Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Anni 90
× Soggetto 1990-1999
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Berlino

Trovati 26 documenti.

Mostra parametri
I detective selvaggi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bolaño, Roberto <1953-2003> - Bolaño, Roberto <1953-2003>

I detective selvaggi / Roberto Bolano ; traduzione di Ilide Carmignani

Milano : Adelphi, 2014

Abstract: Piuttosto che lo scrittore ha detto una volta Bolano nel corso di un'intervista mi sarebbe piaciuto fare il detective privato. Sicuramente sarei già morto. Sarei morto in Messico, a trenta, trentadue anni, sparato per strada, e sarebbe stata una morte simpatica e una vita simpatica. Simpatica, eppure segnata già dalla sconfitta e dalla follia, dissipata e bohémien, esaltante e allucinata, dopata di sesso, poesia, marijuana e mezcal, è sicuramente la vita dei giovani poeti di cui seguiamo le vicende in questo libro. È un romanzo di avventure, e di conseguenza un romanzo di formazione; ma è anche un romanzo giallo, e come sempre un romanzo sul rapporto tra finzione e realtà. Un romanzo, ha scritto un critico messicano, costruito come uno stadio dove la gente entra ed esce in continuazione, e dove, come avviene in 2666, si incrociano e si accavallano, spesso contraddicendosi, le versioni di un'infinità di personaggi: poetesse scomparse nel deserto di Sonora e puttane in fuga, ex scrittori di avanguardia e magnaccia che ogni giorno si misurano il pene con il coltello a serramanico, architetti impazziti e poliziotti corrotti, e poi avvocati, editori, cameriere, poeti bisessuali, neonazisti e alcolizzati.

L'ispettore Grazia Negro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lucarelli, Carlo <1960-> - Lucarelli, Carlo <1960->

L'ispettore Grazia Negro / Carlo Lucarelli

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Il Lupo mannaro è un killer del tutto privo di sensi di colpa, e dunque imprendibile: di giorno è un padre di famiglia e un imprenditore di successo, di notte uccide a morsi giovani prostitute. L'Iguana corre per la città coprendone i rumori con il rock metallico, e ruba di volta in volta la vita delle proprie vittime. Il regno del Pit bull, invece, è una doppia rete, reale e virtuale: da un lato le autostrade, da cui entra ed esce cambiando sempre identità, dall'altro Internet, dove vende i suoi servizi professionali.Sulle tracce di questi tre serial killer «animali», incarnazioni maledette di un'Italia criminale nel profondo, c'è una donna, fragile nell'aspetto ma con una determinazione da vendere, e un intuito che non sbaglia un colpo: il suo nome è Grazia Negro, e non esiste assassino che possa sfuggirle.

Venti corpi nella neve
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pasini, Giuliano <1974->

Venti corpi nella neve : romanzo / Giuliano Pasini

Roma : TimeCrime, 2012

Abstract: Case Rosse, minuscolo borgo nell'Appennino tosco-emiliano, ha un primato: è la sede del commissariato più piccolo d'Italia, diretto da Roberto Serra - che viene da Roma ed è considerato uno 'ed fora' - con l'aiuto dell'agente Manzini. Non succede mai nulla se non qualche rissa tra ubriachi il sabato sera. Ma la notte del Capodanno del 1995 una telefonata sveglia Manzini in piena notte. Ci sono tre cadaveri al Prà grand, uccisi senza pietà. I due poliziotti accorrono sul luogo del delitto e uno spettacolo raccapricciante si presenta ai loro occhi: un uomo, una donna e una bambina sono stati colpiti a morte da distanza ravvicinata con un fucile. È un'esecuzione, senza alcun dubbio. Ma non ci sono schizzi di sangue intorno alle vittime e la loro posizione non combacia con la traiettoria degli spari. A chi appartengono questi corpi straziati che chiedono giustizia? Chi ha violato la pace di quel piccolo paese perso tra le montagne, e per quale motivo? E perché così tanta violenza da sorprendere anche un uomo come Roberto Serra, abituato a omicidi ben più efferati? Per il commissario comincerà un'indagine che lo porterà a rivivere il passato del luogo in cui si è rifugiato, e ad affrontare i demoni che albergano nella sua anima e nel suo cuore.

