Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore Tecniche nuove <casa editrice>
× Materiale Risorse elettroniche
× Soggetto Fisica
× Editore Apogeo <casa editrice ; Milano>
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2015
× Soggetto Storia

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
Antiche barche e battelli del Po
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Confortini, Loreno - Bonino, Marco

Antiche barche e battelli del Po : atlante illustrato delle imbarcazioni tradizionali dei fiumi e dei canali della Pianura Padana / Loreno Confortini ; testi e ricerca storica di Marco Bonino

[S.l.] : Grandi Carte, 2015

Abstract: Con oltre 60 modelli di imbarcazioni e più di 100 illustrazioni a colori e in bianco e nero, questa edizione propone una breve storia della navigazione fluviale spiegata attraverso una originale ed inedita raccolta di barche e battelli, mulini natanti e traghetti che navigavano sul Po e sulle acque della Pianura Padana tra il XVIII e il XX secolo.

Ducati
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wiesmayer, Roberto

Ducati : le stradali d'epoca / Roberto Wiesmayer

[Santarcangelo di Romagna] : 2M, 2015

Abstract: Uscita dalla Seconda Guerra Mondiale con gli stabili-menti di Borgo Panigaie rasi al suolo dai bombarda-menti degli alleati, la Ducati, che prima della guerra produceva macchine fotogrfiche, condensatori e radio, seppe risorgere grazie alla determinazione della proprietà e al successo dei propri prodotti. Passata alla produzione motociclistica, rimise in marcia gli italiani con il miracoloso Cucciolo, ed iniziò la sua splendida avventura con la mitica Marianna, cui dovevano seguire molti altri capolavori del motociclismo italiano. L’Autore racconta qui la storia di questa esemplare azienda presentando poi i modelli che ne hanno fatto una vera eccellenza italiana in tutto il mondo.

Ali_icaro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Molteni, Mirko <1974->

Le ali di Icaro : storia delle origini del volo / Mirko Molteni ; prefazione Giorgio Apostolo

Bologna : Odoya, 2015

Abstract: Una storia della scalata al cielo dell'umanità. Dai miti e sogni delle civiltà antiche agli studi di Leonardo, proseguendo coi primi efficienti palloni ad aria calda dei fratelli Montgolfier, che nel 1783 inaugurarono la prima forma di volo alla portata dell'uomo. Per arrivare a inizio Novecento con le prime vere aeronavi di una certa efficacia, grazie all'introduzione del motore a scoppio. Nel campo dei "sigari" volanti, accanto al tedesco Zeppelin e al brasiliano Santos-Dumont, si impongono i nomi del vicentino da Schio, del napoletano Crocco e del milanese Forlanini. L'altro filone di ricerca, quello delle macchine "più pesanti dell'aria", culmina nel 1903 con l'utilizzo del motore a benzina e con il primo aeroplano americano dei fratelli Wright. Il Vecchio Continente recupera presto terreno con imprese come la trasvolata della Manica del 1909, compiuta dal francese Louis Blériot, e con i primi raduni sportivi a Reims e Brescia. Un'industria fiorente anche in Italia, dove Gianni Caproni è il primo a decollare nel 1910 dai prati incolti di Malpensa. L'aviazione dei primordi era sport, attrazione circense, pura esibizione, corsa ai record... finché non attirò l'attenzione dei militari! Furono gli italiani per primi a utilizzare l'aereo per ricognizione e bombardamento leggero durante la guerra di Libia del 1911-12. La vigilia della Grande guerra era alle porte, e rappresentò il momento culminante in cui l'aviazione avrebbe "perso la sua innocenza".