Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore B. C. Dalai editore
× Genere Saggi

Trovati 21 documenti.

Populismo autoritario
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tranfaglia, Nicola <1938->

Populismo autoritario : autobiografia di una nazione / Nicola Tranfaglia

Milano : Baldini Castoldi Dalia, [2010]

Abstract: Malgrado scandali, processi e un continuo braccio di ferro istituzionale (o forse proprio grazie a essi), la fortuna del populismo di Silvio Berlusconi che dai primi anni Novanta, pur con alterne vicende, domina la crisi repubblicana in Italia - non conosce cali. Nicola Tranfaglia, in questo suo saggio agile e incisivo, indaga le ragioni di tanto successo. La sua analisi è sostenuta da una riflessione sui precedenti latinoamericani di Vargas in Brasile e Perón in Argentina, e sul peso del consenso nell'egemonia, secondo la lezione di Gramsci. Con grande chiarezza, l'autore ripercorre la vita e la carriera del leader del Popolo della Libertà, mettendo in luce particolari poco noti che aiutano a capire la psicologia del capo e perché il suo modello continua a riscuotere tanto consenso nell'Italia contemporanea. Infine, da storico e intellettuale di sinistra, Tranfaglia stigmatizza gli errori che l'opposizione post comunista ha compiuto nell'ultimo ventennio e continua a compiere ancora oggi, e analizza le caratteristiche di fondo della destra berlusconiana oggi al potere. Una diagnosi severa e documentata del degrado della politica italiana e un'analisi dei problemi ancora insoluti nel nostro Paese.

Storia delle idee del calcio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sconcerti, Mario <1948->

Storia delle idee del calcio : uomini, schemi e imprese di un'avventura infinita / Mario Sconcerti

Milano : Baldini Castoldi Dalai, copyr. 2009

Abstract: Ogni epoca, ogni fase del calcio, quasi ogni partita hanno risposte diverse perché il calcio è tutto fuorché un gioco esatto. Si muove sotto la spinta di sentimenti e soprattutto di idee. L'autore ha pensato che un modo nuovo di raccontare il calcio fosse raccontare la storia di queste idee, capire come sono nati e che conseguenze hanno avuto sul campo quei piccoli colpi di genio che di volta in volta hanno cambiato il gioco e l'hanno avvicinato a una scienza. Dal sistema di Chapman alle grandi innovazioni di Viani, Rocco ed Herrera, dal calcio olandese contrapposto a quello all'italiana, all'arrivo della tecnologia con le sue macchine e le preparazioni personalizzate, fino alla rivoluzione di Sacchi e al calcio multietnico di oggi. Mario Sconcerti guida il lettore attraverso un viaggio nelle idee di un secolo, raccontando l'evoluzione del calcio e di come sia riuscito a diventare il gioco di tutto il mondo.

I pirati dei Caraibi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ali, Tariq <1943->

I pirati dei Caraibi : un asse di speranza / Tariq Ali ; traduzione di Giuseppe Gallo

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2009]

Abstract: Dal 1998, anno della sua prima elezione, Hugo Chàvez si è imposto in America Latina come il principale oppositore del neoliberismo americano e della politica estera degli Stati Uniti. Dopo di lui, Evo Morales in Bolivia e, più recentemente, Rafael Correa in Ecuador, si sono aggiunti alla lista di quei leader che, come moderni pirati dei Caraibi, cercano di contrastare l'egemonia delle potenze europee e di Washington in America Latina, conquistando maggiori spazi di autonomia. Le loro riforme socialdemocratiche, che hanno ottenuto un ampio consenso popolare, hanno infatti attirato l'ostilità delle élite locali e degli Stati Uniti, timorosi di perdere i loro privilegi nella regione. Partendo dalla propria esperienza personale, da testimonianze dirette e dagli incontri avuti con personalità direttamente legate alla storia del continente sudamericano, Tariq Ali sottolinea con acume critico il contrasto fra le strategie mediatiche e politiche messe in atto dagli USA per screditare quei governi, e i miglioramenti economici e sociali che Chàvez, Morales e Correa hanno ottenuto nei rispettivi Paesi. Sono leader che, ispirandosi a Cuba e a Simon Bolivar, si presentano come un vero e proprio asse di speranza per co loro, poveri e diseredati, che vorrebbero riscattarsi dalla propria secolare condizione di inferiorità.