La scuola dei giochi segreti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Coleman, Rebecca

La scuola dei giochi segreti / Rebecca Coleman ; traduzione di Marina Calvaresi

Milano : Baldini & Castoldi, 2012

Abstract: Maryland, tardi anni Novanta. Nel cortile di una scuola steineriana, tra precetti di Rudolf Steiner, insegnanti irreprensibili e sciami di adolescenti, avviene l'incontro fra chi invece avrebbe solo dovuto sfiorarsi. Lei, Judy McFarland, è una maestra d'asilo quaranta-treenne che da tempo ha rinunciato a se stessa, costretta fra i propri sogni arenati e una livida vita coniugale; lui, Zach Patterson, è uno studente di sedici anni dalle maniere impertinenti, diviso tra una madre incostante e la gran fatica di essere il nuovo arrivato in città. Se il passo dall'amicizia a una relazione è breve, l'ossessione che li travolge è una caduta vertiginosa in un abisso di oscuri ricordi. La scuola dei giochi segreti è una spiazzante storia di frustrazione, solitudine, di un desiderio che priva della ragione.

Vicinoallozero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dubovickij, Natan

Vicinoallozero : gangsta fiction / Natan Dubovickij ; traduzione di Serena Prina

Milano : Feltrinelli, 2011

Abstract: Jegor è un editore di mezza età, membro di un gruppo segreto di pirati del copyright nell'era post-sovietica. Si guadagna da vivere con la corruzione, il nepotismo e la pubblicazione illegale di opere di romanzieri e poeti: geni tossicodipendenti che scrivono per sopravvivere, vendendo le loro anime. Jegor è divorziato e padre di una figlia di otto anni che combina le stranezze e le carenze, fisiche e mentali, della madre e del padre. Ogni volta che deve farle visita o vederla, si sente terribilmente in colpa perché non la ama. Jegor non è una cattiva persona, il romanzo sembra suggerire che è il prodotto di una società che sta cadendo a pezzi. Una società in cui la vita di una persona, i valori, il mondo materiale, hanno perso il loro valore - una società che sta implodendo e tirando tutto e tutti in un grande e mostruoso vuoto. Quando Jegor è invitato a una performance di cinema d'avanguardia aperta solo ai membri selezionati della nuova classe russa superiore, ne rimane sconvolto. Il personaggio principale, una donna di cui è innamorato, viene violentata e strangolata a morte. Jegor si mette sulle tracce del regista, ma il loro incontro lo lascia segnato per il resto dei suoi giorni.

La quinta donna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mankell, Henning <1948-2015> - Mankell, Henning <1948-2015>

La quinta donna / Henning Mankell ; traduzione di Giorgio Puleo

Venezia : Marsilio, 2010

Abstract: Maggio 1993: in Algeria i fondamentalisti islamici uccidono quattro suore. La quinta donna massacrata è una turista svedese. La polizia algerina cerca di insabbiare il caso. Settembre 1994: una serie di delitti scuote il sud della Svezia. Omicidi crudeli, perpetrati con una tecnica che non lascia dubbi sull'esistenza di un unico colpevole. Tocca ancora al commissario Kurt Wallander aprire un faticoso spiraglio tra le indagini e mettere insieme i pezzi di una storia incredibile.

La leonessa bianca
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mankell, Henning <1948-2015> - Mankell, Henning <1948-2015>

La leonessa bianca / Henning Mankell ; traduzione di Giorgio Puleo

Venezia : Marsilio, 2010

Abstract: Venerdì 24 aprile 1992, Louise Åkerblom, titolare di un'agenzia immobiliare di Ystad, nel sud della Svezia, scompare senza lasciare traccia. Quello stesso giorno, dall'altra parte del globo, in Sudafrica, un gruppo di boeri fanatici decisi a fermare il processo di democratizzazione in atto progetta un attentato contro uno degli uomini politici più in vista del paese. È il commissario Wallander a guidare le ricerche della donna, un caso complicato: Louise Åkerblom, attivo membro della chiesa metodista, è sposata felicemente con due bambine, è benvoluta e contenta del suo lavoro, non ci sono indizi che possano giustificare la sua scomparsa.

