Includi: tutti i seguenti filtri
× Classe "A N 8-3 THR"
× Livello Monografie
× Materiale A stampa
× Data 2016
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Cross, Alex <personaggio di James Patterson>

Trovati 188 documenti.

Il sezionatore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Raabe, Marc <1968->

Il sezionatore ; Prima di uccidere ; Sono qui / Marc Raabe

Newton Compton, 2016

Abstract: La macabra scoperta che segnerà per sempre la vita di un ragazzo di undici anni. Un incubo che riaffiora quando qualcuno a lui molto caro viene rapito... "Il sezionatore" è un thriller che non lascia scampo. "Prima di uccidere" è ambientato in Costa Azzurra: qui è scomparsa la ragazza di Jan. Sul suo smartphone, un filmato confuso ma inquietante, girato poco prima che Laura sparisse. È l'inizio di una inquietante corsa contro il tempo. L'ex moglie del pediatra Jesse Berg viene uccisa e sua figlia rapita. L'autore del delitto lascia un messaggio: "Tu non la meriti". A Berg è chiaro che il bersaglio da colpire è lui. Così ha inizio il terzo capolavoro di Marc Raabe, "Sono qui". lavoro di Marc Raabe, "Sono qui".

Nel nome del male
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Oswald, James

Nel nome del male / James Oswald ; traduzione di Leonardo Taiuti

Firenze ; Milano : Giunti, 2016

Abstract: Nei sotterranei di un'antica dimora nel cuore di Edimburgo viene rinvenuto il cadavere di una ragazza, rimasto nascosto per sessant'anni all'interno di una cripta. Incaricato delle indagini, l'ispettore McLean, spirito libero e cocciuto, non può immaginare la scena che si troverà di fronte: un corpo straziato in un contesto che ha tutta l'aria di un cerimoniale. Per gli alti vertici della polizia questo cold case non è certo una priorità, ma McLean è ossessionato dal macabro rituale con cui è stata seviziata la vittima e non riesce proprio a girare al largo. Intanto Edimburgo è sconvolta dal brutale assassinio di un vecchio banchiere, seguito da una catena di altri omicidi di uomini in vista: tutti ricchi e potenti. Tutti sventrati con lo stesso rito cruento. Possibile che si tratti solo di coincidenze? Qual è il filo rosso che lega gli omicidi tra loro? E quale mente perversa può congegnare un simile orrore?

La tredicesima vittima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Patterson, James <1947-> - Paetro, Maxine <1946->

La tredicesima vittima / romanzo di James Patterson e Maxine Paetro ; traduzione di Annamaria Biavasco e Valentina Guani

Milano : Longanesi, 2016

Abstract: Lindsay Boxer è una donna realizzata, una madre innamorata della sua splendida bambina e una moglie felice. Ma è anche e soprattutto una detective in una città complicata e pericolosa come San Francisco, che non lascia tranquilla né lei, né le sue amiche, la giornalista Cindy Thomas, il medico legale Claire Washburn e l'avvocato Yuki Castellano. Quattro donne, quattro menti affascinanti che per amicizia, per passione e per mestiere hanno scelto di non dare tregua al crimine. L'ultimo, terribile assassino che tiene in scacco la città ha deciso di seminare morte e terrore uccidendo in maniera indiscriminata i clienti di una nota catena di fast food, senza lasciare alle Donne del Club Omicidi alcun indizio o movente. Qual è il suo misterioso piano di morte? Quale il sanguinario obiettivo che intende raggiungere? L'indagine, già intricata e densa di pericoli, si intreccia a una minaccia che piomba sulle quattro amiche come un'ombra dal passato: una vecchia conoscenza, una pericolosa psicopatica è tornata, decisa a vendicarsi. Il suo primo obiettivo è Cindy, che con il suo fiuto di giornalista investigativa è riuscita dì nuovo a individuarla. Ma anche Lindsay e la sua bambina sono nel mirino. Ancora una volta la sfida con il male è difficile e pericolosa, quasi impossibile; Lindsay e le altre dovranno ricorrere a tutte le loro abilità e al loro coraggio per vincerla...