I reporter di guerra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cándito, Mimmo <1941-2018>

I reporter di guerra : storia di un giornalismo difficile, da Hemingway a Internet / Mimmo Candito

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2009]

Abstract: Winston Churchill diceva che in tempo di guerra la verità è così preziosa che bisogna sempre proteggerla con una cortina di bugie. Oggi, molto più che in passato, l'informazione è diventata l'arma più importante di una guerra, perché il consenso dell'opinione pubblica è ormai lo strumento essenziale in qualsiasi operazione bellica. Dopo il Vietnam, ogni guerra è stata un passo in avanti nel tentativo di mettere la museruola ai reporter impegnati in prima linea. Il Golfo, la Jugoslavia, l'Afghanistan, e poi il blocco di Israele ai giornalisti nella striscia di Gaza, si sono rivelati le tappe successive di un processo organico che cela l'intento della censura dietro l'offerta allettante di una lettura preconfezionata della cronaca del conflitto. Le nuove tecnologie, invece che aggiungersi alla testimonianza diretta del giornalista, sono andate sostituendola, creando l'illusione di una documentazione oggettiva e inattaccabile. Questo studio ripercorre la storia dei corrispondenti al fronte: dal primo, William Russell, inviato del Times in Crimea nel 1854, fino ai recenti reportage dall'Afghanistan e dal Medio Oriente. Svela anche le glorie e le miserie di un giornalismo di frontiera, i trucchi, le colpe, i drammi di una professione sempre più in crisi, che spesso l'apparato propagandistico dei comandi centrali, hanno emarginato come strumento di conoscenza, imponendo le regole della guerra-spettacolo al vecchio mondo dell'informazione.

Mediocri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caporale, Antonello <1961->

Mediocri : i potenti dell'Italia immobile / Antonello Caporale

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2008]

Abstract: Appalti senza gara, treni senza bagni, traghetti con la ruggine, carrozze dei pendolari piene di pulci... Ma anche yacht e macchine di lusso. I soldi non hanno colore, però hanno un buon sapore. C'è un'Italia che vince, immobile e grassa. C'è un'Italia dove tutto fa spettacolo, e persino tra la gente famosa conta, oltre al portafogli, la famiglia: padre, madre, figlio e figlia, ovvero attore, attrice, regista, aiuto regista. E lo stesso nelle università e nelle aule del parlamento. A scuola chi galleggia tra il sufficiente e lo scarso è considerato un mediocre. Ma nel nostro Paese sono proprio i mediocri che comandano, che legiferano, che diventano statisti. Il loro potere misura la distanza che separa il talento dal successo. È un'equivalenza matematica. Antonello Caporale, insieme a sette ragazzi che in tasca hanno solo un centodieci e lode, si è messo alla ricerca di questa formula. Ha girato il Paese per scoprire i volti e i luoghi dei mediocri e scovare i talenti persi o dimenticati. Mediocrità e talento. Chi comanda e chi patisce. Chi è fermo e s'ingrassa. Chi corre e non si sfama. Due Italie, una sola storia.

Lo statista
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannini, Massimo, giornalista politico

Lo statista : il ventennio berlusconiano tra fascismo e populismo / Massimo Giannini

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2008]

Abstract: Le ultime cinque legislature saranno ricordate come il Ventennio berlusconiano: Silvio Berlusconi è infatti riuscito, sia da capo del governo che da leader dell'opposizione, a dettare la propria agenda di priorità. A questo atteggiamento la sinistra non ha saputo far altro che opporre delle risposte ondivaghe: a volte attraverso un antiberlusconismo intransigente, gridando al regime, e giudicando Berlusconi un politicante inadeguato a guidare il Paese; altre volte offrendo un'ambigua disponibilità a creare insieme regole condivise ma uscendone sempre sconfitta. Questi comportamenti si sono rivelati inadeguati dopo la vittoria elettorale del Popolo della libertà alle elezioni del 13 aprile 2008. Da quel momento si è aperta una nuova stagione: Berlusconi ha costruito un blocco elettorale solidissimo. In questo saggio, Giannini analizza il fenomeno Berlusconi secondo una metodologia nuova: rileva i tratti di originalità rispetto al passato del nuovo governo berlusconiano e dimostra come l'idea di una comunanza di modi tra il regime fascista e quello berlusconiano non sia per nulla peregrina, ma abbia delle solide basi. Infine si rivolge anche alla sinistra, e in particolare al Partito democratico, invitandolo a riflettere seriamente sulla sconfitta elettorale e a ricominciare da capo, perché Berlusconi si può battere solo se lo si comprende davvero, senza banalizzare lui e l'elettorato che rappresenta e allo stesso tempo sapendo rinnovare se stessi.