La falsa pista
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mankell, Henning <1948-2015>

La falsa pista / Henning Mankell ; traduzione di Giorgio Puleo

Venezia : Marsilio, 2010

Abstract: Estate 1994. Gli svedesi siedono incollati ai televisori per seguire il campionato del Mondo di Calcio. Ma per Kurt Wallander, il commissario della squadra criminale di Ystad, la festa si trasforma in un incubo. Nella magnifica estate nordica una ragazza si cosparge di benzina e si dà fuoco in un campo di colza in fiore. Poco dopo un ex ministro di grazia e giustizia, con un passato pieno di ombre, viene trovato sulla spiaggia con la spina dorsale spezzata e scotennato. È l'inizio di una serie di omicidi, in un crescendo di violenza sempre più feroce. Ma qual è il legame tra un ministro in pensione, un antiquario affermato e un comune ricettatore? Perché l'assassino scotenna le sue vittime?

L'uomo che sorrideva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mankell, Henning <1948-2015>

L'uomo che sorrideva / Henning Mankell ; traduzione di Giorgio Puleo

Venezia : Marsilio, 2010

Abstract: Una fredda e buia sera di ottobre nel sud della Scania. L'avvocato Gustaf Torstensson sta tornando a casa dopo una visita a un cliente. All'improvviso scorge una figura legata a una sedia al centro della strada. Con una brusca frenata evita la collisione. Scende dall'auto, fa alcuni passi e viene colpito violentemente alla nuca. Il giorno successivo, l'avvocato viene trovato morto all'interno della sua macchina capovolta in un campo. Nel frattempo, il commissario Kurt Wallander vaga irrequieto su una spiaggia a Skagen all'estremo nord della Danimarca. Da mesi è in preda a una forte depressione. Si sente finito, è deciso a porre termine alla sua carriera di poliziotto.

Assassino senza volto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mankell, Henning <1948-2015> - Mankell, Henning <1948-2015>

Assassino senza volto / Henning Mankell ; traduzione di Giorgio Puleo

Venezia : Marsilio, 2010

Abstract: Una giornata di gennaio, in un paese della Svezia, un contadino scopre che i suoi vicini, una coppia di vecchi contadini, sono stati assaliti e picchiati barbaramente. Incredulo di fronte a tanto sangue, avverte la polizia. Kurt Wallander accorre subito alla chiamata della centrale e quello che vede è peggio di quanto avesse immaginato. L'uomo è stato torturato e colpito fino alla morte, la donna è ancora viva e anche lei vittima di una violenza senza ragione. Prima di morire sussurra le sue ultime parole: Straniero, straniero. Basta una fuga di notizie e i cittadini organizzano una caccia all'uomo. Wallander deve arginare la loro determinazione a farsi giustizia da soli, ma presto scoprirà anche che l'uomo ucciso conduceva una doppia vita.

I cani di Riga
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mankell, Henning <1948-2015>

I cani di Riga / Henning Mankell ; traduzione di Giorgio Puleo

Venezia : Marsilio, 2010

Abstract: Sulle coste svedesi, in un freddo mattino d'inverno, da un peschereccio che si fa strada tra la neve viene avvistato un gommone di salvataggio: a bordo ci sono due cadaveri. Le indagini portano l'ispettore Wallander a est: la polizia di Ystad ha le prove che i due uomini sono stati uccisi e che l'imbarcazione veniva dalla Lettonia. Kurt Wallander parte per Riga: non passerà molto tempo prima che si renda conto di essere vittima di una cospirazione legata ai drammatici cambiamenti politici dei Paesi Baltici: la caduta dell'Unione Sovietica è ormai consegnata alla storia, ma in Lituania, ora stato sovrano, alcune forze di potere lavorano nell'ombra in accordo con la mafia russa.

Ballata irlandese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mckinty, Adrian

Ballata irlandese / Adrian McKinty ; traduzione di Chiara Gabutti

[Milano] : BUR Rizzoli, 2010

Abstract: Non volevo andare in America, non volevo lavorare per Darkey White. Avevo le mie ragioni. Ma ci andai comunque. Belfast, 1992. La città è stravolta dalla povertà e dalla violenza politica e Michael Forsythe, che ha diciannove anni e nemmeno un soldo in tasca, deve andarsene a tutti i costi. A New York - una New York malfamata e letale, ancora lontana dalla cura Giuliani - lo aspetta un impiego nell'lrish Mob, la mafia irlandese, sotto il duro più duro di tutti: Darkey White. Ma Michael è forte, coraggioso e sveglio: basta poco a Darkey per notarlo e introdurlo nella cerchia ristretta dei suoi uomini di fiducia. Comincia così per lui un feroce apprendistato nelle fila della criminalità organizzata, nel bel mezzo di una guerra fra bande particolarmente sanguinosa. E questo è solo l'inizio: i veri guai arrivano quando il boss si accorge dell'amicizia particolare che lega la sua donna e Michael, e decide di vendicarsi nel modo più doloroso possibile. Naturalmente non ha fatto i conti con la tempra irlandese di Forsythe... Thriller duro e puro nella più classica tradizione dell'hard-boiled, il romanzo di McKinty è un elegante e spietato mix di suspense e irresistibile humour nero.

