Il seminario. Libro XIV. La logica del fantasma 1966-1967
0 0 0
Risorsa locale

Lacan, Jacques - Di Ciaccia, Antonio - Di Ciaccia, Antonio - Longato, Lieselotte

Il seminario. Libro XIV. La logica del fantasma 1966-1967

Abstract: Testo stabilito da Jacques-Alain Miller***"Un bambino viene picchiato" è, a dire di Freud, "la rappresentazione fantastica" che si ritrova con sorprendente frequenza in chi ricorre al trattamento analitico, mettendo cosí in luce quello che nel linguaggio attuale viene chiamato fantasma inconscio. Lacan si era occupato di questo aspetto già da tempo poiché aveva notato che la costituzione del desiderio del soggetto trova il suo supporto, il suo sostrato immaginario nel fantasma, nella cui formula è indicato, con la lettera a, l'oggetto in cui prende posto ciò di cui il soggetto è privo simbolicamente. In questo Seminario Lacan fa un passo in piú: per il soggetto non c'è altra entrata nel reale se non attraverso il fantasma. Per questo motivo il fantasma svolge, in un'analisi, la funzione di un assioma e vi figura in modo costante. Cosa che permette a un analista di trovare il bandolo per una corretta direzione della cura. Per illustrare tutto ciò Lacan ricorre al gruppo matematico di Felix Klein sul quale applica il cogito cartesiano, appositamente modificato per il tramite delle leggi del logico-matematico De Morgan.


Titolo e contributi: Il seminario. Libro XIV. La logica del fantasma 1966-1967

Pubblicazione: EINAUDI, 21/05/2024

EAN: 9788806261627

Data:21-05-2024

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 21-05-2024

Testo stabilito da Jacques-Alain Miller***"Un bambino viene picchiato" è, a dire di Freud, "la rappresentazione fantastica" che si ritrova con sorprendente frequenza in chi ricorre al trattamento analitico, mettendo cosí in luce quello che nel linguaggio attuale viene chiamato fantasma inconscio. Lacan si era occupato di questo aspetto già da tempo poiché aveva notato che la costituzione del desiderio del soggetto trova il suo supporto, il suo sostrato immaginario nel fantasma, nella cui formula è indicato, con la lettera a, l'oggetto in cui prende posto ciò di cui il soggetto è privo simbolicamente. In questo Seminario Lacan fa un passo in piú: per il soggetto non c'è altra entrata nel reale se non attraverso il fantasma. Per questo motivo il fantasma svolge, in un'analisi, la funzione di un assioma e vi figura in modo costante. Cosa che permette a un analista di trovare il bandolo per una corretta direzione della cura. Per illustrare tutto ciò Lacan ricorre al gruppo matematico di Felix Klein sul quale applica il cogito cartesiano, appositamente modificato per il tramite delle leggi del logico-matematico De Morgan.

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.