Lettera a mio figlio sul Sessantotto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Capanna, Mario <1945->

Lettera a mio figlio sul Sessantotto / Mario Capanna

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2008]

Abstract: Con Formidabili quegli anni, Mario Capanna ricostruì il film delle vicende che hanno cambiato la storia d'Italia e del mondo. Questo libro è il ragionamento sui fatti di allora e quelli attuali. Rispondendo alle domande di un figlio adolescente, Capanna cerca di spiegare: è servito il Sessantotto? Contro cosa e per cosa si lottava? La globalizzazione, oggi, sta risucchiando tutto? Perché molti giovani non si interessano di politica? Con passione e chiarezza, Capanna va al cuore dei grandi temi: la responsabilità, l'impegno, la solidarietà, il rapporto genitori-figli.

Perche' le donne soffrono di piu' ma vivono piu' a lungo?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kervasdoue', Anne de - Belaisch, Jean

Perche' le donne soffrono di piu' ma vivono piu' a lungo? / Anne de Kervasdoue, Jean Belaisch ; traduzione di Marina Karam

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2008]

Abstract: Esistono dolori refrattari a ogni trattamento, dolori di cui non si riesce a capire l'origine che causano una sofferenza fisica e psicologica a volte insopportabile. Questi disturbi (emicranie a grappolo, colon irritabile, dolori muscolari) riguardano soprattutto le donne che, a differenza degli uomini, si rivolgono con più facilità a un dottore, salvo poi, dopo cure interminabili, sentirsi consigliare da quello stesso dottore: Vada da uno psicologo. Il più delle volte però questi dolori non sono immaginari, anzi, possono essere indice di una malattia seria. Ma se anche fossero immaginari e esprimessero solo una sofferenza psicologica? Questa dovrebbe essere comunque riconosciuta e trattata al pari di qualunque altra malattia. Analizzando diverse storie di pazienti, i due autori mostrano la differente reazione dell'uomo e della donna dinanzi al dolore, analizzando diversi tipi di disturbi cronici e descrivendone i meccanismi a pratire dalla loro comune origine: la relazione tra corpo e mente, tra ragione e cuore.

Sessi e genealogie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Irigaray, Luce <1930-> - Irigaray, Luce <1930->

Sessi e genealogie / Luce Irigaray ; traduzione di Luisa Muraro

Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2007

Abstract: Essere una donna non può fermarsi al nascere con un corpo femminile. Questa identità naturale richiede una cultura appropriata. Il passaggio dall'identità naturale a quella civile e culturale deve essere sostenuto da una legislazione adatta. I rapporti con la madre non devono essere sottoposti all'ordine paterno: ciascuna genealogia comporta valori specifici da rispettare. La relazione con la parola, il gesto e persino i colori variano secondo il sesso della persona. Un certo modo di rivolgersi alla divinità e di riferirsi al divino è anche proprio della donna. Il compimento di una soggettività femminile necessita, quindi, di mediazioni culturali adeguate. Sessi e genealogie ne sviluppa i principali aspetti e spiega come se ne assume le responsabilità senza accontentarsi di critiche e rivendicazioni nei confronti della nostra tradizione.

Don Milani! Chi era costui?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pecorini, Giorgio <1924->

Don Milani! Chi era costui? / Giorgio Pecorini

Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2007

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: A quarant'anni dalla morte del priore di Barbiana, la testimonianza dell'incontro tra un prete credente fino al martirio e un laico miscredente. Nel volume vi sono anche degli inediti di don Milani: appunti di lavoro, il progetto di un giornale-scuola e di una scuola popolare; pensieri sparsi, quasi un diario subito interrotto; spunti di riflessione, promemoria per discussioni e polemiche, meditazioni sulla santità, la solitudine dell'esilio, l'ottusità del vescovo e la crudeltà della Chiesa; un quaderno di analisi linguistiche; due lettere alla sorella, scritte in momenti cruciali della sua vita di parroco. Ci sono infine i testi integrali di due conversazioni, inedite nella loro versione completa.