Chi ha ucciso Sarah?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Longo, Andrej

Chi ha ucciso Sarah? / Andrej Longo

Milano : Adelphi, [2009]

Abstract: Un pomeriggio di agosto, verso la metà degli anni Novanta. Nel silenzio immobile della controra, una voce chiede aiuto. Una volta, due volte, dieci volte il grido risuona nell'androne ombroso di una elegante palazzina di Posillipo. Poi il silenzio, di nuovo, avvolge la strada. Nessuna porta si è aperta, nessuno degli inquilini ha risposto all'appello della ragazza. In quell'androne la troverà, morta, un giovane poliziotto, uno che viene da un quartiere che sembra appartenere a un altro mondo, nella periferia orientale della città. È la prima volta che vede un cadavere - e quella ragazza potrebbe avere la sua età. Nel vuoto sospeso di una Napoli dove chi può permetterselo è partito per le vacanze, e chi non può aspetta Ferragosto per andare a passare una giornata a Ischia o a Procida, il giovane poliziotto si intestardisce a chiedersi chi era quella sua coetanea che sembrava così normale, chi ha potuto ammazzarla, e perché. Interrogherà i vicini, rintraccerà gli uomini che l'hanno amata. Scoprire la verità (tanto imprevedibile quanto inquietante) lo indurrà a guardare con meno candore, e a giudicare con meno benevolenza, quella parte della città i cui abitanti, pur non essendo né camorristi né spacciatori né tossici - ma liberi professionisti, intellettuali, gente perbene, insomma -, hanno anch'essi i loro ignobili segreti, le loro viltà nascoste.

La fontana al centro delmondo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Newman, Robert

La fontana al centro delmondo / Robert Newman ; traduzione di Orsola Casagrande

Firenze ; Milano : Giunti, 2009

Abstract: Evan Match, brillante PR londinese, scopre di essere affetto da una rara malattia, detta chagas: un urgente trapianto di midollo è l'unica via di salvezza. Evan inizia perciò la spasmodica ricerca del fratello, del quale ha perso le tracce dopo la morte precoce dei genitori. Chano, maggiore di lui, allevato da povera gente fra Costa Rica e Messico, è stato poi coinvolto in attività politiche sempre più militanti; Evan dal canto suo, adottato da una famiglia londinese, ha messo la sua cinica intelligenza al sevizio delle più grandi multinazionali del pianeta, le stesse che Chano combatte con ogni mezzo, non esclusi i sabotaggi. Ma sono in molti, forse troppi, a cercare Chano Salgado: poliziotti ambiziosi e incorruttibili, squallidi contrabbandieri di esseri umani, Evan con la morte alle calcagna, il figlio adolescente di Chano che non ha mai conosciuto suo padre e rischierà lavila per trovarlo. In una ridda di avventure che spaziano da Londra a un miserabile villaggio messicano, da Seattle ai campi di detenzione per immigrati illegali, Robert Newman conduce la vicenda al suo culmine, a quella fine di novembre 1999 in cui Seattle fu al centro della grande protesta del movimento No Global contro la riunione del World Trade Organization. Durante la battaglia di Seattle si compiono i destini di Chano, Evan e Daniel: i moti della politica s'intrecciano con quelli del cuore, le lacrime provocate dai gas e dalle manganellate si mescolano alla commozione più intima.