Buio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Buio : per i bastardi di Pizzofalcone / Maurizio De Giovanni

2. ed

Torino : Einaudi, 2016

Abstract: Nel tepore ingannevole di un maggio malato, il raccogliticcio gruppo di investigatori comandato da Gigi Palma si trova a fronteggiare un crimine terribile: un bambino di dieci anni, nipote di un ricco imprenditore, è stato rapito. Le indagini procedono a tentoni, mentre il buio si impadronisce lentamente dei cuori e delle anime e la morsa di una crisi di cui nessuno intravede l'uscita stravolge le vite di tanti, spegnendo i sentimenti più profondi. Anche un banale furto in un appartamento può nascondere le peggiori sorprese. I Bastardi dovranno essere più uniti che mai, per trovare insieme la forza di sporgersi su un abisso di menzogne e rancori dove non balena alcuna luce. Intanto, nel commissariato più chiacchierato della città, i rapporti di lavoro e quelli personali si complicano, e il vecchio Pisanelli prosegue la sua battaglia solitaria contro un serial killer alla cui esistenza nessuno vuole credere.

Sei casi al BarLume
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Malvaldi, Marco <1974->

Sei casi al BarLume / Marco Malvaldi

Palermo : Sellerio, 2016

Abstract: Questi sei racconti, con protagonisti i quattro vecchietti del BarLume e il barrista Massimo, sono stati pubblicati per la prima volta in diverse antologie poliziesche di questa casa editrice, a partire da "Un Natale in giallo" del 2011. Nell'inedita prefazione, a sua volta una sorta di racconto tra i racconti, l'autore, informando della genesi dei personaggi e delle situazioni, ricorda cose della sua gente e dei suoi luoghi così cariche di stranezze di paradosso e di umorismo naturale che si stenta a credere che non siano opera di finzione. "Poco di quello che esce dalla bocca di nonno Ampelio è inventato". Dunque le irriverenze, i giochi geniali di parole, le "sudicerie" oltre il politicamente corretto, il cinismo miscredente, gli strani figuri che si affacciano al bancone del bar, insomma: il clima irresistibilmente anarchico del paesino toscano di Pineta che tanto profuma di antica libertà municipale, viene tutto da un vissuto. Un vissuto messo in scena poi dalla pura arte dell'intratte-nimento letterario di Marco Malvaldi. "Arte di non inventarsi nulla" la definisce l'autore: ed essa spiega bene perché i vecchietti del BarLume buchino la pagina. Ma lo spiega anche un'altra qualità: nelle storie del Bar-Lume troviamo rappresentata e tramandata, con consapevolezza antropologica ma voltata al comico della commedia dell'arte, una radicata civiltà locale, una forma di vita popolare, come una delle tante tessere che compongono il mosaico dell'identità degli italiani.

L'altro capo del filo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Camilleri, Andrea <1925-2019>

