E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Trovati 347482 documenti.

Mostra parametri
Il pedante in cucina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barnes, Julian <1946->

Il pedante in cucina / Julian Barnes ; traduzione di Daniela Fargione

Einaudi, 2020

Abstract: L'ambizione del Pedante è semplice. Vuole cucinare cibi saporiti e nutrienti, evitando di avvelenare gli amici. E ampliare, in modo graduale e piacevole, il suo repertorio culinario. Critico severo di se stesso e degli altri, sa che non inventerà mai nessuna ricetta (anche se in qualche occasione potrebbe, in un accesso di entusiasmo, aumentare le dosi di un ingrediente che gli piace). Perché, a dire il vero, segue pedissequamente le ricette altrui. Quando si interroga su queste ricette e su chi le ha create, ecco farsi strada la vera pedanteria del Pedante. Quanto è grande un "tocchetto", a quanto corrisponde un"'innaffiatina" o un "goccio", a che punto una "spruzzata" diventa una pioggia? E qual è la differenza tra sminuzzare e tritare? Lungo il percorso Barnes si lascia sedurre da Jane Grigson e se la prende con Nigel Slater. È affascinato dalle ricette di Édouard de Pomiane e rassicurato dalle virtù vittoriane di Mrs Beeton. Il "Pedante in Cucina" è il racconto della ricerca della precisione gastronomica o, come ha scritto l'Herald Tribune, "un piccolo capolavoro di arguzia descrittiva" che risolleverà gli animi di tutti quelli che si sono lasciati prendere dallo sconforto davanti a un libro di ricette.

A pranzo da me
0 0 0
Materiale linguistico moderno

A pranzo da me / Benedetta Parodi

[Milano] : BUR Rizzoli, 2020

Varia

Abstract: Chi va a pranzo da Benedetta Io sa bene: ogni portata che offre ai suoi ospiti è il risultato di tanta curiosità e di tutta la fantasia che ha a disposizione. Perché in cucina non è importante solo saper dosare correttamente gli ingredienti ma anche e soprattutto essere capaci di accostarli, indovinando quali sapori saranno esaltati, quali consistenze daranno più soddisfazione al palato e quali colori renderanno più invitante il piatto. E quindi ecco più di 150 nuove, buonissime ricette di Benedetta, tutte fotografate da lei e riunite a seconda degli alimenti con cui sono state preparate, in perfetto stile Parodi.

Migranti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Watanabe, Issa <1980->

Migranti / Issa Watanabe

#Logosedizioni, 2020

Abstract: Un potente albo senza parole che, seguendo il viaggio notturno di un gruppo di animali, racconta le fatiche, i pericoli e le incertezze che i migranti sono costretti ad affrontare quotidianamente per inseguire la speranza di una vita migliore. In un bosco, di notte, un gruppo di animali si mette in viaggio con qualche valigia e pochi oggetti personali, il minimo indispensabile. Una figura solitaria e malinconica li segue da lontano, l’unica che abbia fattezze umane. Gli animali accettano la sua presenza gentile e nella segretezza della notte procedono sul loro cammino. Quando si fermano per riposarsi ripetono i gesti quotidiani di quando erano ancora a casa. Poi l’arrivo al confine e la corsa verso una barca che li porterà ancora più lontano. La speranza che li sostiene, il pericolo che si profila. La figura solitaria è sempre con loro, pronta ad accogliere coloro che non ce la fanno tra le sue braccia benevole… Con una forza straordinaria, le immagini di questo albo senza parole raccontano una storia che si ripete tutti i giorni: le fatiche del viaggio, i pericoli e le incertezze che milioni di persone ogni giorno sono costrette ad affrontare per inseguire la speranza di una vita migliore. Una narrazione senza eufemismi, che con estrema poesia e delicatezza vuole incoraggiarci a provare empatia e mostrare solidarietà. Guerra, frontiere, esodo, diritti umani… sono le parole che leggiamo sulla quarta di copertina, le parole che usiamo quotidianamente per parlare di migrazioni e che troppo spesso si perdono in mille discorsi e nel silenzio di chi potrebbe fare qualcosa.