Silenzio assoluto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schätzing, Frank <1957->

Silenzio assoluto : romanzo / Frank Schatzing ; traduzione di Paolo Scopacasa

[Milano] : Nord, 2008

Abstract: Che cosa ci fa un ex terrorista a Colonia, mentre la città si prepara all'arrivo dei più potenti della Terra, convocati per l'imminente G8? È la domanda che tormenta Liam O'Connor, fisico irlandese candidato al Premio Nobel e autore di bestseller, in Germania per un tour promozionale. Liam è certo di aver visto proprio all'aeroporto un suo vecchio amico, Paddy Clohessy, un tempo membro dell'IRA e ora, almeno in apparenza, impiegato nella struttura che è al centro della rete di massima sicurezza che circonda la città. Genio per natura (e spesso ubriaco per scelta), Liam non riesce a convincere nessuno del potenziale pericolo: la sua addetta stampa, Kika Wagner, è troppo occupata a fargli rispettare gli impegni presi con i librai e i notabili cittadini per dar retta ai suoi sproloqui; la polizia è travolta da una valanga di problemi ben più concreti; i responsabili dell'aeroporto sono sicuri di aver creato intorno a loro una fortezza inattaccabile. Eppure Liam ha ragione: qualcuno ha deciso che quel G8 è il momento giusto per colpire al cuore la comunità internazionale, per compiere un attentato così eclatante da cambiare per sempre il destino dell'umanità. E soltanto lui può capire sino in fondo la tecnologia avveniristica che si nasconde dietro quel progetto e fermarlo. Sempre che il killer non fermi prima lui.

La donna dalle mani di pioggia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fleischhauer, Wolfram

La donna dalle mani di pioggia : romanzo / di Wolfram Fleischhauer ; traduzione di Riccardo Cravero

Milano : Longanesi, [2008]

Abstract: Pochi giorni prima dell'inaugurazione dell'Esposizione universale di Parigi, nel 1867, riemerge dalla Senna il cadavere di un bambino. La madre - una donna che vive nella misera e degradata periferia parigina - viene arrestata con l'accusa di infanticidio, ma respinge ogni imputazione e sostiene di aver affidato il figlio gravemente malato a un'infermiera. All'ospedale, però, nessuno si ricorda né di lei e né del bambino. L'avvocato d'ufficio che le viene assegnato è inizialmente convinto della colpevolezza della donna, ma dalle indagini emergono sconcertanti contraddizioni e, a un certo punto, anche la polizia segreta si interessa al caso. Parigi 1992: quale motivo induce la giovane Gaëtane a studiare i documenti di una biblioteca relativi al presunto infanticidio di centoventicinque anni prima? A chiederselo è Bruno, studioso tedesco di storia dell'architettura. Dal momento in cui vede per caso la ragazza desidera conoscerla ad ogni costo. E quanto più il loro rapporto si approfondisce, è la storia che lei sta studiando ad affascinare sempre di più Bruno.

La citta' perfetta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Petrella, Angelo <1978->

La citta' perfetta / Angelo Petrella

Milano : Garzanti,2008

Abstract: Sanguetta ha sedici anni, è cresciuto nei Quartieri Spagnoli, spaccia e non ha niente da perdere. Nel carcere di Nisida gli offrono di diventare un informatore dei servizi segreti: non può rifiutare, anche se può costargli la vita. Chimicone ha diciott'anni, studia al liceo Genovesi ed è innamorato di Betta; con lei e con gli amici occupa la scuola e fonderà la Barricata Silenziosa, una cellula eversiva che si prepara alla lotta armata. L'Americano è uno sbirro della DIGOS, gli piacciono la musica leggera, la cocaina e le donne; hanno ammazzato Gomez, suo collega e amico, e cerca vendetta. Tre personaggi, tre destini che il romanzo insegue per sei anni, dal 1988 al 1994, in una metropoli dominata dal clan del Sarracino e ferita dalla violenza, dal tradimento e dalla corruzione. Con realismo crudele e un'accurata ricostruzione storica, Angelo Petrella racconta la sanguinosa guerra tra i clan nei quartieri di Napoli, dopo la scomparsa dei grandi capi storici della camorra. Racconta la crisi del Partito Comunista, racconta la ribellione, la disperazione e la rabbia dei giovani del movimento studentesco, i loro sogni e il loro delirio rivoluzionario. Racconta le complicità tra la malavita, i notabili della politica e le forze dell'ordine. Racconta le trame dei servizi segreti, tra terrorismo, criminalità organizzata e disinformazione. Un romanzo di suspense e intrighi, che affonda nel cuore più oscuro dell'Italia e ci fa scoprire una voce giovane della nostra narrativa.

