Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2016

Trovati 37 documenti.

Mostra parametri
Madre d'inverno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lamarque, Vivian <1946->

Madre d'inverno / Vivian Lamarque

Milano : Mondadori, 2016

Abstract: Vivian Lamarque possiede una rarissima dote: quella di rendere lievi e trasparenti i temi e gli strappi dell'emozione più complessi e profondi. E di comunicarne le tracce e gli esiti con la grazia sottile della sua impeccabile 'petite musique'. Ne aveva dato prove nelle opere precedenti e lo conferma in questo nuovo libro, dove già dal titolo," Madre d'inverno", indica il percorso centrale di una raccolta che riesce comunque a svilupparsi in varie direzioni. L'idea e la figura materna, dunque, vissuta nel trauma originario - accettato con sapienza eppure inguaribile, nel paradosso e nel dolore - della sua doppia immagine, quella della madre biologica e quella della madre adottiva. In uno scenario aperto e sofferto, fitto di elementi di una concretissima realtà quotidiana, dove si intessono frammenti di dialogo e schegge di parlato, si passa da una iniziale sequenza ospedaliera a una serie di versi in cui si realizza una sorta di postumo colloquio con la figura materna. Rispetto alla quale il coinvolgimento del lettore scatta immediato poiché, partendo dalla propria esperienza personale, l'autrice mette a punto un disegno in cui la madre diventa una forma assoluta, diventa l'emblema di tutte le madri. Nella mobile ricchezza di un'opera composta in un ampio arco di tempo, l'autrice si rivolge alle più svariate tracce della memoria, fino a introdurre, improvvisa, "l'altra madre", quella biologica, insinuando, in un tono di assoluta normalità antiretorica, un senso di pervasiva, interiore instabilità.

Erranti senza ali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schultz, Philip <1945->

Erranti senza ali / Philip Schultz ; a cura di Paola Splendore ; traduzione di Maria Adelaide Basile ... [et al.]

Roma : Donzelli, 2016

Abstract: I cani sono al centro di questo poemetto, «maestri» a quattro zampe infinitamente superiori agli esseri umani. L'io narrante e protagonista - un uomo che si guadagna da vivere portandoli a spasso nei parchi di New York - esce sminuito dal confronto, come «eclissato / da una forza superiore», ma non per questo umiliato. Gli piace nascondersi dietro i cani, non attirare su di sé l’attenzione degli altri, mentre una ridda di ricordi ossessivi si rincorre senza tregua nella sua mente ferita, immagini e fantasmi del passato, il padre che si ammazza di lavoro, la depressione, un tentativo di suicidio a vent’anni, l’elettroshock e, sopra a tutto questo, l’attacco alle Twin Towers. Spezzoni narrativi, frammenti di una vita in cui si intersecano ironia e pathos che lasciano emergere qua e là, a ritmo di jazz, squarci inquietanti sull’America prima e dopo l’11 settembre. Erranti senza ali rappresenta il culmine della raccolta Failure, con cui Philip Schultz vince il premio Pulitzer nel 2008: un esito ironico per un volume beckettianamente intitolato al fallimento, inteso come l’altra faccia del sogno americano. La forza di Schultz è nel linguaggio intimo e diretto con cui tratta i suoi temi: l’appartenenza a una famiglia di ebrei immigrati nell’America del XX secolo; la riflessione sulla fragilità dell’essere umano; l’affinità con il mondo marginale; il conflitto tra aspettative e realtà. Il termine erranti del titolo rinvia immancabilmente alla diaspora ebraica, ma nel corso del poemetto gli «erranti senza ali» sembrano potersi identificare con l’umanità intera, «lo spettacolo di Dio da sempre in scena», un’umanità rappresentata da insetti insignificanti, esseri che vagano senza meta come a scontare una condanna originaria, ossessivamente ripiegati su se stessi, destinati a ripetere errori, accumulare frustrazioni. Il dog-walker di New York, alter ego dell’autore, esprime una filosofia minima di vita, una visione dal basso, ad altezza di cane si direbbe. Un mondo senza ali, privo di trascendenza.