Segni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pesatori, Marco <1952->

Segni : simboli e caratteri dei dodici tipi zodiacali ... / Marco Pesatori

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2007]

Abstract: Il libro descrive la natura dei dodici segni dello Zodiaco da un punto di vista inedito, che parte dal simbolo per arrivare all'individuo, al carattere-Io, qualità essenziale ma anche limite e meccanismo nevrotico. I vari caratteri vengono descritti nei loro modi di essere, porsi, essere socievoli o meno, amare, desiderare, appassionarsi, pensare, vedere la vita. L'astrologia è spiegata nella sua essenza più semplice, i dodici segni appunto, mostrandone però la logica precisa e per nulla irrazionale, e ponendo l'attenzione al cerchio zodiacale come lingua, alla sua regola. Ogni segno è continuamente posto in relazione agli altri, soprattutto quelli che lo precedono e lo seguono, per chiarire la connessione ininterrotta che ogni simbolo ha con tutti gli altri. I segni vengono descritti non secondo la successione classica (Ariete, Toro, Gemelli...) ma per opposizioni, a partire da quello che precede il primo, i Pesci e il suo opposto, la Vergine. Il segno opposto nega quello che ha di fronte, in una dialettica conscio-inconscio che porta alla conclusione - sempre evidenziata nel libro che il segno opposto rappresenta la parte celata, verso cui il carattere tende nel percorso di realizzazione.

Napoleone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bainville, Jacques

Napoleone / Jacques Bainville ; prefazione di Patrice Gueniffey ; traduzione di Massimo Giuffredi

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2006]

Abstract: Napoleone, che amava molto paragonarsi ai grandi condottieri del passato, come Alessandro, Cesare e Carlo Magno, fu anche un personaggio incredibilmente moderno. Modello di grandezza, creatore della propria fortuna, giunto all'apice del potere e della gloria, egli è stato un eroe nel vero senso del termine in un momento storico che ha saputo leggere e dominare. Jacques Bainville ammirava quell'uomo incomparabile, ma era anche convinto che fatta eccezione per la gloria e per l'arte, sarebbe stato forse meglio che non fosse esistito. L'autore vede la storia del suo personaggio come una tragedia, individuale e collettiva.

Dark Star Safari
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Theroux, Paul <1941->

Dark Star Safari : dal Cairo a Città del Capo via terra / Paul Theroux ; traduzione di Fenisia Giannini

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2006]

Abstract: L'autore, grande viaggiatore, attraversa la dorsale del continente nero, la savana e i deserti, dal Cairo a Cape Town. Ma quello che lo scrittore americano percorre è anche un viaggio a ritroso attraverso i luoghi visitati quarant'anni prima, al tempo in cui era un giovane insegnante. Ne viene fuori una diario di viaggio attento e critico, anche verso alcune associazioni umanitarie presenti sul territorio africano che con i loro aiuti a singhiozzo rischiano di portare più danni che benefici.

L'ultimo treno della Patagonia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Theroux, Paul <1941->

L'ultimo treno della Patagonia / Paul Theroux ; traduzione di Giuliana Giuliani

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2005]

Abstract: Un treno vecchio e cigolante ha portato Paul Theroux ai confini del mondo, nell'ultimo tratto di un lungo viaggio iniziato mesi prima a Boston una fredda mattina d'inverno e proseguito a zig zag lungo tutto il continente americano. Una serie di treni dai nomi esotici ha accompagnato lo scrittore attraverso Messico, Guatemala, Colombia, Ecuador, gli altopiani andini del Perù e la pampa argentina; panorami meravigliosi e, soprattutto, popoli diversi, distanti, eccentrici e a volte pericolosi e incomprensibili se approcciati secondo schemi occidentali e poco flessibili. Insieme a loro, tra di loro, turisti e viaggiatori persi tra un mare di volti.

Corpi liberati in cerca di storia, di storie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Corpi liberati in cerca di storia, di storie : il nuovo Sudafrica dieci anni dopo l'apartheid / a cura di Itala Vivan

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2005]

Abstract: A che punto è il Sudafrica a dieci anni dalla fine dell'apartheid e come è mutato il suo ruolo nel contesto internazionale? Come si rapportano stato e società; e in che condizioni di salute è l'economia? Come hanno risposto alle istanze della transizione democratica le classi intellettuali? Come si conciliano oggi le leggi sopravvissute del diritto consuetudinario con il dettato di una Costituzione che appare la più avanzata della nostra epoca? Quindici esperti di fama internazionale rispondono a questi e ad altri interrogativi.

