Includi: tutti i seguenti filtri
× Autore Luca Molinari 1966

Trovati 11 documenti.

La meraviglia è di tutti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Molinari, Luca <1966->

La meraviglia è di tutti : corpi, città, architetture / Luca Molinari

Einaudi, 2023

Abstract: Un saggio appassionato sul significato della parola meraviglia nel mondo di oggi, sull'architettura, la città e il paesaggio come spazi da tornare a progettare, ascoltare e curare. La meraviglia è un'emozione capace di farci rallentare il passo, di far incespicare i nostri pensieri distratti per stimolarci a capire i luoghi che abitiamo. È il motore per costruire narrazioni comuni e forme di cura in un mondo che sta cambiando. L'architettura e il paesaggio sono stati da sempre affiancati a questo sentimento. I grandi monumenti erano realizzati per destare stupore e incutere timore, per sfidare il divino oppure per costruire un'eternità che immortalasse i suoi committenti; ma anche per contribuire alla sedimentazione di una memoria condivisa. Tuttavia l'architettura vive oggi una profonda crisi di contenuto. Il significato «pieno», tridimensionale, di meraviglia è stato soppiantato da una sua versione piatta e scolorita, dalla ricerca di uno stupore immediato. È nata così la città dei grandi centri commerciali, delle torri che bucano il cielo, dove il cittadino-consumatore vive senza alcuna consapevolezza. Molinari ci invita invece a immaginare opere con una qualità formale radicale e spiazzante, capaci di dare identità agli spazi in cui viviamo senza assecondare il narcisismo dell'archistar di turno. Un invito a tornare a osservare i luoghi con nuova attenzione, e a guardare al progetto come forma collettiva di cura delle città e del paesaggio, per affrontare le sfide di cambiamento che questo tempo sta proponendo.

Le case che siamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Molinari, Luca <1966->

Le case che siamo / Luca Molinari

Nuova ed. ampliata

Nottetempo, 2020

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Che cosa hanno in comune le casette dei Tre Porcellini e il Cabanon di Le Corbusier? E Casa Farnsworth - la casa trasparente - costruita da Mies van der Rohe per una donna molto amata e gli studi del Grande Fratello? La casa è ancora il primo bene che ci fa proprietari o il giovane sogno borghese è finito insieme al boom? Qual è la forma delle case nell'epoca della sharing economy e della riproducibilità architettonica imposta dalle emergenze di guerra e dalle migrazioni? Che cosa ha cambiato l'Ikea nel nostro modo di immaginare non solo lo spazio, ma la vita? Con una lingua puntuale e accogliente che comincia col racconto di una casa vera (nella quale si può entrare) e arriva allo spazio, anche politico, da abitare e da ridiscutere, Luca Molinari racconta che tipo di casa siamo e siamo stati e che casa dovremmo o potremmo essere, e soprattutto dice perché senza casa non c'è architettura.

Architetture della felicità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pantaleo, Raul <1962-> - Molinari, Luca <1966-> - Gerardi, Marta <1978->

Architetture della felicità : futuro come sostanza di cose sperate / Tamassociati Raul Pantaleo, Marta Gerardi e Luca Molinari

BeccoGiallo, 2019

Abstract: Quando un'architettura è felice? Quando è abitata felicemente dai suoi abitanti. L’architettura nasce nella storia dell’uomo prima come riparo e quindi come casa; luogo caldo, domestico, accogliente che abbatte le distanze e trasforma lo spazio in un momento fisico da condividere e in cui sentirsi protetti. Poi le case divennero città e le città, metropoli. La felicità diventa allora una chimera da cercare con fatica o da nascondere agli altri per paura di perderla immediatamente. Ma probabilmente una delle soluzioni a megalopoli abitate da milioni di persone indaffarate e spesso infelici è quello di chiedere all’architettura di dare forma a luoghi in cui sia bello stare, fermarsi e incontrarsi per produrre futuro condiviso. In un mondo che erige muri sempre più alti ed esclusivi l’architettura ha il dovere e la responsabilità di creare luoghi pieni di colore, domesticità, accoglienza che riducano le diffidenze e differenze. In questo libro trovate alcune storie di architetture “felici” all’altezza di bambina, dei suoi occhi pieni di stupore e curiosità, futura abitante e costruttrice di futuri migliori di quelli che attraversiamo oggi. L’architettura deve continuare ad essere “sostanza di cose sperate”, ma è anche un seme sognato e coltivato per offrire ombra, pace e rifugio a tutti coloro che verranno dopo di noi. Un viaggio verso il futuro parlando e mostrando opere di grandi maestri dell'architettura contemporanea capaci di parlare di felicità.