Germania Nord
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Touring club italiano <ente senza scopo di lucro>

Germania Nord : [Berlino, Dresda, Colonia e Lipsia, Amburgo e le città anseatiche, parchi, fiumi, archeologia industriale] / [Touring club italiano]

Touring, 2020

Abstract: Berlino, Brandeburgo, Sassonia, Sassonia-Anhalt e Bassa Sassonia, Renania Settentrionale-Westfalia, Meclemburgo-Pomerania, Schleswig-Holstein, Brema e Amburgo: i dieci Länder della Germania Nord costituiscono un territorio vasto e multiforme che si lega ovunque all'acqua. Quella dei grandi fiumi che bagnano le metropoli, quella dei laghi del Meclemburgo e del Brandeburgo, quella che plasma le coste affacciate sul Baltico e sul mare del Nord. Un ambiente ideale per il turismo open air e in generale per la vita attiva, passione tedesca che si riflette nelle numerose opportunità di visita offerte dalla nuova Guida Verde. I tesori della Germania settentrionale si apprezzano facendo escursioni e pedalate in aree protette dall'impeccabile organizzazione, sui monti Harz o nella Sächsische Schweiz; rilassandosi alle terme di Lüneburg o alle isole Frisone; omaggiando la tavola, variegata come i paesaggi. Ma anche visitando i centri storici di Dusseldorf, Amburgo, Colonia, dinamiche città al top delle classifiche per qualità della vita. Altre città hanno sapientemente riconvertito la propria immagine al design e all'arte contemporanea, come Lipsia e Dessau che nel 2019 ha festeggiato il centenario del Bauhaus nel bellissimo museo dedicato; mentre Essen nel cuore della vecchia Ruhr è diventata una delle capitali verdi d'Europa, a testimonianza di una attenzione per l'ambiente diffusa in tutto il paese cui la Guida Verde dedica approfondimenti e spunti di visita.

Romania, Moldova
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Touring club italiano <ente senza scopo di lucro>

Romania, Moldova / [Touring club italiano]

Touring, 2020

Abstract: La primissima edizione della Guida Verde dedicata alle due repubbliche limitrofe dell’Est europeo esplora una realtà frastagliata, ricca, traboccante di vita, per secoli al centro della storia, della geografia e della cultura eurasiatica. Da Bucarest alla Transilvania coi suoi echi letterari, dalla Bucovina ai Patrimoni Unesco del Maramures?, dai tesori ambientali del Delta del Danubio fino alle coste del Mar Nero e agli orizzonti aperti di Cris?ana e Banat, la Romania presenta tesori e contraddizioni in un mix affascinante: antiche chiese in legno accanto a moderni edifici, profumi mediorientali e fast food, tecnologie all’avanguardia e stili di vita arcaici. Negli anni la Guida Verde Romania si è conquistata la stima e la considerazione degli stessi romeni, i primi a utilizzarla come autorevole fonte per la conoscenza del territorio nazionale. Ancora fuori dalle rotte turistiche consolidate, la Repubblica di Moldova è invece un’autentica scoperta, sia dal punto di vista ambientale – un territorio bucolico e ondulato, disseminato di villaggi a misura d'uomo – sia da quello culturale e sociale. Un paese accogliente, ospitale, genuino come le sue tradizioni, come il cibo e il vino che non mancano mai sulla tavola. Un paese dove fare esperienze e incontri autentici. La Guida Verde si spinge fino in Gagauzia e in Transnistria, ai confini con l’Ucraina, raccontando la persistenza del mondo sovietico e delle sue icone in una delle ultime roccaforti di qua dagli Urali.

Danimarca
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Touring club italiano <ente senza scopo di lucro>

Danimarca / [Touring club italiano]

Touring club italiano, 2020

Abstract: Danimarca, un piccolo Stato dal grande patrimonio storico-artistico e ambientale, con l'elegante capitale Copenaghen, regina del Baltico; la Groenlandia, affascinante "isola verde" di ghiaccio, e le remote isole Faer Oer.