Mòrs
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Boschini, Massimiliano

Mòrs : vita, morsi e miracoli tra Berlino Est e la Pianura Padana / Massimiliano Boschini ; disegni di Dino Fumaretto

Mantova : Sometti, 2016

Abstract: Massimiliano Boschini si è seduto in un autogrill, lungo l'autobahn cantata dai Kraftwerk. Ha aperto un quaderno e ha intrapreso un immaginario viaggio fatto di parole in dialetto padano, descrivendo quella TAZ compresa tra Carpi e Berlino in cui vagano i fantasmi di Zavattini, Piubello, Vidoni e Ghizzardi, oltre ai ricordi dell'arte naïf, della patafisica, del P.C.I. e della Germania Est. Dino Fumaretto si è seduto al medesimo tavolo, uscendo per l'occasione dalla cantina dove ultimamente si trova a vivere. Su tovaglioli, scontrini e cartine varie, ha dato vita d'inchiostro e segno ai deliri poetici di Massimiliano. Sullo sfondo, le note dei CCCP, CSI, degli Skiantos e della banda musicale della DDR: morti, tutti morti, come tra Carpi e Berlino, con l'impellente necessità di scriverne e descriverne gli epitaffi, le epigrafi e gli epigrammi.

Cioccolatini di carta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Righi, Laura <1967->

Cioccolatini di carta / Laura Righi

Villanova di Guidonia : Aletti, 2016

Abstract: Raccolta di poesie dell'autrice, espressione della pace interiore e delle emozioni ritrovate dopo alcuni anni travagliati di malattia.

I merli del giardino di San Paolo e altri uccelli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Baroni, Giancarlo

I merli del giardino di San Paolo e altri uccelli / Giancarlo Baroni

Nuova ed. ampliata

Parma : Grafiche Step, 2016

Città a cui donasti il respiro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Molinari, Marco

Città a cui donasti il respiro / Marco Molinari ; prefazione di Milo De Angelis

Rovigo : Il ponte del sale, 2016

Piccolo romanzo magrebino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Naldini, Nico <1929->

Piccolo romanzo magrebino / Nico Naldini ; postfazione di Francesco Zambon

Milano : Guanda, 2016

Visione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poma, Angelo <1809-1887>

Visione : a conforto della Madre, 8 dicembre, Notte, 1852 / Angelo Poma ; a cura di Marida Brignani ; con saggi di Giancorrado Barozzi, Costanza Bertolotti, Maurizio Bertolotti

Mantova : Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, 2016

La Voce del Tirreno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ledda, Efisio

La Voce del Tirreno : poesie / Efisio Ledda

[Castiglione delle Stiviere : s.n., 2016?]

Valori come oro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Plaku, Lumturi <1949->

Valori come oro = Vlere Floriri / Lumturi Plaku

Tirana : Ada, 2011

Mi manchi...
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Plaku, Lumturi <1949->

Mi manchi... : poesie / Lumturi Plaku

Tirana : Ada, 2016

Urban love, makes, urban poem
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aldrovandi, Paolo <1974->

Urban love, makes, urban poem / Paolo Aldrovandi ; postfazione di Stefano Iori

[Villafranca Lunigiana] : Cicorivolta, 2016

Abstract: Quelle di Paolo Aldrovandi sono poesie che non rassicurano il lettore. Lo conducono anzi, con netta caparbietà, sul culmine di un'onda che prorompe da una voce cruda e dura, come dura (e segnata da trame sanguinanti) è la pelle di chi vive sulla soglia di un baratro annunciato e forse desiderato: ...può essere una poesia anche una canzone? No non va così, la poesia respira in modo differente, tiepidi o caldi amori nella sabbia e le parole trascorrono e nel mare precipitano. Dichiaratamente, per l'autore, è l'arte del nostro tempo accovacciata e ladra che mina ogni movimento." (Dalla Postfazione di Stefano Iori)

Osare dire
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Viviani, Cesare <1947->

Osare dire / Cesare Viviani

Torino : Einaudi, 2016

Abstract: Viviani ha ormai al suo attivo una lunga serie di libri che hanno fatto la storia della poesia italiana contemporanea. In questo percorso ha attraversato diverse fasi, variando la sua voce e la forma dei testi. Nei suoi libri più recenti era emersa una scrittura aforistico-assertiva che affrontava direttamente i temi delle "cose ultime" che più gli stanno a cuore. Con questa nuova raccolta, pur non derogando all'essenzialità dei pensieri e delle occasioni (la natura come misura esemplare, il riconoscimento dei limiti umani, la fine), si manifesta una svolta, o per meglio dire un ritorno, verso un dire più allusivo, ambiguo, sfuggente, a volte enigmatico, sorprendente per associazioni ed esiti linguistici. Dunque una rinnovata fiducia nella poesia e, sempre di più, nella voce umana, luminosa e fragile; e anche nella percezione di ciò che dura più dell'uomo, purché si proceda col necessario rispetto: sapendo che qualsiasi invocazione o preghiera è un osare, un gesto che sfiora l'azzardo. E che quindi va compiuto con consapevole riserbo.