Tropa de elite
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Soares, Luiz Eduardo - Pimentel, Rodrigo - Batista, Andre'

Tropa de elite / Luiz Eduardo Soares, Rodrigo Pimentel, André Batista ; traduzione di Adelina Aletti e Orietta Mori

Milano : Bompiani, 2008

Abstract: Questo libro, da cui è stato tratto l'omonimo film di José Padilha, vincitore dell'Orso d'Oro al 58° Festival di Berlino, racconta in forma romanzata, ma senza attenuare il crudo realismo dei fatti reali a cui si ispira, la vita quotidiana del BOPE (Batalhao de Operaçoes Policias Especiais), un corpo speciale della polizia militare dello Stato di Rio de Janeiro, fondato nel 1978, composto da circa 150 uomini e addestrato per essere la miglior truppa di guerriglia urbana al mondo. Americani e israeliani inviano le loro squadre speciali a imparare le tecniche del BOPE, e per essere ammessi è necessario superare una selezione durissima, fatta di prove ai limiti dell'umano. Gli uomini selezionati vengono poi mandati a gestire le situazioni più complesse e pericolose, generalmente legate alla criminalità imperante nelle favelas e al traffico di droga. Gli autori una visione dall'interno di questa efficientissima e altrettanto spietata organizzazione, grazie soprattutto alla testimonianza di un ex ufficiale, Rodrigo Pimentel, che narra una serie di episodi emblematici per far comprendere come gli uomini del BOPE siano chiamati ogni giorno a fronteggiare situazioni di estrema violenza, nelle quali spesso si tratta di uccidere o di essere uccisi.

Il ragazzo soldato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

McNab, Andy <1959-> - Rigby, Robert

Il ragazzo soldato / romanzo di Andy McNab e Robert Rigby ; traduzione di Stefano Tettamanti e Isabella Ragazzi

Milano : Longanesi, [2008]

Abstract: Colombia, 1997. Fergus Watts ha imparato nello Special Air Service a difendersi da un attacco improvviso, ma quando un proiettile gli entra nella coscia e vede il sangue sgorgare dalla ferita, invano tenta di strisciare verso un riparo: catturato, viene lasciato marcire in un carcere. Inghilterra, 2005. Danny Watts è orfano e ha un sogno: diventare un soldato. Ce l'ha quasi fatta, ma subentra un ostacolo: suo nonno Fergus, latitante, ha tradito il SAS e il suo paese per soldi. Soldi legati al narcotraffico. Così almeno dicono a Danny, che per questo vede svanire il suo sogno. A meno che non trovi Fergus, ma dove? Può un ragazzo, sia pure arrabbiato e desideroso di vendetta, trovare un uomo addestrato a evitare la cattura, esperto in esplosivi e in missioni segrete? Forse qualcuno vuole che lui trovi suo nonno. Qualcuno che considera Fergus un problema da risolvere una volta per tutte, a ogni costo. Chi? E perché? La vita di Danny sta per cambiare.

Mai piu' la verita'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bettini, Marco

Mai piu' la verita' / Marco Bettini

Casale Monferrato : Piemme, 2007

Abstract: Nel 1993 una ragazza si uccide gettandosi dal tetto di una palazzina, all'interno della comunità di recupero per tossicodipendenti di MaiPiù, in Romagna. Paolo Mormino, al suo primo incarico nella polizia, si occupa delle indagini. Il caso è semplice. Il suicidio è avvenuto davanti a numerosi testimoni, mentre il capo della comunità, Ernesto Magnani, tentava di dissuadere la ragazza dai suoi propositi. Mormino rimane colpito dalla personalità di Magnani, discusso fondatore di MaiPiù. Impara a conoscerne meglio le ragioni e i metodi poco ortodossi attraverso gli occhi di Roberta Ceredi, che lavora nella comunità, con la quale inizia una storia d'amore. Mormino chiude l'inchiesta ma la scoperta, nelle paludi vicino al mare, del cadavere di un uomo pestato a morte, lo riporta a MaiPiù. Questa volta il poliziotto incontra molti ostacoli, sia dentro la questura che in ambienti politici legati alla comunità, e deve scontrarsi con l'omertà che impera tra gli ex tossicodipendenti. A costo di perdere il lavoro e la ragazza, Mormino troverà le risposte che cerca nella palude, la terra di nessuno dove i fiumi finiscono per arenarsi in cerca di uno sbocco verso il mare.