Includi: almeno uno dei seguenti filtri
× Classe "A 004-006"
× Classe "A 50-1-2-3-4-"
× Classe "A 60-2-6-9-"
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Fisica
× Nomi Cox, Joyce
Includi: tutti i seguenti filtri
× Materiale A stampa
× Soggetto Evoluzione

Trovati 9 documenti.

Il viaggio dell'universo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Swimme, Brian Thomas <1950-> - Tucker, Mary Evelyn

Il viaggio dell'universo / Brian Thomas Swimme, Mary Evelyn Tucker ; traduzione di Michele Zurlo

Roma : Fazi, 2013

Abstract: In che modo dobbiamo intendere lo splendore dell'universo? Noi siamo circondati dalla bellezza. Quale ne è stata la causa?. Contemplando l'immensità del mondo naturale di cui è parte, l'uomo ha sempre provato un senso di stupore, a partire da quello che inevitabilmente ci coglie ogni volta che alziamo lo sguardo al cielo stellato. Dalla meraviglia dell'umanità davanti alle forze cosmiche sono nati culti, miti, leggende, ma anche la curiosità e il desiderio di sapere all'origine della scienza. Oggi, ci ricordano gli autori di questo saggio: siamo la prima generazione ad aver compreso la portata scientifica globale della storia dell'universo. Una storia che si può raccontare come un viaggio: Il matematico e cosmologo Brian Swimme e la studiosa di religioni Mary Evelyn Tucker tornano indietro di oltre 13 miliardi di anni, quando avvenne il Big Bang, e passano per le tappe che hanno portato alla formazione della vita sulla nostra Terra. Forze di attrazione, particelle elementari che si legano e si scindono, miliardi di galassie che ospitano trilioni di stelle: il nostro cosmo è animato da una capacità creativa pressoché illimitata. L'immagine che ne abbiamo oggi, resa possibile dalle scoperte di uomini rivoluzionari come Keplero, Copernico, Galileo, Darwin o Einstein e dalle conquiste della tecnica, è quella di un universo in espansione, vivente, ma non privo di mistero.

Gli errori di Darwin
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Piattelli Palmarini, Massimo <1942-> - Fodor, Jerry A.

Gli errori di Darwin / M. Piattelli Palmarini, J. Fodor ; traduzione di Virginio B. Sala ; supervisione scientifica di Massimo Piattelli Palmarini

Milano : Feltrinelli, 2010

Abstract: In questo libro Massimo Piattelli Palmarini, biofisico e scienziato cognitivo, e Jerry Fodor, filosofo del linguaggio e cognitivista, sostengono che il principio darwiniano di selezione naturale e di progressivo adattamento all'ambiente non è verificabile. Anzi, con grande probabilità, è sbagliato. Lo dimostrano i dati più recenti della ricerca genetica, embriologica e biomolecolare. E lo dimostra l'esame stringente della logica interna della teoria darwiniana. Sulla scia di Stephen J. Gould e Richard Lewontin, i primi evoluzionisti a mettere in seria discussione il principio di selezione naturale, Piattelli e Fodor processano Darwin e i suoi seguaci più ortodossi. Oggi, sostengono, possiamo affermare con certezza che i viventi evolvono. Quali siano però i meccanismi che innescano il cambiamento è questione controversa e non ancora del tutto chiara. Atei, materialisti, non sospetti di derive creazioniste, i due autori credono che non esistano nella scienza discussioni inopportune. Al contrario, proprio nel nome della scienza occorre discutere con chiarezza e onestà i presupposti, i riscontri e le aporie di tutte le teorie scientifiche. Darwin e il darwinismo sono stati a lungo ritenuti fondamentali per comprendere la natura del vivente, ma non sono un feticcio che non possa essere messo sotto osservazione critica.

Il mondo prima della storia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tattersall, Ian

Il mondo prima della storia : dagli inizi al 4000 a.C. / Ian Tattersall ; edizione italiana a cura di Telmo Pievani

Milano : Cortina, 2009

Abstract: Come siamo diventati quelli che siamo? Descrivendo in modo chiaro e piacevole la documentazione fossile e archeologica, Ian Tattersall ricostruisce l'evoluzione umana dalla famiglia Hominidae all'affermazione di Homo sapiens. Questo volume ci riporta così al mondo lontano di quei bizzarri e strani scimmioni da cui noi stessi abbiamo origine. Dopo un'elegante presentazione della concezione darwiniana dell'evoluzione, tratta della comparsa del genere Homo, dei vantaggi del bipedismo, dell'aumento progressivo del volume cerebrale, della fabbricazione di strumenti, della nascita del linguaggio e del pensiero simbolico. È una storia affascinante ancora piena di misteri (perché si è estinto il cosiddetto uomo di Neanderthal?) e di questioni delicate (come è nato il sentimento religioso?), che culmina nel passaggio dai gruppi dei cacciatori-raccoglitori alle società basate sull'agricoltura, fino alle prime testimonianze scritte.

