Includi: tutti i seguenti filtri
× Autore Olga Campofreda

Trovati 5 documenti.

Fondamentali. Storie di atlete che hanno cambiato il gioco
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bernardini, Giorgia - Campofreda, Olga - Marinelli, Elena - Scalabrin, Tiziana - Tuselli, Alessia

Fondamentali. Storie di atlete che hanno cambiato il gioco

66THAND2ND, 16/02/2024

Abstract: La visibilità raggiunta dallo sport femminile negli ultimi anni, in Italia e all'estero, ha dimostrato che non è più possibile raccontare le imprese di Federica Pellegrini, di Paola Egonu e di tutte le altre atlete senza liberare la narrazione dai canoni fissati in passato per celebrare lo sport maschile.I contributi raccolti in "Fondamentali. Storie di atlete che hanno cambiato il gioco", firmati da cinque autrici impegnate da tempo a ragionare su questi temi, allargano il campo della scrittura sportiva, scegliendo di concentrarsi su argomenti spesso trascurati dal discorso mainstream: il ciclo mestruale e l'impatto che ha sulla performance; il dibattito sulle presunte frodi di genere emerso con il caso di Caster Semenya; il valore simbolico di oggetti e capi di abbigliamento, come la catsuit di Serena Williams; le traiettorie umane, oltre che agonistiche, della schermitrice kenyana Alexandra Ndolo e della cestista Cecilia Zandalasini. Idee, carriere, battaglie legali che sono appunto "fondamentali" per cercare di comprendere in che direzione vada oggi lo sport praticato e raccontato dalle donne. E per raggiungere – sul campo, in pista e sulla pagina scritta – quell'equità di trattamento per cui le atlete si battono da anni.

Cose che non voglio sapere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Levy, Deborah <1959->

Cose che non voglio sapere : una risposta a Perché scrivo di George Orwell / Deborah Levy ; traduzione di Gioia Guerzoni ; con una prefazione di Olga Campofreda

NNE, 2024

Abstract: In un momento difficile della sua vita, Deborah Levy si mette in viaggio. Si sente in balìa di forze ineluttabili che l’hanno spinta verso destinazioni non scelte, e così decide di stabilirsi a Maiorca per intraprendere, nell’intimità che solo un paese straniero può offrirle, un cammino intellettuale ed emotivo nel solco tracciato da Virginia Woolf, Simone de Beauvoir e Marguerite Duras. Nata e cresciuta nel Sudafrica dell’apartheid, che ha poi dovuto lasciare per ragioni politiche, ha vissuto in Inghilterra, paese di adozione, dove è diventata scrittrice, moglie e madre. Nel primo volume dell’Autobiografia in movimento, Levy indaga le ragioni profonde della sua identità di donna, ma soprattutto fa luce su emancipazione e ruoli sociali oggi, raccontando lo scandalo rappresentato da un femminile che sceglie di sradicarsi, e invece di avvizzire come un fiore cresce e si rafforza. Lucida e schietta, sensuale e ironica, Deborah Levy racconta la ricerca della propria voce, un percorso in salita dove l’amore è un appiglio labile e transitorio, e gli ostacoli si chiamano casa, società, patriarcato. Cose che non voglio sapere è un memoir femminista dove, sovvertendo ogni regola, le parole tornano a essere azioni e costruiscono la via letteraria alla libertà. Questo libro è per chi schiaccia le illusioni sotto i tacchi delle scarpe.

Camerette. Un racconto sulla giovinezza, dalle pareti delle nostre stanze ai social media
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Campofreda, Olga

Camerette. Un racconto sulla giovinezza, dalle pareti delle nostre stanze ai social media

EINAUDI, 17/10/2023

Abstract: Se c'è un confine intorno al quale la storia della letteratura universale sposta di continuo le bandierine - a seconda dell'epoca, dei protagonisti e del contesto sociale -, quel confine riguarda il terreno su cui sorge la giovinezza. L'età in cui tutto sta per cambiare possiede un potente correlativo oggettivo: le camerette degli adolescenti. Ogni addobbo, ogni poster o manifesto messo in bella mostra, riverbera di unicità e insieme di normalità. Ed è lí che lo sguardo di Olga Campofreda si avventura, alla ricerca di un impossibile elisir dell'eterno presente. Perché che siano vere o virtuali, quelle quattro pareti dicono di noi molto piú di quanto siamo disposti ad ammettere.

Ragazze perbene
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Campofreda, Olga <1987->

Ragazze perbene / Olga Campofreda

NNE, 2023

Abstract: Nelle città di provincia le ragazze perbene si assomigliano tutte. Per sottrarsi a un futuro già raccontato, Clara si trasferisce a Londra, dove insegna italiano a ricchi expat e si trova intrappolata nel vortice degli incontri online. Ma il matrimonio della bellissima cugina Rossella, inseparabile compagna d’infanzia diventata poi modella di abiti da sposa, la richiama a Caserta. Clara si trova così ancora immersa nel mondo da cui è fuggita: all’addio al nubilato della cugina rivede le vecchie compagne di scuola, e nei giorni successivi incontra Luca, lo sposo, con cui aveva stretto in passato un’amicizia clandestina. All’improvviso, però, Rossella scompare senza lasciare traccia. E Clara, convinta che la cugina nasconda qualcosa, scopre nel suo diario un segreto impossibile da confidare, che minaccia il futuro radioso che Rossella ha sempre incarnato. L'autrice toglie il velo sulle seconde vite e i desideri nascosti delle ragazze perbene, i cui destini sono specchio di una femminilità che parla di sacrifici e rinunce, di principi azzurri e segreti, di infelicità che si tramandano nel tempo, di madre in figlia. E racconta la storia di una ragazza che si ribella a sogni e consuetudini già logore, per inventare una strada nuova, tutta sua, da costruire con consapevolezza giorno dopo giorno. Questo libro è per chi si perde a immaginare le storie dei personaggi ritratti nei quadri, per chi ha passato lunghi pomeriggi ad ascoltare Baby one more time sul walkman, per chi ha scoperto il piacere tra le mani di un estraneo, e per i fiori veri che sbocciano nelle città di plastica, semplici e fragilissimi, e per questo meravigliosi.

La confraternita di Elvis
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Campofreda, Olga

La confraternita di Elvis

ARPANet, 12/09/2012

Abstract: La storia di un'amicizia raccontata tra i fumi dell'alcol e il freddo della Scozia. Un tentativo di Jules e Jim che non si prende troppo sul serio e si colora di pop art, rock and roll, ingenuità ed incoscienza. Un'amicizia resa sacra nel nome di Elvis, che nasce e si fortifica in una terra lontana da casa: Marco, Paolo e Nicolle tessono i loro rapporti in un equilibrio precario sostenuto dal sogno di fare musica. È un racconto che chiama in causa la passione prima di tutto e poi l'amore, mai scontato, mai definitivo, ma sempre segretamente cercato, nell'attesa di un satori improvviso, la rivelazione di un senso che dia significato alle cose.Il romanzo è pubblicato nella collana CONCEPTS Musica di ARPANet, dove la letteratura trova ispirazione dalle note.