Portogallo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Portogallo / di Fiona Dunlop ; fotografie di Tino Soriano

Ed. aggiornata

Milano : National Geographic, 2020

Le guide traveler di National Geographic

Abstract: La guida National Geographic "Portogallo" arricchisce la collana delle Guide Traveler in una nuova veste aggiornata anche graficamente. Il titolo presenta un'introduzione dedicata alla storia e alla cultura, seguita da una serie di itinerari dettagliati, suddivisi per zona, che condurranno i lettori alle principali e più note attrazioni ma anche a mete originali e insolite. Completa la guida una sezione dedicata alle informazioni pratiche (numeri utili, trasporti, hotel e ristoranti, eventi, guida allo shopping) e una comoda mappa estraibile del territorio.

Quello che si salva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Celani, Silvia

Quello che si salva / Silvia Celani

Garzanti, 2020

Abstract: Abbiamo una vita sola per essere ciò che vogliamo. Solo un passo divide Giulia dalla vetrina. Un passo che, però, le sembra il più lungo che abbia mai fatto in vita sua. Dietro il vetro, c’è un oggetto che non vede da tanto tempo, ma la cui immagine è impressa a fuoco dentro di lei. Per tutti è una semplice trottola, ma per Giulia rappresenta l’attimo in cui il mondo si è fermato, lasciandola in bilico sull’abisso. Ora è di nuovo davanti ai suoi occhi. All’improvviso rivede sé stessa giovane. La ragazza che nel 1943, nei mesi dell’occupazione tedesca di Roma, ha trovato il coraggio di combattere per la libertà, di impugnare una pistola per reagire all’orrore nazista, di premere il grilletto con le mani che fino al giorno prima sfioravano con delicatezza i tasti di un pianoforte. Come se fosse l’unica scelta possibile, come se un’altra strada non fosse percorribile. Accanto a lei, Leo e il loro amore, nato nei rifugi in cui sono stati costretti a nascondersi e tra gli abbracci per superare la paura. Leo che una notte le ha detto che, qualunque cosa fosse accaduta, avrebbe dovuto custodire la trottola che le aveva mostrato. Un oggetto che, per lui, significava moltissimo. Così nulla sarebbe mai cambiato tra di loro. Quando, dopo una retata, Giulia ha perso le sue tracce, non è più riuscita a ritrovare la trottola. Quel giorno tutto ha smesso di girare. E adesso eccola di fronte a lei, dietro quella vetrina. Giulia deve scoprire come sia finita lì. C’è un’unica persona a cui è pronta a raccontare la propria storia: Flavia, che ha cresciuto come fosse una nipote. Perché sappia che non è vero che i vuoti lasciati dalle persone che abbiamo amato non si riempiono più. In realtà sono sempre colmi della loro presenza: bisogna solo non aver paura di ascoltare.

La casa fantastica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Elschner, Géraldine <1954-> - Vandevelde, Lucie <1985->

La casa fantastica / Géraldine Elschner, Lucie Vandevelde

Jaca Book, 2020

Abstract: Una storia magica che avvicina i bambini a un modo diverso, colorato ed ecologico, di vedere le città e gli spazi abitativi, ispirandosi all'architettura di Friedensreich Hundertwasser. Tavole a colori per entrare nel mondo dell'artista austriaco pioniere dell'architettura ecologica, che trova una delle sue massime realizzazioni nella Hundertwasserhaus di Vienna, dove natura e cemento si danno la mano, gli alberi crescono sui tetti e le vie si tingono di colori sgargianti e spazi verdi a misura di bambino.

Il banchetto del Gattopardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il banchetto del Gattopardo : a tavola con l'aristocrazia siciliana / Elena Carcano

Torino : Il leone verde, 2020

Leggere è un gusto ; 2

Abstract: La raffinatezza quasi eccessiva che caratterizza gli ultimi bagliori della nobiltà siciliana è divenuta essa stessa un classico, grazie soprattutto al romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che ha descritto meglio di chiunque altro gli individui, le consuetudini, gli scenari, i cibi di quell'aristocrazia feudale ormai in declino, nell'epoca dell'affermarsi della società moderna. Le ricette sontuose ed elaborate tratte dalle descrizioni del celebre Gattopardo, unite ad altre attinte alla vasta memorialistica dell'aristocrazia siciliana, diventano così un piccolo tributo a un mondo raffinato e decadente che non perderà mai il suo fascino, e che possiamo nostalgicamente rievocare portando in tavola un lussureggiante timballo.