L'evoluzione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ayala, Francisco J.

L'evoluzione : lo sguardo della biologia / Francisco J. Ayala ; prefazione di Fiorenzo Facchini

Milano : Jaca Book, 2009

Abstract: A duecento anni dalla nascita di Charles Darwin e centocinquanta anni dopo la pubblicazione de L'Origine della Specie, gli scienziati sono concordi nell'affermare che niente in biologia ha significato se non alla luce dell'evoluzione. L'evoluzione è inoltre essenziale per l'agricoltura, l'epidemiologia, la medicina. Ayala presenta una sintesi di alcuni punti cardine dell'evoluzione della vita sulla Terra. Con L'Origine della Specie di Darwin lo sviluppo della vita vegetale e animale entra a far parte dell'ambito delle scienze tramite l'identificazione della selezione naturale come processo creativo nella formazione di ogni singola specie. Ayala verifica il portato della teoria di Darwin anche alla luce delle nuove scoperte della biologia e della genetica. Conferma così, anche in termini genetici, il processo di selezione naturale. Giunto alle trasformazioni genetiche che ci hanno portato dai primati all'uomo, Ayala rileva, con l'uomo, la presenza di un'evoluzione culturale che non può più essere studiata con i soli strumenti della scienza biologica. Se l'opposizione al darwinismo da parte della teoria dell'intelligent design è un'espressione scientificamente inaccettabile e da rifiutarsi, non si può leggere come selezione naturale lo sviluppo delle culture umane.

Darwin e l'anima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Franceschelli, Orlando <filosofo>

Darwin e l'anima : l'evoluzione dell'uomo e i suoi nemici / Orlando Franceschelli

Roma : Donzelli, [2009]

Abstract: In questo volume, Orlando Franceschelli affronta uno dei nodi cruciali del pensiero darwiniano: la questione antropologica, destinata a scuotere dalle fondamenta la tradizione filosofica e religiosa occidentale. A cominciare dalla credenza nell'immortalità dell'anima e nella guida provvidenziale della storia. Le celebrazioni per il bicentenario della nascita di Darwin, infatti, rischiano di lasciare in ombra il vero nucleo teorico della sua rivoluzione antropologica: naturalizzando l'uomo e la sua mente, Darwin ne avrebbe addirittura minato la dignità. In questo saggio Franceschelli parte dalla ricostruzione del pensiero di Darwin sulla coevoluzione della natura umana: dai suoi rapporti con gli animali, fino al progresso verso la civiltà. Snodi cruciali mediante i quali Darwin ha influenzato la scienza, la filosofia e anche quella teologia che ormai parla non più di creazione ma di emergenza dell'anima. È da esse che risulta con chiarezza il carattere pretestuoso di ogni tentativo di assimilare Darwin alla volontà di potenza di Nietzsche, al darwinismo sociale e al razzismo e all'eugenetica di Hitler. Oltre l'anima e la volontà di potenza: è a partire da questo approdo della coscienza moderna che l'autore delinea l'impegno etico-politico cui dovrebbe indurci una concezione effettivamente naturalistica dell'uomo. Interessata a raccogliere con responsabilità e costruttiva capacità di dialogo anche le attuali sfide bioetiche.

Il pesce che e' in noi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shubin, Neil

Il pesce che e' in noi : la scoperta del fossile che ha cambiato la storia dell'evoluzione / Neil Shubin ; traduzione di Massimo Gardella

[Milano] : Rizzoli, 2008

Abstract: C'è un fossile che ha costretto la comunità scientifica a riformulare la storia dell'evoluzione: Tiktaalik, il grande pesce di acque poco profonde con le pinne a forma di mani, è il tanto atteso anello di congiunzione fra i pesci e gli animali terrestri. Neil Shubin, che l'ha trovato tra i ghiacci dell'Artico, ora spiega perché discendiamo da quella strana creatura vissuta 375 milioni di anni fa. Con semplicità e molto spirito, racconta come si sono modificati i nostri organi nel corso di una lunga, imperfetta evoluzione. Imperfetta, perché nascere pesci e diventare umani significa purtroppo avere il singhiozzo, rischiare l'infarto, camminare su ginocchia traballanti e pagare lo scotto di un cervello - ammettiamolo - un po' rozzo.