Le case che siamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Molinari, Luca <1966->

Le case che siamo / Luca Molinari

Roma : Nottetempo, 2016

Cronache

Abstract: Che cosa hanno in comune le casette dei Tre Porcellini e il Cabanon di Le Corbusier? E Casa Farnsworth - la casa trasparente - costruita da Mies van der Rohe per una donna molto amata e gli studi del Grande Fratello? La casa è ancora il primo bene che ci fa proprietari o il giovane sogno borghese è finito insieme al boom? Qual è la forma delle case nell'epoca della sharing economy e della riproducibilità architettonica imposta dalle emergenze di guerra e dalle migrazioni? Che cosa ha cambiato l'Ikea nel nostro modo di immaginare non solo lo spazio, ma la vita? Con una lingua puntuale e accogliente che comincia col racconto di una casa vera (nella quale si può entrare) e arriva allo spazio, anche politico, da abitare e da ridiscutere, Luca Molinari racconta che tipo di casa siamo e siamo stati e che casa dovremmo o potremmo essere, e soprattutto dice perché senza casa non c'è architettura.

Luca Molinari racconta Norman Foster
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Luca Molinari racconta Norman Foster : lo sperimentalismo high tech

[Roma] : La Repubblica-L'Espresso, 2015

Abstract: L'opera di Norman Foster

Luca Molinari racconta Le Corbusier
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Luca Molinari racconta Le Corbusier : l'architettura dell'era moderna

[Roma] : La Repubblica-L'Espresso, 2015

Luca Molinari racconta Renzo Piano
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Luca Molinari racconta Renzo Piano : artigianalità e tecnologia

[Roma] : La Repubblica-L'Espresso, 2015

Abstract: L'opera di Renzo Piano

Terre perse
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pantaleo, Raul <1962-> - Molinari, Luca <1966-> - Gerardi, Marta <1978->

Terre perse : viaggio nell'Italia del dissesto e della speranza / Tamassociati: Raul Pantaleo, Marta Gerardi, Luca Molinari

[S.l.] : Becco Giallo, 2015

Quartieri ; 15

Abstract: Decenni di irresponsabilità e malaffare hanno intossicato il nostro paesaggio e consumato risorse vitali. Ora abbiamo un mondo da bonificare e ripensare insieme: non resta che rimboccarci le maniche e lavorare, cambiando definitivamente il nostro punto di vista sull'architettura e sul territorio.

Architetture resistenti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pantaleo, Raul <1962-> - Molinari, Luca <1966-> - Gerardi, Marta <1978->

Architetture resistenti : per una bellezza civile e democratica / Tamassociati: Raul Pantaleo e Marta Gerardi, Luca Molinari

[Padova] : BeccoGiallo, 2013

Abstract: In viaggio con Khalid tra gli ospedali di Emergency. Italia, Libia, Sudan, Darfur, Centrafrica, con destinazione finale Freetown, Sierra Leone... il racconto di una migrazione al rovescio. 

Massimiliano Fuksas
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Molinari, Luca <1966->

Massimiliano Fuksas : opere e progetti : 1970-2005 / Luca Molinari

Milano : Skira, copyr. 2005

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Esperienza dell'architettura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rogers, Ernesto N.

Esperienza dell'architettura / Ernesto Nathan Rogers ; a cura di Luca Molinari

Milano . Skira, c1997