Ci vediamo fuori?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Squillari, Emma Lidia <1991->

Ci vediamo fuori? / Emma Lidia Squillari

Terre di mezzo, 2020

Abstract: Dodici uova si schiudono, dodici piccoli escono dal guscio. Ma una volta fuori, cosa li aspetta? Tra di loro c'è chi ha un appetito... enorme! Riesci a scovarlo?

Nel nome del padre e del figlio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nel nome del padre e del figlio / Ermanno Bencivenga

Milano : Hoepli, 2020

Invasioni ; 1

Abstract: Qual è il rapporto fra padre e figlio? Come si costituisce? Quale ne è la sostanza? Ermanno Bencivenga affronta il tema di questa particolarissima relazione attraverso due esempi icastici, che pongono al centro dell'attenzione due testi fondazionali della nostra cultura e ne danno un'interpretazione assolutamente originale. Si parte dall'Odissea, che in questa lettura diventa la storia non di Odisseo ma di Telemaco. È Telemaco che sceglie, fra i tanti naufraghi e viandanti che si presentano a Itaca nel corso degli anni dicendo di essere Odisseo, chi sia suo padre. Con un lavoro da detective, esaminando il peso delle varie parti dell'opera e i suggerimenti occasionali di Omero, viene ricostruita la natura arbitraria di questa scelta: che il naufrago in questione sia davvero Odisseo, ci dimostra Bencivenga, in fondo noi non lo sappiamo, e soprattutto non lo sa Telemaco; è lui a deciderlo, è il figlio a stabilire chi sia suo padre. Il secondo esempio è Pinocchio, solitamente interpretato in modo edificante come la crescita di un bambino da uno stato meccanico e disarticolato, mediante l'assunzione di responsabilità sociali, a uno stato finalmente umano. Viceversa, questo è il libro di Geppetto, che arriva a scegliere suo figlio e a scegliere di essere padre. Un bellissimo testo di David Foster Wallace, tratto da Brevi interviste con uomini schifosi, viene qui usato come contraltare: è Geppetto - a differenza del padre del racconto di Wallace, che muore senza cambiare atteggiamento - a umanizzare progressivamente il figlio e a riconoscerlo come tale.

Italiani in guerra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Italiani in guerra : sentimenti e immagini dal 1940 al 1943 / Pietro Cavallo

Bologna : Il mulino, 2020

Biblioteca storica

Abstract: «Così questo fatto atteso e temuto era entrato nella nostra vita e probabilmente ne avvertimmo subito le conseguenze. Ignaro di tanto il pubblico che era seduto nei caffè e nelle birrerie passava serenamente quel tardo pomeriggio festivo» (Giaime Pintor, Doppio diario). «State tranquilli, non sarà poi una cosa lunga. E anzi prevedo che sarà più una scaramuccia che una guerra totale» (Lettera di un militare da Bolzano, 12 giugno 1940). Parole rubate dall'informatore, lettere intercettate, relazioni degli organi di polizia che registrano lo «stato d'animo della popolazione». Rimettendo ordine in questo enorme brusio di voci, l'autore è riuscito a ricostruire, quasi giorno per giorno, come la pensavano gli italiani sulla guerra: come vedevano i nemici, come giudicarono la campagna di Grecia, poi l'intervento russo e americano, come reagirono alle avvisaglie della sconfitta e ai bombardamenti delle città. E insieme, come ne sentivano parlare dalla propaganda, o dal cinema, come ne ridevano o cantavano. È, naturalmente, una parabola discendente, che disegna la progressiva perdita di credibilità del fascismo e lo scollamento della comunità nazionale fino alla crisi del 25 luglio e dell'8 settembre.