L'evoluzione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Massa, Renato <1943->

L'evoluzione : il viaggio della materia vivente / Renato Massa

Milano : Jaca Book, 2007

Abstract: In questo volume riccamente illustrato il naturalista Renato Massa introduce il lettore alla grande avventura della vita, con un'indagine esauriente sull'argomento dell'evoluzione biologica lungo le maggiori scoperte, da Darwin fino ai dibattiti più recenti. Un viaggio attraverso la biogeografia, la sociobiologia, l'etologia comparata e altre discipline biologiche introduce il lettore alla comprensione di fatti scientifici e filosofici sull'evoluzione. Gli organismi possono avere forme e funzioni molto diverse, ma mostrano caratteristiche sorprendentemente uniformi, che possono essersi evolute indipendentemente. Per esempio, essi hanno bisogno degli occhi per vedere il mondo che li circonda: ebbene, scopriamo con stupore che gli occhi, pur essendo meccanismi assai complessi, nel corso dell'evoluzione si sono prodotti sessanta e più volte indipendentemente. Siamo ben lungi dall'aver compreso il meccanismo della vita e c'è ancora molto da sapere sulle leggi attraverso le quali la materia può essere organizzata in numerose forme differenti, ma non in molte altre. La seconda parte del volume compie una carrellata nel lungo viaggio della vita, dai procarioti alla comparsa dell'intelligenza umana.

Le pietre false di Marrakech
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gould, Stephen Jay <1941-2002>

Le pietre false di Marrakech : appunti di storia naturale / Stephen Jay Gould ; traduzione di Libero Sosio

Milano : Il saggiatore, [2007]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Avviandosi verso la fine del millennio, ma anche verso la fine della propria esistenza, nei ventitré saggi raccolti in questo volume Stephen J. Gould fissa una precisa cornice di riferimento storica, oltre che teorica, in cui inserire le più storiche di tutte le scienze: la paleontologia, la geologia e la teoria dell'evoluzione che, come scriveva Darwin, non è altro che una grandiosa visione della vita. Il libro si apre gouldianamente con tre sguardi singolari sui fossili: dai falsi venduti oggi ai turisti sprovveduti in Marocco, al mistero della pietra vulva, ai clamorosi abbagli di Galileo e dei suoi confratelli lincei. Gould gioca come sempre sulla varietà dei toni, sul piacere di scoprire e provocare, sulla critica a ogni ottusità e pregiudizio, e questo lo porta a indagare nuove prospettive sul contributo dato all'evoluzione darwiniana dagli scienziati ottocenteschi. Gould spazia dalla critica al darwinismo sociale e ai pregiudizi di stampo razzista di cui fu intrisa ai suoi albori la genetica, all'avversione per la costruzione di armi sempre più efficienti, prendendo spunto dalla comparsa delle armi chimiche e biologiche durante la Grande Guerra, fino a una visita alla chiesa del Santo Sepolcro divisa tra le varie confessioni cristiane, che si contendono stizzosamente gli spazi dell'edificio sacro.

I coralli di Darwin
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bredekamp, Horst <docente di storia dell'arte>

I coralli di Darwin : i primi modelli evolutivi e la tradizione della storia naturale / Horst Bredekamp

Torino : Bollati Boringhieri, 2006

Abstract: Nell'immaginario comune il nome di Darwin è collegato inseparabilmente alla teoria dell'evoluzione attraverso la lotta per la sopravvivenza delle specie. Meno conosciuti sono invece i dubbi che accompagnarono la nascita di tale principio. Ciò vale anche per il ben noto modello evolutivo ad albero, che regola i criteri dello sviluppo delle specie e che si adatta perfettamente alle idee socialdarwinistiche del XIX secolo. In questo libro, lo storico dell'arte Horst Bredekamp illustra come Darwin considerasse tale modello ad albero solo una delle varie possibili soluzioni contemplate per rappresentare in modo figurativo il processo evolutivo. Una delle alternative era il corallo, che assurgeva così a simbolo di tutto lo sviluppo naturale. Bredekamp non ricostruisce solamente la storia del significato del corallo, ma mostra anche come Darwin abbia inserito questo simbolo tradizionale nelle sue riflessioni: come modello di una evoluzione che monta anarchicamente in tutte le direzioni e che, diversamente da quanto appare nel modello ad albero, non vede gli esseri umani come suprema meta finale del processo evolutivo.