L'altro capo del filo / Andrea Camilleri

Palermo : Sellerio, 2016

Abstract: La nuova indagine del commissario Montalbano. A Vigàta si susseguono gli arrivi di migranti e tutto il paese è coinvolto nel dare aiuto. Il commissario e i suoi uomini non si risparmiano. Poi una notte mentre Montalbano è al porto per il consumarsi di una ennesima tragedia del mare, un’altra tragedia lo trascina via dal molo: nella più rinomata sartoria del paese è stata ritrovata la sarta Elena trucidata a colpi di forbici. Una pagina tira l’altra. Eppure la lettura non può che scorrere con lentezza. C’è troppo dolore, c’è troppa disperazione, nel paesaggio di realtà che si va ad attraversare. Il mare è diventato una enorme fossa comune, il teatro acquatile di una immane tragedia di naufraghi: il quadrante acheronteo di violenze, lo specchio deforme attraversato dai fantasmi di quanti hanno sperato nella salvezza della fuga, sebbene pagata con la spoliazione e con gli abusi, con l’urlo raggelato delle madri e il pianto muto dei bambini che non sanno come decifrare l’orrore che si è disegnato nei loro occhi. Con quanta velocità è concesso di leggere la lentezza della sacra rappresentazione dell’esodo di una umanità straziata, tradita dalla storia e offesa dalle politiche del sospetto e dell’egoismo? A Vigàta, Montalbano è impegnato nella gestione degli sbarchi, nei soccorsi ai migranti, nello smascheramento degli scafisti. Ha la collaborazione del commissariato, di vari volontari, e di due traduttori di madrelingua. Si prodigano tutti. Si sacrificano, tra tenacia e spossatezza. Catarella si intenerisce, si infervora, e mette a disposizione delle operazioni caritatevoli la sua innocente quanto fragorosa rusticità. Il lettore procede, compunto, con il passo del pellegrino. E non si accorge che dietro le pagine si sta armando un romanzo perfettamente misterioso. Persino Montalbano viene colto di sorpresa. L’arrivo felpato del delitto gli dà il soprassalto. Si ritrova all’improvviso con un «gomitolo» in mano, inestricabile, che pretende di interagire con i suoi sogni abitati in quei giorni da gatti arruffati, pronti alla zampata, o che con negligente sicurezza giocano a liberare il bandolo di una palla di filo. In questo romanzo, che sempre più illividisce, anche gli oggetti stanno in agguato. E i dettagli appaiono foschi; e tali da darsi in associazioni del tutto imprevedibili. È stata trucidata una sarta, vedova, che la comunità vigatese rispetta per la sua bellezza portata con garbo e semplicità; e per la misurata riservatezza della sua vita. Ha avuto sì amori clandestini, ma placidi e sommessi, contornati di tenace amicizia o di domestica cordialità. Lo sgomento è generale. Persino l’ispido medico legale, Pasquano, si ammorbidisce davanti a un omicidio così inspiegabile. Montalbano si isola nell’architettura di silenzio del luogo del delitto. Stenta ad afferrare un’intuizione, che scivolosa gli serpeggia nel pensiero. Stenografa mentalmente le sue sensazioni. Le ricompone in uno spettacolo mentale che fa scorrere come un film. Agguanta alla fine la supposizione. Le reliquie, sopravvissute al passaggio tumultuoso dell’ombra assassina, portano all’evidenza di quel sudario di memorie dentro il quale la vittima si era cucita in complicata e generosa solitudine; e conducono alla soluzione del giallo.

I piccoli fuochi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pastor, Ben <1950->

I piccoli fuochi / Ben Pastor ; traduzione di Luigi Sanvito

Palermo : Sellerio, 2016

Abstract: Martin Bora, il nobile soldato della Wehrmacht, sente sempre una grande nostalgia quando è costretto a rivedere, nel fuoco della guerra e nel piombo dell'occupazione, i luoghi dove visse la sua dorata gioventù. Siamo a Parigi, nell'autunno del 1940; Bora era stato inviato nella ex Ville Lumière invasa dagli "amabili conquistatori", per un incarico adatto a un uomo colto come lui: controllare le mosse di Ernst Jünger, il grande scrittore, l'eroe della patria, l'amante della guerra, che però ha col regime di Hitler un infido rapporto. Ma presto, non senza sollievo, lascia la città per una nuova missione. È stata uccisa la moglie bretone, e ricchissima, di un commodoro della Marina del Terzo Reich, per giunta amico del capo supremo dei servizi Canaris, nonché uomo vizioso e dalle molte amanti. In casi come questi le alte sfere si rivolgono a Bora per il suo acume di investigatore, nonostante la sua mente sia troppo libera. In Finistère, Martin rincontra Jünger, che sembra votato a incomprensibili fini, e avvia il suo lavoro affondando lo scandaglio dell'inchiesta nei tanti piccoli fuochi accesi dall'indipendentismo bretone: fatto di tradizionalismo celtico, strani riti, croci calvario e "case maledette". Ma è la pista giusta? A cosa mira il grande Jünger ? E chi è veramente quello strano bretone, quel prete spretato capace di riaccendere ad uno ad uno tutti i fantasmi da cui il rigido ufficiale sassone è inseguito?