Cineteca Eurasia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Comolli, Giampiero <1950->

Cineteca Eurasia : ricordi di film visti in viaggio / Giampiero Comolli

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2005]

Abstract: A metà tra la raccolta di racconti e il diario di viaggio, il libro rievoca una serie di film fuori commercio, invisibili nel normale circuito di distribuzione, che all'autore è capitato fortunosamente di vedere, in diversi Paesi e regioni dell'Asia - come Hong Kong, Malesia, Indonesia, India, Thailandia, Sri Lanka - e dell'Europa - Rutenia, Madeira, Cipro, Irlanda, Slavonia, Toscana... Ogni capitolo racconta qualcosa di un particolare film, si descrive il posto, l'ambiente in cui è stato proiettato, e si riportano le impressioni, i pensieri che l'autore ha scambiato con i suoi accompagnatori...

Calle Bucarest 187, Santiago del Cile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Verdugo, Patricia <1947-2008>

Calle Bucarest 187, Santiago del Cile / Patricia Verdugo ; traduzione di Daniele Aluigi e Giuseppe Lo Presti

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2005]

Abstract: Calle Bucarest 187, Santiago del Cile: questo è l'indirizzo dove Patricia Verdugo abitava con i genitori e i fratelli. Il 20 di luglio 1976, quando ormai erano passati quasi tre anni dal golpe militare di Pinochet, una delle tante squadre della morte che infestavano allora il Cile rapì suo padre Sergio Verdugo - e lo fece ritrovare morto nel fiume che attraversa Santiago, il Mapocho. Sua figlia, partendo da un grande dolore personale e da un grande amore per il suo paese, racconta nei dettagli più teneri ed emozionanti e negli episodi più crudeli e strazianti la drammatica storia del Cile, delle migliaia di desaparecidos e della sofferta e coraggiosa transizione di un popolo verso la democrazia.

Ma esiste il quarto potere in Italia?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tranfaglia, Nicola <1938->

Ma esiste il quarto potere in Italia? : stampa e potere politico nella storia dell'Italia unita / Nicola Tranfaglia

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2005]

Abstract: Il volume raccoglie alcuni saggi di Nicola Tranfaglia che prendono l'avvio dall'analisi della dittatura mediatica che caratterizza l'attuale panorama italiano e proseguono con una serie di monografie storiche e metodologiche. La lettura, che propone un'interpretazione unitaria del ruolo ricoperto dai mezzi di comunicazione nel nostro paese, permette di passare in rassegna, esaminare e comprendere, i diversi problemi che caratterizzano lo sviluppo della stampa nell'ultimo secolo.

Capitalismo all'italiana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bragantini, Salvatore <1943->

Capitalismo all'italiana : come i furbi comandano con i soldi degli ingenui / Salvatore Bragantini

[Ed. aggiornata]

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2005]

Abstract: Le vicende anche drammatiche del mondo finanziario in questi anni sono analizzate in questo volume da Bragantini; al centro si colloca la sua evoluzione a partire dalla metà degli anni Novanta, che faceva da sfondo al libro precedente dell'autore pubblicato nel 1996, il cui testo è anche qui riportato.

Proprieta' intellettuale, biodiversita' e sviluppo sostenibile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Khor, Martin

Proprieta' intellettuale, biodiversita' e sviluppo sostenibile / Martin Khor ; traduzione di Raffaella Patriarca

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2004]

Abstract: I diritti di proprietà intellettuale, il loro rapporto con l'ambiente e uno sviluppo sostenibile sono entrati di forza e a ragione nei dibattiti e nei forum di discussione internazionali. L'interrogativo principale è se le leggi e le clausole che tutelano i brevetti internazionali - in genere di proprietà delle grandi multinazionali del Nord del mondo - possono davvero essere di beneficio anche per le popolazioni e le comunità in cui le risorse oggetto di brevetto sono state raccolte e sottratte. In che modo una comunità indigena può trarre vantaggio da un brevetto su un'erba medicinale che non potrà più raccogliere e utilizzare, proprio perchè una grande multinazionale ha acquisito il diritto esclusivo di lavorarla, distribuirla e commerciarla?