Quando le parole incontrano la vita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vecchiato, Paola

Quando le parole incontrano la vita / Paola Vecchiato

Mantova : Il Rio, 2016

Abstract: Sono versi liberi, e strofe di varia lunghezza, questi che compongono la silloge d'esordio di Paola Vecchiato. Cosa ci troverete? Poesia emotiva in cui in prima persona c'è una poetessa che si racconta e racconta la sua vita. Ci sono state poetesse importanti che hanno raccontato se stesse attraverso la poesia: tra tutte Alda Merini e Anne Sexton. Cito queste due grandi autrici perché Paola Vecchiato, nel suo ambito, cerca di sondare l'anima e le grandi ecchimosi che ci infligge la vita così come le due poetesse forse hanno trovato, nella sofferenza, l'antidoto e una piccola consolazione mai pacificata.

Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wright, Charles <1935->

Italia / Charles Wright ; a cura di Moira Egan e Damiano Abeni

Roma : Donzelli, 2016

Abstract: "Pensami di tanto in tanto, come io penso a te quando la luna è una zecca dorata nel cielo estivo gonfia di luce: tu sei parte delle mie parti del discorso. Pensami di tanto in tanto. Io penserò a te." (A Giacomo Leopardi in cielo)

Dove l'anima respira
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bigliardi, Marisa

Dove l'anima respira / [Marisa Bigliardi] ; le immagini che appaiono nel libro sono di Carla Bertellini, Francesco Bonaretti

[Provincia di Mantova : s.n., 2016?]

Frammenti di emozioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bigliardi, Marisa

Frammenti di emozioni / Marisa Bigliardi

Melegnano : Montedit, 2016

Escluso il ritorno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Finzi, Zara

Escluso il ritorno / Zara Finzi ; prefazione di Maria Luisa Vezzali

San Cesario di Lecce : Manni, 2016

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: In sei sezioni un itinerario poetico ricalca quello della vita. Filo conduttore sono gli anni che passano segnando il corpo e lo spirito. Scrive Maria Luisa Vezzali nell'Introduzione: "Escluso il ritorno si tiene in miracoloso equilibrio tra malinconia e meraviglia, paura e accettazione, diario e aforisma, auscultazione dei fremiti interiori e ricognizione dei drammi esterni. Il linguaggio è l'acqua felice che benedice le perdite e i guadagni, lava le apparizioni minime e massime con il suo fascino abbagliante, trascina l'intero patrimonio ereditario di visioni, desideri e amnesie nel suo trasparente fluire, unire, medicare".

Viandante di me stessa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Federici, Tersilla

Viandante di me stessa / Tersilla Federici

Roma : Pagine, 2016

Si chiude da sé
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montanari, Gabriella <1971->

Si chiude da sé / Gabriella Montanari

Asola (Mn) : Gilgamesh, 2016

Abstract: Da dove esce questa nenia magnetica e fiorita, così piena di morte e di vitalità? Chi è questa donna scimmia che applaude con i piedi per far fiorire dicembre, questa accusatrice e divoratrice di uomini, di padri, di figli e di se stessa? Dove siamo qui, nella poesia o in quel luogo prima di tutti, fatale, maledetto, ancestrale a cui la poesia - se è lei, con gli occhi di diaspro - conduce? Dove inizia questo incessante, snervato, nudo, funereo e sempre rinascente monologo? Dove finisce? È forse solo - come con diligenza da secchiona suggerisce con tanto di citazione finale l'autrice l'attraversamento furioso e scontato di una passione amorosa? Di peripezie erotiche e inseguimenti, fino a farsi "gnocchi" di patata l'una nell'altro? Cresce questa nenia in mezzo a ritorni in Africa, partenze dall'Africa, e quali Afriche domestiche e di bassa romagnola tra antiche divinità, riti nuovi e remoti di bambini... Per questo, in mezzo a gnocchi e a grumi di piacere e dolore, il libro è - ancora una volta verrebbe da dire, conoscendo la Montanari, ma con più estrema immaginazione e fatalità - un viaggio tra figliolanza e maternità.