Sole di mezzanotte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nesbø, Jo <1960->

Sole di mezzanotte / Jo Nesbø ; traduzioned di Eva Kampmann

Torino : Einaudi, 2016

Abstract: Dice di chiamarsi Ulf, e cerca un posto dove nascondersi. Cosí ha viaggiato per 1800 chilometri su treni e autobus fino a un paesino sperduto, nell'estremo nord della Norvegia. Aveva dei buoni motivi per tradire il Pescatore, il signore della droga con cui lavorava a Oslo, ma ora ha i suoi sicari alle calcagna. Inutile continuare a scappare. A Kåsund, almeno, ha trovato un capanno da caccia, una donna quasi bella e un ragazzino che non vedeva l'ora di parlare con un forestiero. Non dovrà attendere a lungo per scoprire se, anche per uno come lui, è possibile una redenzione. Oppure se davvero la speranza non è altro che un'invenzione del diavolo.

Burn City. Lo spettro assassino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Torreggiani, Francesco <1983->

Burn City. Lo spettro assassino / Francesco Torreggiani

Asola (Mn) : Gilgamesh edizioni, 2016

Abstract: Burn City è un borgo sonnacchioso immerso nella profonda provincia texana in cui l'aria è rovente e il sole svetta alto su un'umanità pigra e abitudinaria. A Burn City la vita scorre lenta e senza traumi. Ma quel pomeriggio d'estate, quando le ombre si allungano e il cielo si colora, un'apparizione demoniaca scuote la città dal suo torpore. Misteriosi omicidi, fantasmi dal passato, spiriti in cerca di vendetta e due detective, di nuovo, pronti a fronteggiarli: Parker e Karter ancora insieme, alle prese con forze occulte che tornano a Burn City più pericolose di prima. Francesco Torreggiani firma così il secondo capitolo di una saga paranormale, che strizza l'occhio alla gothic novel e fa propri i suoi stilemi, ma li sovverte, li rovescia, li capovolge, eleggendo la provincia texana a luogo privilegiato (e assolato!) di proliferazione dell'occulto.

Tre indagini per l'ispettore Santoni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Matteucci, Franco <1948->

Tre indagini per l'ispettore Santoni / Franco Matteucci

Roma : Newton Compton, 2016

Il corpo che affiora
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sten, Viveca <1959->

Il corpo che affiora / Viveca Sten

[Milano] : BUR, 2016

Abstract: L'atmosfera idilliaca dell'isola di Sandhamn, nell'arcipelago di Stoccolma, viene turbata dall'ombra della morte e del delitto. Il corpo di un uomo di mezza età affiora accanto a uno scoglio, avvolto in una rete da pesca. L'uomo è Krister Berggren, viveva da solo in uno squallido appartamento della periferia di Stoccolma, e a casa sua le uniche tracce di un qualche rapporto con altri esseri umani sono una foto della madre e una cartolina della cugina Kicki. E anche quest'ultima, Kicki, viene trovata uccisa, avvelenata. Le indagini sono affidate all'ispettore Thomas Andreasson, che può contare sull'aiuto di una sua amica d'infanzia, Nora Linde, avvocato. La scia di delitti è finita o continuerà? E le due vittime sono state eliminate dallo stesso assassino? Per scoprirlo, Thomas e Nora dovranno portare alla luce inconfessabili segreti.

Il testimone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Villoro, Juan

Il testimone / Juan Villoro ; traduzione e prefazione di Maria Cristina Secci

[Narni] : Gran Via, 2016

Abstract: Julio Valdivieso, un professore messicano emigrato da lungo tempo in Europa, quasi in una sorta di esilio volontario, torna nel suo Paese per un anno sabbatico. Il Partito Rivoluzionario Istituzionale, dopo settantun anni di potere, ha appena perso le elezioni e si profila un periodo di transizione dove, tra dubbi e speranze, tutto sembra poter cambiare, anche lo sguardo verso la storia. Ma in questo tempo statico e terribile, il vuoto di potere pare riempirsi di cieca violenza e dello strapotere dei mezzi di comunicazione. Quello di Julio diventa così un ritorno a un'Itaca dilaniata dal crimine organizzato, da una politica intesa come cospirazione, un Messico dove i conti ancora aperti con la Rivoluzione si ripresentano sotto forma di farsa e dove l'epica diventa telenovela. Julio, che vive sospeso nell'infinita ripetizione del passato e nel ricordo di un incancellabile amore giovanile, osserva la realtà, rimanendone suo malgrado coinvolto, per assumere poi quel ruolo di testimone che i molti personaggi che gli ruotano intorno sembrano volergli assegnare. Juan Villoro unisce con grande maestria i fili del passato e del presente in un romanzo che è già parte della cultura latinoamericana contemporanea.