Una giornata da indiano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Englebert, Jean-Luc <1968->

Una giornata da indiano / Jean-Luc Englebert

Babalibri, 2020

Abstract: Sei bambini su un’isola stanno saggiamente in attesa del ritorno dei loro genitori che sono andati a fare la spesa in barca. Quando la fame inizia a farsi sentire, Maxime, il più intraprendente, propone di andare a pesca. Ma i pesci si fanno attendere e i bambini finiscono per spazientirsi. Maxime allora, offeso, decide di starsene un po’ da solo. Si mette in cammino fino a raggiungere una piccola collina dove si stende nell’erba a guardare le nuvole e ad ascoltare il vento. I fratelli non tardano a raggiungerlo...

La distanza dei pesci
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lorenzoni, Chiara <1971-> - Conoscenti, Giulia <1991->

La distanza dei pesci / Chiara Lorenzoni, Giulia Conoscenti

Uovonero, 2020

Abstract: Marco ama il mare perché lo fa sentire quieto e liscio, e ama i pesci, tutti i pesci, perché lo avvolgono in una confusione buona, tenendolo nel branco senza stringerlo né allontanarlo. Vicino tanto da sentire, lontano tanto da non toccare. Vicino e lontano insieme. A volte vicino e lontano insieme è la giusta distanza. La distanza dei pesci. La distanza di Marco.

Eleganza fascista
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Eleganza fascista : la moda degli anni venti alla fine della guerra / Sofia Gnoli

Roma : Carocci, 2020

Abstract: Storia, moda, donne e regime sono gli ingredienti principali di questo libro che, attraverso documenti inediti, rare immagini di archivio e testimonianze orali, ripercorre la storia della moda italiana a partire dai primi anni Venti fino al suo grande riconoscimento internazionale dopo la Seconda guerra mondiale. Anche se il riconoscimento internazionale della moda italiana avviene intorno agli anni Cinquanta, le sue radici vanno ricercate molto più indietro. I primi tentativi di creazione di una moda indipendente da quella francese risalgono infatti ai tempi del Risorgimento. In seguito, nel 1906, la sarta Rosa Genoni presentò all’Esposizione internazionale di Milano una collezione di abiti interamente ispirata alle opere di artisti del Medioevo e del Rinascimento italiano. Dopo questi sporadici episodi, il tema di una moda nazionale venne ripreso in maniera più sistematica negli anni Venti dalla giornalista Lydia De Liguoro, fondatrice della rivista “Lidel”. Ma anche i suoi tentativi rimasero essenzialmente legati a motivi retorico-nazionalistici. Ancora all’inizio degli anni Trenta l’indiscussa capitale della moda rimaneva Parigi. Nella capitale francese si recavano i maggiori sarti italiani due volte l’anno, in coincidenza con la presentazione delle collezioni, e lì acquistavano i modelli di Chanel e Patou, di Lanvin e Madame Vionnet. Nel 1931, all’apice della crisi economica dovuta alla ripercussione del crollo di Wall Street, vennero commissionate dal regime delle statistiche ufficiali dai cui risultati emersero dati allarmanti sulle importazioni fatte dalle “vanitose donne italiane”. Fu allora che, per nazionalizzare il ciclo di produzione dell’abbigliamento e per arginare le importazioni dalla Francia, il regime diede vita all’Ente nazionale della moda; tuttavia, pur godendo di un notevole potere sul piano teorico, su quello pratico l’azione dell’Ente risultò spesso contraddittoria e confusa. Tale situazione rispecchiava le incoerenze del regime nei confronti sia della concezione della donna – divisa tra il modello emancipato e quello dell’angelo del focolare – sia della modernizzazione, sospesa tra un avanguardismo spesso velleitario e il peso della tradizione e della conservazione Allo scoppio della Seconda guerra mondiale, mentre i paesi alleati prendevano atto del momento di difficoltà, varando una sorta di “moda di Stato”, l’Italia, vista l’attenzione che il regime prestava alla moda e il valore propagandistico che le attribuiva, minimizzò a tal punto le difficoltà che fio al 1942 è difficile trovare nella stampa di moda riferimenti alla guerra. Se le incongruenze dell’Ente ne provocarono per certi versi il soffocamento delle iniziative, è pur vero che bisogna riconoscerne i meriti. Grazie a esso, infatti, vennero gettate le basi per la futura affermazione internazionale dello stile italiano

