo che ti viene in mente. Ora apri l'altra busta. Vedrai come conosco bene i tuoi segreti. Mark Mellery è colto alla sprovvista da quel messaggio anonimo, vergato in inchiostro rosso con una grafia elegante, arrivatogli per posta. Ma la sua sorpresa è ancora più grande quando, aperto il secondo biglietto, vede scritto proprio il numero che ha appena pensato: 658. Dal canto suo, il mittente sconosciuto non ha intenzione di mollare la presa e continua per giorni a tenerlo sulla corda con nuovi enigmi, lettere criptiche e versi minacciosi, sempre composti con mano precisa e ordinata. Finché quel gioco si fa troppo inquietante e Mellery, che ormai rischia di impazzire, chiede aiuto a un vecchio compagno di studi: Dave Gurney, pluridecorato agente della polizia di New York. Benché Gurney sia già in pensione, quel caso è una tentazione troppo forte per il suo istinto di detective. E ben presto l'ex agente si ritrova a dare la caccia a un serial killer che firma le scene dei suoi crimini con la stessa cura con cui scrive i suoi messaggi: un unico colpo di pistola alla carotide, una sedia a sdraio da cui osservare l'agonia della vittima, una bottiglia di whisky rotta, sempre la stessa marca, con cui accanirsi infine sulla gola del cadavere. Mellery non sarà che la prima vittima. A Gurney il compito di fermare quel gioco mortale. Prima di entrare nella lista dei predestinati.

Esecuzione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Capobianchi, Angela

Esecuzione / Angela Capobianchi

Milano : Piemme, 2011

Abstract: Camminare in pineta di notte l'ha sempre resa nervosa. Il freddo, il silenzio spettrale e gli improvvisi fruscii del vento tra le foglie trasformano quel luogo, di giorno così piacevole, in uno scenario decisamente inquietante. Quella sera in particolare Adele Manin è costretta a inoltrarsi nella zona più fitta e desolata per cercare il suo cane che sembra scomparso tra i cespugli. Mentre cammina nel buio, sente una musica improvvisa provenire da una villa: si tratta di quella stravagante di Luisa Baratti, l'insegnante di piano, che si diverte a spaventare le poche anime che si addentrano fino a quel punto. Adele è rapita dalle note, ma avverte una forte inquietudine quando, a pochi metri dalla casa, scorge il proprio cane intento a rovistare in quello che sembra un mucchio di stracci. Avvicinandosi, Adele si accorge che quell'ammasso informe è in realtà il giovane corpo di una ragazza, le gambe divaricate, il volto inciso all'altezza della fronte, e sangue, sulle foglie, gli aghi, sangue dappertutto. Poi solo buio. Poche ore dopo viene incaricato delle indagini il commissario Riccardo Conti, un uomo tormentato, solo, in continua lotta con il proprio egoismo e con le richieste della moglie. Conti apprende ben presto che la vittima era un'allieva della Baratti, l'insegnante di piano più famosa della città, una donna arcigna e distaccata che non ha alcuna intenzione di collaborare con lui. Interrogando i compagni della ragazza, il commissario si rende conto che nascondono un segreto...