27 ossa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lama, Diana <1960->

27 ossa / Diana Lama

Roma : Newton Compton, 2016

Abstract: Nel bosco di Capodimonte, a Napoli, circondato dall'ombra di alberi secolari, sorge il condominio Badenmajer, un palazzo dalla fama sinistra popolato da centinaia di inquilini. L'architetto austriaco che lo progettò morì suicida e i suoi sotterranei, luoghi bui e spettrali, ospitavano un tempo un manicomio femminile. Ad accrescere l'inquietudine del luogo la scomparsa di alcune donne: persone sole, senza legami, o di passaggio in città e la cui assenza non è stata notata. Solo Gloria, ragazza instabile e claustrofobica, si è resa conto che sta accadendo qualcosa di strano, e farnetica di scene raccapriccianti che accadrebbero nel condominio; ma viene considerata poco attendibile da molti, o addirittura pazza. E poi c'è Andrea, poliziotta sospesa dal servizio per aver ucciso il serial killer a cui dava la caccia, per nulla convinta che quel caso sia davvero chiuso. Così, quando in città vengono rinvenuti arti femminili, inizia a indagare per conto proprio, contro le direttive del suo superiore. Gli indizi che segue la conducono inaspettatamente nel luogo in cui vive, e a quel punto ad Andrea non rimane che immergersi nel passato del Condominio Badenmajer, per scoprire cosa nasconda nelle sue viscere. Con uno stile che scava nelle menti dei suoi ambigui protagonisti, con un ritmo incalzante che alterna le voci dei vari inquilini del palazzo, Diana Lama sequestra il lettore trasportandolo dentro le case di potenziali assassini...

La confraternita delle ossa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Roversi, Paolo <1975->

La confraternita delle ossa : la prima indagine di Enrico Radeschi / Paolo Roversi

Venezia : Marsilio, 2016

Abstract: Milano, 2002. Molti misteri s'intrecciano sotto la Madonnina. Tutto comincia quando un noto avvocato viene assassinato in pieno giorno nella centralissima piazza dei Mercanti: prima di morire, però, l'uomo traccia uno strano simbolo col proprio sangue... Da qui parte una complicata indagine che porterà Enrico Radeschi, giovane aspirante giornalista nonché hacker alle prime armi, a indagare, insieme allo scorbutico vicequestore Loris Sebastiani, su una misteriosa confraternita che trae ispirazione da san Carlo Borromeo e persegue un disegno spietato per ristabilire l'ordine morale in una società giudicata corrotta. A quello dell'avvocato seguiranno altri omicidi o presunti tali, come l'inquietante schianto di un aereo contro il grattacielo Pirelli. Nel frattempo, una conturbante femme fatale, soprannominata "la Mantide" dagli inquirenti, seduce e uccide giovani ragazzi nei giorni di festa, facendone poi sparire i corpi. Chi è la donna misteriosa? E chi la protegge? Qual è il disegno ultimo di questa confraternita millenaria? Cosa si nasconde nei sotterranei del Duomo di Milano e nella cripta di un'altra famosa chiesa milanese?

Il libro dei Baltimore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dicker, Joël <1985->

Il libro dei Baltimore / Joël Dicker ; traduzione di Vincenzo Vega

Milano : La nave di Teseo, 2016

Abstract: Sino al giorno della Tragedia, c'erano due famiglie Goldman. I Goldman di Baltimore e i Goldman di Montclair. Di quest'ultimo ramo fa parte Marcus Goldman, il protagonista di "La verità sul caso Harry Quebert". I Goldman di Montclair, New Jersey, sono una famiglia della classe media e abitano in un piccolo appartamento. I Goldman di Baltimore, invece, sono una famiglia ricca e vivono in una bellissima casa nel quartiere residenziale di Oak Park. A loro, alla loro prosperità, alla loro felicità, Marcus ha guardato con ammirazione sin da piccolo, quando lui e i suoi cugini, Hillel e Woody, amavano di uno stesso e intenso amore Alexandra. Otto anni dopo una misteriosa tragedia, Marcus decide di raccontare la storia della sua famiglia: torna con la memoria alla vita e al destino dei Goldman di Baltimore, alle vacanze in Florida e negli Hamptons, ai gloriosi anni di scuola. Ma c'è qualcosa, nella sua ricostruzione, che gli sfugge. Vede scorrere gli anni, scolorire la patina scintillante dei Baltimore, incrinarsi l'amicizia che sembrava eterna con Woody, Hillel e Alexandra. Fino al giorno della Tragedia. E da quel giorno Marcus è ossessionato da una domanda: cosa è veramente accaduto ai Goldman di Baltimore? Qual è il loro inconfessabile segreto?