Deficit di attenzione e iperattività
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Menghini, Deny <1972-> - Vicari, Stefano <1959->

Deficit di attenzione e iperattività / Deny Menghini, Stefano Vicari

Carocci, 2020

Abstract: Il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (adhd) è spesso al centro di polemiche legate al suo riconoscimento e trattamento, e la sua stessa esistenza è talvolta messa in discussione. Ciò nonostante, è in grado di condizionare negativamente la vita del bambino e di coloro che lo circondano. Come riconoscerlo e gestirlo? Il volume offre informazioni scientifiche suII’adhd e indicazioni pratiche per i genitori e gli insegnanti che si trovano ad affrontarlo

Io e te
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Prasadam Halls, Smriti <scrittrice per bambini> - Small, Steve <illustratore>

Io e te / Smriti Prasadam-Halls e Steve Small

Zoolibri, 2020

Abstract: Che meraviglia avere degli amici, sapere che sono insieme a noi nei momenti felici e in quelli un po’ meno, quando siamo arrabbiati e quando vogliamo solo stare tranquilli. Solo che a volte possono essere.. inORSOpportabili! Un libro dolce e divertente su tutto, ma proprio tutto quello che può essere un’amicizia, dedicato a tutti quelli che hanno avuto un amico.

Adesso lo sai
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Adesso lo sai / Roberto Emanuelli

Milano : Sperling & Kupfer, 2020

Abstract: Ci sono amori che bruciano in fretta. Come quello che Francesca ha vissuto in una Bologna così romantica da farti mancare il fiato: una storia di gioventù che, a vent'anni di distanza, le ha lasciato in eredità cicatrici sul cuore e una figlia diciottenne, Giulia. Giulia che è dovuta crescere in fretta facendo affidamento solo sulla madre, imparando a dare del tu all'assenza di un padre senza volto, di cui possiede soltanto una foto di spalle scattata sulle dune di Ostia, quando ancora lui e la mamma potevano guardare l'orizzonte senza aver paura. Ma ora Francesca - lei che si è rialzata più forte e più bella di prima dopo che il mondo le è crollato addosso - sembra aver perso le certezze di sempre ed è stanca: stanca della relazione con Fernando, un uomo che la dà sicurezza ma non i brividi; stanca di mostrarsi sorridente a tutti costi; stanca di nascondere gli occhi e tutto quello che c'è dietro. E così anche Giulia, alle prese con una maturità da conquistare e un amore che la fa stare male, ora sente la terra vacillare sotto i piedi. Una madre e una figlia. Due donne. Due generazioni accomunate dal sogno di un amore: quello che ti prende per mano e ti porta lontano, quello che ti fa sentire speciale e sempre nel posto giusto, quello che ti fa scoppiare il cuore e ti mette i tramonti nelle tasche. Perché l'amore non è una fiamma che incendia la notte per pochi istanti e poi sparisce nel nulla. L'amore, quello vero, è un cielo pieno di stelle che puoi fermarti a guardare ogni giorno, fino a che non lo sai recitare a memoria, fino a quando, nel suo riflesso, ritrovi te stesso, come in uno specchio. L'amore fa così: non smette mai.

Che cosè la cooking therapy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Che cosè la cooking therapy / Barbara Volpi

Roma : Carocci, 2020

Bussole ; 611. Psicologia

Abstract: Si può fare terapia in cucina? È possibile imparare a stare bene cucinando? La cucina di casa può trasformarsi in uno spazio rigenerativo? Si possono sostenere i compiti evolutivi del bambino in cucina? Il testo presenta la pratica di consapevolezza e l'innovativo metodo terapeutico della cooking therapy o cucinoterapia, che a partire dal gesto quotidiano del cucinare traccia un percorso di tutela e promozione del benessere mentale per sé stessi e per gli altri. Vengono delineati gli aspetti teorici, clinici e le linee guida (corredate di schede tecniche) della cooking therapy, la sua applicabilità nella vita di tutti i giorni e in contesti clinici specifici, avvalendosi di testimonianze dirette e della strutturazione di laboratori costruiti ad hoc per bambini, adolescenti e adulti.