Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Omicidi seriali
× Editore B. C. Dalai editore

Trovati 5 documenti.

Mostra parametri
La carezza dell'uomo nero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Thiesler, Sabine <1957->

La carezza dell'uomo nero / Sabine Thiesler ; traduzione di Helga Rainer

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2010]

Abstract: Berlino, 1986. Benny non ha il coraggio di far firmare due brutti voti alla mamma e marina la scuola. Sa che non deve dar retta agli sconosciuti, ma quando Alfred lo soccorre da due ragazzi che vogliono derubarlo si fida istintivamente di lui. Dopo due giorni, Benny viene ritrovato in una casupola alla periferia della città: è seduto a un tavolo e i suoi capelli sono stati pettinati con cura sulla fronte, sembra ancora vivo ma in realtà è morto da almeno diciotto ore. Anche a lui è stato strappato il canino destro superiore, post mortem. Come a Daniel, tre anni prima; come a Florian, tre anni dopo. Hanno sperato fino all'ultimo che i genitori venissero a salvarli, ma alla fine si sono arresi: è stato quello il momento in cui Alfred ha deciso che dovevano morire. Ora sono liberi, non dovranno soffrire mai più. La polizia non ha la minima idea di chi sia il colpevole. Poi, inspiegabilmente, la serie degli omicidi si interrompe. Toscana, 1994. Durante le vacanze, Anne e Harald vivono l'incubo peggiore di ogni genitore: in una sera come un'altra, a pochi giorni da Pasqua, loro figlio Felix sparisce senza lasciare traccia e a loro non resta che tornare in Germania. Toscana, 2004. Ancora divorata dal dolore, Anne ritorna nel luogo in cui Felix è scomparso. Affascinata da un rudere isolato in una valle solitaria, lo acquista da un uomo affabile e carismatico, illudendosi di poter trovare un indizio su cosa sia successo, ma dopo dieci anni tutto sembra perduto.

Ragnatele d'inganni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Graham, Caroline <1931->

Ragnatele d'inganni / Caroline Graham ; traduzione di Laura Talluri

Milano : B. C Dalai, 2010

Abstract: Durante una passeggiata prima dell'ora del tè nei boschi nei dintorni di Badger's Drift, Emily Simpson, un'anziana zitella, si sofferma a osservare qualcosa che per lei sarebbe stato meglio non vedere: la sua involontaria curiosità le costerà la vita. Incaricato delle indagini è l'ispettore capo della contea di Midsomer, Tom Barnaby. Sollecitato dalla migliore amica della vittima e con l'aiuto del solerte e ironico sergente Troy, Barnaby inizialmente segue una serie di false piste che lo conducono in un vicolo cieco. Ci vorrà purtroppo un altro efferato delitto per far luce sulle reticenze, le menzogne, i ricatti e il risentimento che legano i personaggi coinvolti nella vicenda. Ed è solo dipanando questa ragnatela d'inganni che si arriverà alla sorprendente verità.

Io sono Dio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Faletti, Giorgio <1950-2014>

Io sono Dio / Giorgio Faletti

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2009]

Abstract: Non c'è morbosità apparente dietro le azioni del serial killer che tiene in scacco la città di New York. Non sceglie le vittime seguendo complicati percorsi mentali. Non le guarda negli occhi a una a una mentre muoiono, anche perché non avrebbe abbastanza occhi per farlo. Una giovane detective che nasconde i propri drammi personali dietro a una solida immagine e un fotoreporter con un passato discutibile da farsi perdonare sono l'unica speranza di poter fermare uno psicopatico che nemmeno rivendica le proprie azioni. Un uomo che sta compiendo una vendetta terribile per un dolore che affonda le radici in una delle più grandi tragedie americane. Un uomo che dice di essere dio.

La quinta vittima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Invernici, Antonio <1965->

La quinta vittima / Antonio Invernici

Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2007

Abstract: È Milano, ma potrebbe essere una qualsiasi altra città sono Simona, Giovanna, Marzia e Valeria, ma avrebbero potuto essere altre quattro donne. Niente le accomuna - non l'estrazione sociale, non l'età, né lo stile di vita - a parte la solitudine in cui ciascuna si sente sprofondare e il feroce destino che le rende vittime in pochi giorni dello stesso carnefice: un seduttore per corrispondenza che, offrendo loro uno spiraglio di luce, le attrae a sé per lasciarle, una dopo l'altra, esanimi sul luogo del primo incontro. Anche il serial killer sembra sfuggire a qualsiasi tentativo di classificazione, sia nel modus operandi, sia nella logica della sua follia. È a partire da questi labili indizi che Anna Gilardi, il sostituto procuratore, insieme a un nutrito pool formato da poliziotti, carabinieri e due agenti dell'Fbi, è chiamato a condurre le indagini sul caso. Tuttavia saranno i suoi problemi personali (il rapporto conflittuale con una figlia adolescente, una gran sete di vita accompagnata da una altrettanto forte passione per la cocaina) a metterla sulle tracce dell'assassino. Gli arriverà tanto vicino da guardargli nell'anima, da smascherarlo platealmente, senza riuscire, però, a impedirgli di fare la sua quinta vittima. Una storia spiazzante, giocata su continui cambi di prospettiva che rendono l'identificazione emotiva quasi un gioco di specchi, confondono i giudizi, fino a sfociare in un finale tanto violento quanto inaspettato e liberatorio.

Niente di vero tranne gli occhi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Faletti, Giorgio <1950-2014> - Faletti, Giorgio <1950-2014>

Niente di vero tranne gli occhi / Giorgio Faletti

2. ed

Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2006

Abstract: Che cosa unisce Jordan Marsalis, fratello del sindaco di New york ed ex tenente di polizia, e Maureen Martini, commmissario di polizia a Roma? Apparentemente nulla. Eppure, per strade e vicissitudini diverse, si troveranno uniti in un'indagine su un beffardo assassino che compone i corpi delle sue vittime come i personaggi dei Peanuts, dopo averle seviziate nei modi più efferati. La prima vittima è un pittore maledetto, figlio del sindaco di New York e nipote di Jordan, cui fanno seguito altri due omicidi misteriosamente collegati fra loro. Un susseguirsi di colpi di scena sullo sfondo della metropoli più metropoli del mondo, dove tutto è accaduto e dove tutto può accadere, dove in realtà non c'è niente di vero. Tranne gli occhi...