Conto alla rovescia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Patterson, James <1947-> - Ledwidge, Michael <1971->

Conto alla rovescia / James Patterson [e Michael Ledwidge]

[Milano] : Corriere della sera : La Gazzetta dello Sport, 2016

Abstract: Per il detective Michael Bennett doveva essere una tranquilla e rilassante vacanza al mare insieme alla sua numerosa famiglia, ma una telefonata sconvolge i suoi piani, costringendolo a tornare in servizio: qualcuno ha piazzato una bomba nella sede centrale della New York Public Library, accompagnata da un messaggio tanto criptico quanto inquietante. Quando Bennett, profondamente scosso, arriva sul posto, scopre che la faccenda è persino più intricata di quanto pensava: l'ordigno è opera di una mente sofisticata e il messaggio lascia intendere che quella bomba non sarà l'unica. A distanza di qualche giorno vengono rinvenuti due cadaveri all'interno di un'auto, nel Queens. E anche in questo caso viene trovato un biglietto, indirizzato proprio a Michael Bennett. Il killer dice di essere il Figlio di Sam, l'assassino che ha sconvolto l'America negli anni Settanta. Ma com'è possibile, se è detenuto in un carcere di massima sicurezza? Bennett è sempre più convinto che ci sia un collegamento tra gli omicidi e gli attentati dinamitardi che stanno terrorizzando New York, ma il tempo non dà scampo e il detective dovrà agire più in fretta del killer se vuole evitare altri sanguinosi delitti...

Oscure verità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Weaver, Tim <1977->

Oscure verità : romanzo / Tim Weaver ; traduzione dall'inglese di Andrea Salamoni

[Roma] : Time Crime, 2016

Abstract: Quando Leonard Franks e sua moglie Ellie lasciano la vita caotica di Londra e si trasferiscono nel Dartmoor per trascorrere in serenità gli anni della pensione, non sanno che la loro felicità è destinata a durare ben poco. In un tardo pomeriggio invernale, dopo essere uscito di casa per raccogliere della legna, Leonard scompare nel nulla. Nove mesi dopo, di lui nessuna traccia. Le indagini della polizia sono ormai a un punto morto, incapaci di far luce su una vicenda inspiegabile quanto incresciosa, così a Ellie non resta che rivolgersi a David Raker. Rintracciare persone scomparse è la sua specialità, grazie a un intuito eccezionale e a una spiccata capacità di comprendere gli uomini e vagliarne la natura, ma forse nemmeno Raker è pronto per affrontare ciò che lo attende. Dietro la scomparsa di Leonard Franks c'è un segreto mortale, nascosto tanto in profondità da sembrare inaccessibile. Ma Raker non ha scelta: la strada verso la scoperta di una verità pericolosa è ormai intrapresa. Sarà disposto a mettere a rischio la sua vita e quella delle persone che più gli stanno a cuore?

L'ombra del collezionista
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Deaver, Jeffery <1950->

L'ombra del collezionista / Jeffery Deaver

[Milano] : Rizzoli, 2016

Abstract: Delle sue vittime lui non vuole il corpo, vuole solo la pelle: per marchiarla a morte. È un novembre gelido, a New York, e nelle strade spazzate dal vento e dalla neve si aggira un serial killer. È scaltro, feroce, implacabile. Aggredisce donne e uomini nei seminterrati, li trascina nelle gallerie buie e umide che si allargano labirintiche nel sottosuolo, li tatua con un inchiostro al veleno lasciando loro sulla pelle incomprensibili messaggi fatti di numeri e lettere; poi li abbandona a un'agonia lenta e straziante. Chi è e cosa vuole? E il tatuaggio che porta sul braccio, un centopiedi rosso con zanne e un volto umano, ha un significato? A esaminare i primi indizi, il killer sembra ispirarsi al collezionista di ossa, il famigerato criminale che più di dieci anni prima aveva gettato nel terrore la città e messo a dura prova il brillante talento deduttivo di Lincoln Rhyme. Questa volta, spalleggiato dalla fidata Amelia Sachs e da tutta la squadra, il criminologo più famoso d'America sarà costretto a districarsi in un oscuro ginepraio di false piste e colpi di scena, in lotta contro il tempo per sventare un piano folle e diabolico. Perché il passato non muore mai, e il nemico non è mai così lontano.

Nel nome di mio padre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sten, Viveca <1959->

Nel nome di mio padre / Viveca Sten ; traduzione di Alessia Ferrari

Venezia : Marsilio, 2016

Abstract: In una buia sera di novembre, una ragazza di vent'anni scompare misteriosamente dalla piccola isola di Sandhamn al largo di Stoccolma, un paradiso naturale di spiagge e boschi, famoso per lo storico circolo velico e le regate, con un accogliente villaggio di case in legno che si affacciano sulle acque del Mar Baltico. La bella stagione è ormai finita, chioschi e locali sono sigillati con robusti lucchetti, e sull'isola è rimasta solo una manciata di persone, in attesa che le giornate si facciano più luminose. Dalla centrale di Nacka, l'ispettore Thomas Andreasson torna ai luoghi dell'infanzia per partecipare alle ricerche, complicate dall'infuriare di una violenta tempesta di pioggia e vento, ma è tutto inutile. Di Lina Rosén non c'è più traccia. Qualche mese dopo un gruppo di bambini, giocando nel bosco, scopre un sacco che affiora dalla neve. Contiene resti umani. Potrebbero appartenere a Lina? Anche Nora Linde in quei giorni si trova a Sandhamn con i figli. Il suo matrimonio è in crisi e lei ha bisogno di riflettere, ma i tragici eventi che scuotono l'arcipelago hanno il sopravvento. Ora sente di dover dare un contributo alle indagini, in nome dell'antica e profonda amicizia che la lega a Thomas; e in nome della sua innata curiosità di avvocato che non si accontenta di stare semplicemente a guardare. L'assassino potrebbe trovarsi ancora sull'isola e non sembrano esserci piste a cui aggrapparsi.

La costa cremisi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Preston, Douglas <1956-> - Child, Lincoln <1957->

La costa cremisi / Douglas Preston & Lincoln Child ; traduzione di Elisa Finocchiaro

Milano : Rizzoli, 2016

Abstract: L'agente Pendergast accetta un caso privato in apparenza molto semplice, ma ben presto si rende conto che le cose sono molto più complicate e sinistre di quanto si aspettasse. Insieme alla sua pupilla Constance Greene, parte alla volta della pittoresca Exmouth, una piccola città sulle coste del Massachusetts, per indagare sul furto di un'inestimabile collezione di vini. Nella cantina, però, avviene una scoperta inquietante: una nicchia murata che da lungo tempo custodiva uno scheletro. Pendergast e Constance si rendono presto conto che Exmouth è una cittadina dalla storia travagliata e oscura, e che quel ritrovamento è forse l'indizio di un crimine antico, tenuto nascosto per più di un secolo. Poi, un cadavere affiora dalle acque delle paludi; sul corpo della vittima una serie di misteriose incisioni, simboli ermetici che sembrano richiamare alla mente vecchie storie mai dimenticate sulle streghe di Exmouth. Una leggenda locale narra infatti che, durante i processi di Salem del 1692, un gruppo di streghe fosse fuggito e giunto a Exmouth e qui, nel cuore più tenebroso delle paludi, si fosse stabilito dando vita a una nuova colonia dove continuare a praticare riti demoniaci. Un maleficio sembra aggirarsi per la sonnolenta cittadina di mare. E forse Constance, con il suo passato tormentato, è l'unica in grado di comprendere la portata del pericolo che lei, Pendergast e gli abitanti di Exmouth saranno costretti ad affrontare.